lunedì 7 marzo 2016

Recensione: Incantesimo di Rachel Hawkins

Etichette: , , , , , ,
recensione review rachel hawkins prodigium trilogy hex hall

Buon pomeriggio lettori, oggi proprio non voglio lasciarvi in pace.
La verità è che sto cominciando ad accumulare recensioni e mi sembra che il blog vada avanti ad anteprime, e siccome non è questo il mio scopo sono tornata in pista.
La recensione di oggi è per Incantesimo, primo volume della Prodigium Trilogy/Hex Hall, edito da Newton Compton.

recensione review rachel hawkins prodigium trilogy hex hall
INCANTESIMO
Rachel Hawkins

recensione review rachel hawkins prodigium trilogy hex hall

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 9.90€, Ebook 1,99€
Pagine: 256
Serie: The Prodigium Trilogy/Hex Hall #01

Trama: Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare.
Da tre anni, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo durante il ballo scolastico ha causato dei danni e portato grande scompiglio, la madre ha deciso di spedirla alla Hecate Hall, una scuola per ragazzi “speciali”, i Prodigium, dove eccentrici insegnanti faranno in modo che gli adolescenti imparino a usare i poteri con discrezione e soprattutto lontano dagli occhi dei normali, che potrebbero far loro del male. I suoi compagni sono dei tipi strani: mutaforma, streghe, fate, licantropi e vampiri. Per Sophie è difficile ambientarsi: le altre streghe come lei sono superficiali e viziate, se non crudeli e ambiziose, poi si prende una cotta per un giovane stregone irraggiungibile, mentre un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata e temuta di tutta la scuola. Come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che un’organizzazione segreta e potentissima, L’Occhio di Dio, presente ovunque, vuole eliminare dalla faccia della terra tutti i Prodigium, mentre il Consiglio la sorveglia. Forse perché lei è la prima della lista? O forse perché ha dei poteri di cui non si rende conto? 


RECENSIONE

La cosa che non mi piace di un libro è quando inizia con una protagonista che non mi piace e non riesce a farmi cambiare idea nemmeno a libro finito.
Sophie è ingenua e lagnosa, è una strega ma si sorprende di ogni minima cosa soprannaturale veda. Ad ogni pagina mi veniva da chiedermi: "Cavolo, ma questa - che ha vissuto nel mondo umano per tutta la sua vita - non ha mai visto un film o letto un libro?".
L'ingenuità gratuita è ciò che in un personaggio tollero di meno, sarà che io sono diffidente per natura ed estremamente razionale, ma se le tre persone che mi odiano di più in tutta la scuola all'improvviso decidono di essermi amiche e di dispensare consigli, ci penserei due volte prima di fidarmi delle loro parole.
Archer, il bell'imbusto di turno, non mi ha né colpita né entusiasmata... non so, l'ho trovato estremamente piatto e stereotipato.
Lo stesso discorso non vale per Cam che, pur avendo fatto solo un paio di comparse, sembra avere un certo spessore e posso scommettere che ne acquisirà anche di più nei prossimi volumi.

Le descrizioni degli ambienti lasciano a desiderare tanto quanto gli ambienti stessi. Non so se mi aspettassi una moderna Howarts, ma decisamente mi aspettavo di più.
Il libro è un continuo susseguirsi di lacrime e sorprese per la protagonista (che a me non hanno sorpreso particolarmente) e finalmente al 90% del libro - sì praticamente alla fine - le cose si fanno interessanti lasciando spiragli positivi e suscitando una certa curiosità per i volumi successivi.

Ho dato tre stelle anziché due proprio in favore di questa curiosità stimolata sul finale, e spero di non rimanere delusa dai prossimi due volumi che leggerò sicuramente sopratutto in vista dell'imminente uscita del terzo volume.


Rachel Hawkins - The Prodigium Trilogy/Hex Hall:

Incantesimo, 2015
Maleficio, 2015
Sortilegio, 2016



Nessun commento:

Posta un commento