lunedì 2 maggio 2016

Recensione: Love, Un Nuovo Destino di L.A. Casey

Etichette: , , , , , ,
Recensione 


Buon inizio settimana lettori, pronti per un nuovo lunedì?
Qui in provincia di Milano è una giornata piuttosto freddina e proprio ieri sera mi rendevo conto che sto dormendo ancora col pigiama invernale nonostante siamo ormai a Maggio... il tempo è proprio impazzito, eh?
Con la scusa che ieri era il primo del mese non ho pubblicato le uscite della settimana che mi ispirano, ma non preoccupatevi se troverò qualcosa - oltre alle uscite che già vi ho proposto - domani la rubrica non mancherà.
Passiamo alle cose serie! La recensione di oggi è per il primo volume di una nuova serie che ci porta la Newton Compton: Love, Un Nuovo Destino di L.A. Casey.

recensione review slater brothers love un nuovo destino l.a. casey newton compton
LOVE, UN NUOVO DESTINO
L.A. Casey

recensione review slater brothers love un nuovo destino l.a. casey newton compton

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 9,90€, Ebook 4,99€
Pagine: 352
Serie: Love/Slater Brothers #01

Trama: Dominic vuole lei. E Dominic ottiene sempre ciò che vuole.
Dopo aver perso i genitori in un incidente d’auto, Bronagh Murphy ha deciso di tenersi a distanza dalle persone, per non dovere soffrire più in futuro. Non ha amicizie, parla poco con gli altri e gli altri la lasciano stare, proprio come lei desidera. Almeno fino a quando Dominic Slater non entra nella sua vita. Abituato a essere sempre al centro dell’attenzione e ad avere gli occhi di tutti addosso, Dominic non può accettare di essere ignorato. Eppure, a quanto pare, la brunetta dalla lingua tagliente non lo degna di uno sguardo, e questo lo fa impazzire. Tanto che quella ragazza solitaria diventa una vera e propria ossessione, ma l’unico modo per arrivare a lei è trascinarla fuori dall’angolo in cui lei stessa si è infilata…


RECENSIONE

Okay, la copertina originale di questo libro non è un granché (parlando di fotografia), ma non c'è niente da fare... la Newton non ne azzecca una. Si dice sempre di "non giudicare un libro dalla copertina", ma ci si dimentica di aggiungere "anzi, se è della Newton meglio ignorarla proprio".
Nel nostro caso, la versione originale aveva un pugile in copertina (e non per caso, aggiungerei), ma in Italia pare che YA sia sinonimo di rosa e sdolcinato. Vogliamo parlare del titolo? Originale: Dominic, italiano: Love, un nuovo destino. Notate la mia faccia? 😒
Potrei portare avanti questa polemica per ore, perché - seriamente - oltre ad essere esteticamente brutta come scelta grafica/editoriale è anche fuorviante, ma la taglio qua e vado avanti.

Passando oltre l'insta-love e la perdita della verginità con orgasmo, "Love, Un Nuovo Destino" è una storia d'amore (ai limiti dello stalking) e redenzione. È una storia in cui il valore più alto è la famiglia e non importa se sei Dio, il Papa, il Presidente degli USA o la ragazza di cui sono innamorato, se minacci la mia famiglia lotterò col sangue e coi denti per difenderla.
Da qui tutto rose e fiori? No, non direi.
La protagonista, Bronagh, riesce a rendersi antipatica dalla prima pagina quando, guardandosi allo specchio, dice (cito testualmente):
I miei luminosi occhi verdi avevano un’aria stanca, confermata dalle borse al di sotto. Ero un vero disastro quel giorno. Non avevo avuto tempo di fare granché, a parte legare i capelli castani e lunghi fino ai fianchi in una treccia stretta per tenerli sotto controllo, poi applicare qualche tocco di mascara alle ciglia lunghe e lavarmi i denti. Le mie guance paffute erano arrossate dal vento e le labbra, di solito rosa pallido, erano screpolate e gonfie. Ero piuttosto sicura che, se la morte fosse stata una persona vera, avrebbe avuto il mio aspetto.
Io l'avrei presa a schiaffi senza tante storie. Classico esempio di ragazza figa (a cui tutta la scuola va o potrebbe andar dietro), ma che si sente brutta. Inoltre, si presenta come timida e riservata, un topo di biblioteca che ha (dovrebbe aver) paura di parlare e rapportarsi con le persone, ma che, appena il figo di turno occupa il suo banco, diventa uno scaricatore di porto e cominciano a volare risse che al confronto Bud Spencer&Terence Hill sarebbero scappati a gambe levate.
Se la protagonista femminile lascia a desiderare, la storia di riprende ogni volta che entra in scena Dominic (il protagonista maschile). Sogno non troppo nascosto di ogni donna, è protettivo e ha quella vena da stalker che piace alle lettrici (finché resta finzione) e che fa imbestialire la controparte femminile. Sarà che è maschio, sarà quello che volete, ma è cento volte più interessante di Bronagh.

La caratterizzazione dei personaggi (simpatici o meno che siano), comunque, è la cosa meglio riuscita di tutto il libro. L'autrice riesce a dare ad ogni fratello della famiglia Slater delle peculiarità che incuriosiscono e ti portano a volerne sapere di più (motivo per cui prende 3 stelle e non 2) e quindi a voler leggere i libri successivi.
Lo stile narrativo gioca anche a favore di questa storia, che risulta molto scorrevole (si legge veramente in poco) nonostante la volgarità eccessiva e gratuita. Non ci sono scene di sesso scandalose, qualcosa di "piccante", ma niente di più.

Forza, ditemi la vostra! Io sicuramente leggerò i libri a seguire - un po' per masochismo e un po' per curiosità - voi lo avete già letto?


L.A. Casey - Slater Brothers:
- 01. Love, un nuovo destino
- 01,5. Bronagh (inedito)
- 02. Alec (inedito)
- 02,5. Keela (inedito)
- 03. Kane (inedito)
- 03,5. Aideen (inedito)
- 04. Ryder (inedito)
- 04,5. Branna (inedito)
- 05. Damien (inedito)
- 05,5. Alannah (inedito)
- 06. Brothers (inedito)



2 commenti:

  1. Penso sia il libro più brutto e folle che io abbia mai letto, ma almeno ho riso tantissimo! Se ti va ti lascio il link della mia recensione perché è un po' diversa dal solito ahahahahahah http://lostinwonderlandj.blogspot.it/2016/05/love-un-nuovo-destino-la-casey.html?m=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente xD Però almeno i libri successivi non sono così!

      Elimina