venerdì 22 luglio 2016

Recensione: Love, Un Pensiero Infinito di L.A. Casey

Etichette: , , , , , ,
Recensione 


Eccomi a voi lettori! Vi sono mancata? Spero di sì, perché con questo post dico finalmente addio (spero) alla latitanza che mi ha accompagnata in queste ultime tre settimane.
Con la fine del corso di giapponese pensavo che avrei avuto una settimana dedicata interamente alla lettura e invece lunedì la spesa, martedì ho disegnato una commissione, mercoledì sono impazzita dietro al pc di papà (cosa che sto facendo anche ora mentre vi scrivo), ieri boh è andato passando la giornata con il man e oggi pulizie a tutto spiano per il rientro dei miei dalle ferie. Insomma il delirio.
Ma veniamo a noi, oggi vi porto la recensione del terzo volume della serie Slater Brothers: Love, un pensiero infinito di L.A. Casey edito da Newton Comtpon.

recensione review Love, Un Pensiero Infinito slater brothers di L.A. Casey newton compton
LOVE, UN PENSIERO INFINITO
L.A. Casey

recensione review Love, Un Pensiero Infinito slater brothers di L.A. Casey newton compton

Editore: Newton Compton
Prezzo: rigido 9,90€, Ebook 5,99€
Pagine: 445
Serie: Slater Brothers #02

Trama: Aideen Collins è uno spirito libero. È cresciuta in una casa piena di uomini, e questo le ha insegnato a essere fredda e diretta. Kane Slater è un’anima tormentata. La gente si tiene alla larga da lui, a causa delle cicatrici che gli deturpano viso e corpo. Ma Kane ha imparato a usare a suo favore la paura che suscita negli altri, perché non vale la pena circondarsi di persone che non vedono oltre le apparenze. Si accontenta del piccolo giro di amicizie dei suoi fratelli e delle loro ragazze, almeno fino a quando un’irlandese di nome Aideen Collins non compare nella sua vita. Aideen è l’unica donna che osa dirgli in faccia quello che pensa di lui, senza timore di fargli male. E Kane è l’unico uomo che riesce a vedere oltre la dura scorza di Aideen. Non riescono a sopportarsi, eppure si desiderano…


RECENSIONE

Iniziare un nuovo libro di questa serie è ogni volta una scommessa con me stessa perché dopo la brutta esperienza del primo volume (qui la recensione) ho sempre timore che seguano tutti la sua scia. Invece (e per fortuna!) questo terzo capitolo segue le orme del secondo volume (qui la recensione) infatti mi ha piacevolmente intrattenuta e si è fatto leggere in circa 5 ore. Divertente e pungente, romantico ovviamente, era proprio quello che mi serviva per rientrare a piè pari nel tunnel della lettura.

Come da titolo originale, a questo giro la storia verte intorno all'incontro con l'amore di Kane e della sua controparte femminile Aideen.
Partiamo proprio dalla nostra lei. Aideen è un personaggio super carismatico ed è la protagonista femminile che ho amato di più in questa serie fino ad ora. Sa ottenere quello che vuole con l'uso delle parole senza essere volgare, forse è dovuto al fatto di essere cresciuta con tre fratelli e averne allevato uno, forse è solo che è matura e anche se non sa quello che vuole sa quello che non vuole. Certo, è un po' petulante con la storia "Non voglio mettermi con lui perché se poi si rovina l'amicizia bla bla", ma glielo perdono senza remore per come affronta tutta la storia.
Kane, invece, non l'ho inquadrato a dovere. Visivamente ce l'ho. Grande, grosso, piantato, con un sacco di tatuaggi e una schiena con cui potrebbe gareggiare contro Jamie Fraser, ma mi manca l'aspetto psicologico. Sì, okay, è la natura del personaggio essere un po' chiuso, però davvero, a parte l'evidente amore incondizionato che prova per Aideen, il loro bambino e i suoi fratelli (con fidanzate annesse), non viene fuori praticamente nulla di lui. In alcuni punti mi ha ricordato Christian Gray "Non toccarmi/Il palazzo è mio/Non mi piace parlare del mio passato..." ahahah, no dai, non fraintendete. Non c'entrano assolutamente nulla l'uno con l'altro, ma diciamo che alcuni tratti della loro personalità si toccano. Spero che nei libri successivi venga fuori un po' di più come è stato per Alec in questo.

Restando in tema personaggi, Bronagh si conferma la donna che mi piace di meno: insopportabile, non ci sono altre parole per descriverla. Alec è il mio distributore di arcobaleni personale: d'ora in poi quando sarò triste aprirò questo volume e mi leggerò tutte le parti in cui compare lui - devo metterci dei segnalini - e sono sicura al 100% che mi tornerà il sorriso in un batter d'occhio.

L'unica pecca del libro è l'argomento malattia. Sebbene il diabete sia mortale se non curato, l'autrice ha scelto una malattia abbastanza semplice da tenere sotto controllo. Ecco quello che non mi è piaciuta è che questa cosa non è altro che un escamotage per avvicinare i due protagonisti. Non vi dirò di più per evitare gli spoiler, però tendenzialmente è una cosa che non mi piace, e questo libro non fa differenza: penso che se si introduce una malattia la cosa debba essere giustificata e portata avanti nella maniera corretta, non che una volta che i due piccioncini si avvicinano questa passa in secondo piano come se non fosse mai successo.

Infine, questo volume porta son sé la capacità di incuriosirmi in una maniera disarmante. Mi ha stuzzicata ben bene e ora non vedo l'ora di avere avere tra le mani il prossimo volume per sapere che ne sarà di Branna e Ryder!
Decisamente una lettura consigliata, ma ricordatevi di leggere - nell'ordine giusto - tutti i libri e le novelle precedenti o vi resteranno dei buchi grandi come voragini.



L.A. Casey - Slater Brothers:
- 01. Love, un nuovo destino
- 01,5. Love, anime gemelle
- 02. Love, un incredibile incontro
- 02,5. Love, amori perduti
- 03. Love, un pensiero infinito
- 03,5. Love, come cuori lontani
- 04. Ryder (inedito)
- 04,5. Branna (inedito)
- 05. Damien (inedito)
- 05,5. Alannah (inedito)
- 06. Brothers (inedito)


2 commenti:

  1. Eccomi Ink, la tua recensione è la brezza fresca di questo pomeriggio sahariano al lavoro senza aria condizionata! ^_^ Con questa recensione mi hai altrochè aiutata a fare chiarezza in questa serie per capire se effettivamente fa per me o no! Da un lato vorrei iniziarla per arrivare già a conoscere i protagonisti del secondo e di questo terzo libro visto il tuo entusiasmo ma dall'altro leggere il primo beh no che non mi entusiasma. E si sono d'accordo con te, se in un libro si introduce un elemento forte e significativo come una malattia non si può dimenticarla e non affrontarla come si deve subito dopo la dichiarazione d'amore! E' una cosa che come ha dato fastidio a te certamente per me sarebbe stato lo stesso quindi si... alla luce di tutto sai che faccio? una sezione apposta della mia WL... innauguro i libri NI xD e così la wl sarà sempre più infinitaaa siiiiiiigh! Ok metto punto allo sclero più assoluto di questo pomeriggio! un mega smack e bentornata, non sparire piùùùù la blogosfera non è la stessa senza di te Ink! <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra più che giusto! Le nostre WL non sono mai abbastanza lunghe! Per quanto riguarda il primo... se si riesce a passare sopra a tutte le cose assurde che ci sono dentro è pure piacevole xD

      E no, non temere, sto già preparando tutti i post per settimana prossima quando sarò via!

      Elimina