lunedì 14 marzo 2016

Recensione: Perfect di Alison G. Bailey

Etichette: , , , , , , ,
recensione review perfect alison g bailey

Buon inizio settimana lettori, come state?
Il mio lunedì è iniziato abbastanza tranquillamente per trasformarsi in un vortice senza fine di stress e adesso mi fa male lo stomaco, non so se per il nervoso o per la fame.
Oggi vi parlo di Perfect di Alison G. Bailey edito da De Agostini YA, che ho iniziato e finito in giornata. Ãˆ stata una lettura che mi ha sorpresa molto, perché ha toccato in me delle corde a cui pochi altri libri si sono avvicinati.

recensione review perfect alison g bailey
PERFECT
Alison G. Bailey

recensione review perfect alison g bailey

Editore: De Agostini YA
Prezzo: Rigido 14,90€, Ebook 6,99€
Pagine: 416
Serie: Autoconlusivo/Perfect Serie

Trama: Può la vera felicità durare più di un attimo?
È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l’amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall’armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all’illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre.
Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e… amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare.
Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera.


RECENSIONE

La prima cosa che ho pensato quando ho iniziato la lettura di Perfect è che se una madre si sente in diritto di mettere in imbarazzo sua figlia - per quanto con buone intenzioni - come la mamma di Amanda fa con lei, è normale che la bambina in questione crescerà con non pochi complessi.
Parlando con le amiche che avevano già letto Perfect, tutte mi dicevano che trovavano Amanda pesante e fastidiosa... io invece mi sono immedesimata talmente tanto in lei che ho capito e condiviso ogni sua scelta, o quasi.

Amanda è un personaggio realistico, nella sua situazione il 90% delle ragazze (e dei ragazzi) della sua età si comporterebbero alla stessa maniera. Per me almeno è stato così.
Noah è il Principe Azzurro con le lettere maiuscole, perché per quanto noi donne siamo attratte dallo stronzo di turno, quelli come Noah che ci fanno sentire al sicuro, che ci amano nonostante i nostri difetti, che ci mettono in cima alle loro priorità, sono quelli che sogniamo fin da bambine.
Il loro rapporto è a tratti morboso, ma non si può dire che non sia reale. Chi ha sperimentato l'amicizia con l'altro sesso, sa di cosa parlo; è qualcosa che non si può descrivere a parole.

Leggere Perfect è stato al contempo un piacere e una tortura: avendo sperimentato in prima persona sia i sentimenti di Amanda che quelli di Noah, ad ogni pagina la lettura si faceva più difficile perché andava a bussare a porte della memoria che erano (e sono) chiuse a chiave per una ragione.

Comunque, la cosa che non gli fa raggiungere il punteggio pieno è la scelta di introdurre la malattia.


Vorrei perdermi in elogi su questo libro, ma la verità è che non so bene cosa dire perché ciò che porta me a dargli 4 stelle, per altri invece è un problema.
Perfect è un libro che fa a pezzi il cuore e non solo per la mole di lacrime che spinge a piangere, ma anche per la reale sofferenza che riesce a trasmettere. Trasmette amore allo stato più puro, ma soprattutto trasmette amicizia, quella che tutti, maschi o femmine, sogniamo. Sapete, in Grey's Anatomy si usava dire "Sei la mia persona", questa frase è a poco a poco entrata nel linguaggio corrente per i cinefili, e penso che Perfect sia la perfetta incarnazione di questa espressione. E ammettiamolo, in quanti stiamo ancora cercando quella Persona?


Alison G. Bailey - Perfect Serie:

1. Perfect, 2016
2. Past Perfect, inedito
3. Presently Perfect, inedito



1 commento:

  1. Oddio, sono quasi in imbarazzo.
    Io ho letto questo libro consigliato da tutti, ma il mio parere è praticamente opposto al tuo.
    Trash, trash ovunque. Personaggi mal caratterizzati, una protagonista ODIOSA e idiota, clichè a iosa e il particolare del cancro aggiunto a casissimo alla fine... No, non mi è piaciuto per nulla!
    Mah, sarò io che non sono riuscita ad apprezzarlo!
    Nel frattempo se vuoi leggere maggiormente cosa non mi è piaciuto trovi la mia recensione qui.
    Ciau!
    Rainy

    RispondiElimina