mercoledì 8 giugno 2016

Recensione: Scattami Una Foto di Giselle Ellis

Etichette: , , , , , ,
Recensione 


Sì, lo so che oggi è mercoledì e doveva esserci la Top 5/10, ma sarò sincera: la cosa ha già iniziato ad annoiarmi tanto quasi il WWWednesday che fanno tutti.
Boh, dai lo avete capito che non sono una persona regolare con queste cose, ma mi faccio perdonare con una piccola recensione che apre le porte ad un nuovo genere per me e The Ink Spell: ovvero l' M/M. Per prima cosa ringrazio Gaia di M/M e Dintorni per avermelo consigliato: è stata una scelta molto azzeccata, non troppo spinto e leggero al punto giusto per introdurre al genere chi (come me) fa il suo primo passo in questo mondo.

recensione review triskell edizioni Scattami Una Foto di Giselle Ellis
SCATTAMI UNA FOTO
Giselle Ellis

recensione review triskell edizioni Scattami Una Foto di Giselle Ellis

Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Flessibile 7,40€, Ebook 2,99€
Pagine: 150
Serie: Autoconclusivo

Trama: Aaron non ha la più pallida idea di cosa aspettarsi quando si presenta a un provino per fare da modello a un noto – e notoriamente scorbutico – fotografo. Di sicuro non immagina di finire a lavorare per Jake come assistente per cinque frustranti, folli e frenetici anni. Tutto funziona a meraviglia, finché Jake non si rende conto che Aaron è diventato il fulcro della sua esistenza, un’esistenza che rischia di sgretolarsi quando Aaron decide di cominciare una relazione con un altro ragazzo. Nonostante il suo cuore minacci di spezzarsi, Jake si renderà conto di dover lasciar andare la sua musa, se davvero vuole una chance di riconquistare Aaron. 


RECENSIONE

Come detto prima, per essere il mio primo approccio con il genere M/M mi ritengo pienamente soddisfatta. Certo, se avessi visto la copertina in libreria non le avrei dato manco un centesimo di speranza, ma per fortuna come si dice: mai giudicare un libro dalla copertina.
Probabilmente a prepararmi alla lettura di questo romanzo hanno contribuito i diversi manga yaoi che ho letto nel corso degli anni - più esplicito di alcuni di quelli di muore.

I protagonisti sono caratterizzati molto bene, anche se personalmente sono la parte che ho compreso meno xD Cerco di spiegarmi senza farvi spoiler: non metto in discussione la loro relazione, ma la cosa che mi è rimasta un po' sullo stomaco è proprio la loro personalità. Aaron si presenta come modello ad un casting, in quattro e quattr'otto viene selezionato. Cosa c'è di strano dite? Beh, ci arrivo. La cosa strana è che comincia a puzzargli la cosa perché è stato selezionato troppo in fretta, comincia a farsi dei malatissimi viaggi mentali su possibili serial killer e quando incontra Jake comincia a ricoprirlo di insulti.
Boh, è stato il prologo più strano che abbia mai letto.

A parte questo e il loro strano modo di comunicare, comunque, la storia è godibilissima, coinvolge a sufficienza e la lettura scorre che è un piacere. Oltretutto è molto breve, poco più di un centinaio di pagine, quindi è il modo ideale per trascorrere un pomeriggio in tranquillità.
Tra l'altro, non so se chi mi legge ha amici gay, ma io mentre leggevo non potevo fare a meno di figurarmi un paio di compagni di università mentre mi raccontavano alcune loro esperienze, Aaron assomiglia troppo a uno di loro xD

Voi che mi dite? Avete mai letto libri di questo genere o li aberrate come la peste?




4 commenti:

  1. You're welcome! Sono felice che ti sia piaciuto e... benvenuta nel lato oscuro muahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah grazie *inchino* di sicuro proseguirò!

      Elimina
  2. Ehi ink no non penso che fa per me questo genere almeno per ora mi sa che passo ma mai dire mai nella vita magari "il lato oscuro " mi avrà in futuro chi può dirlo 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, ti dirò che non è diverso da un normalissimo romance. Le scene spinte sono uguali a quelle solite. Bisogna solo avere la mente aperta, cioè: se normalmente è una cosa che disturba non è il caso di andarne a leggere.

      Elimina