lunedì 3 ottobre 2016

Recensione: Girano le Stelle di Darcy Woods

Etichette: , , , , , ,
Recensione 


Buon inizio settimana lettori, come state? Qui potrebbe andare un po' meglio, allo stato catatonico di ieri si sono aggiunti il raffreddore e il mal di gola, insomma, non proprio una pacchia. Oggi pomeriggio riprendono le lezioni teoriche per la patente, ma questa mattina cerco di superare il mio stato comatoso per portarvi la recensione di "Girano le Stelle" di Darcy Woods edito da Mondadori che ho vinto ad un giveaway.


recensione review Girano le Stelle di Darcy Woods
GIRANO LE STELLE
Darcy Woods

recensione review Girano le Stelle di Darcy Woods

Editore: Mondadori
Prezzo: Rigido: 17,00€ Ebook non disponibile
Pagine: 300
Serie: Autoconclusivo

Trama: "Ed eccola lì: la regina madre di tutte le mie paure. La Quinta Casa. Relazioni. Storie sentimentali. Amore. Ventidue giorni di allineamento planetario per trovare la mia anima gemella. Se non ci riesco, le stelle impiegheranno un altro decennio per creare di nuovo condizioni altrettanto ideali. Quindi aiuto! Se non trovo il ragazzo giusto adesso, incombe su di me la minaccia di dieci anni, o più, di sofferenza, pene amorose e malessere astrologico diffuso. Non ho scelta: devo superare la mia paura e cogliere questa opportunità cosmica." Fin da quando era bambina, a Wilamena è stato insegnato che il futuro è scritto nelle stelle e che le scelte importanti della vita vanno fatte consultando gli astri, perché, come sua madre le ha sempre detto, le stelle sono sagge e vanno ascoltate. Soprattutto quando si parla d'amore. Soprattutto ora, quindi, che Wil ha deciso di cogliere l'occasione che gli astri le offrono e trovarlo, il ragazzo perfetto per lei. Armata dei suoi amati vestiti vintage e del suo quadro astrale, parte perciò per la sua missione, trovare l'uomo dei suoi sogni. Peccato che Grant, il bel musicista di cui si invaghisce, sia drammaticamente un Pesci, l'unico segno che Wil sa di dover evitare come la peste. "Tutti tranne un Pesci" le ripeteva sempre sua madre, perché altrimenti la catastrofe sarà inevitabile. Sarebbe molto più semplice, allora, innamorarsi di Seth, un Sagittario perfetto per lei, almeno sulla carta (astrale). Che fare allora? Dare ascolto alle stelle, tenendo fede alla promessa fatta tanto tempo prima alla mamma, o seguire il cuore, col rischio di compiere l'errore più grande della sua vita?


RECENSIONE

Comincio a rendermi conto che se per me le tre stelle/foglioline sono una via di mezzo, un'indecisione, un "leggetelo e ditemi cosa ne pensate", le quattro stelle/foglioline invece sono la rappresentazione di ciò che fa volare il mio cuore di lettrice.
"Girano le stelle" non è un romanzo perfetto e di certo non raggiungerà picchi di vendite tali da renderlo un capolavoro, ma - forse un po' per il tema che tratta, forse solo per l'abilità dell'autrice - è stato in grado di farmi sognare e battere il cuore come solo pochi altri libri ("Dimmi tre segreti" per esempio) sono riusciti a fare quest'anno. 

«Non puoi costringerti a innamorarti di qualcuno! L'amore non può essere misurato o quantificato come le stelle. È caotico e imprevedibile. Cielo, a volte è persino sbagliato. E a volte quello che è sbagliato è giusto.»
Wil/Mena è una protagonista strana, per il 90% del tempo avrei voluto prenderla a testate, eppure mi ha conquistata al 100%. La sua goffaggine, la sua sfiga, il suo essere fermamente convinta che le stelle abbiano le risposte che cerchiamo... la rendono speciale. Strana sì, ma speciale. Credo che la cosa più bella del suo personaggio sia l'incrollabile fede che lei ripone nell'astrologia. Voi avete mai creduto così fermamente in qualcosa? Io no e invidio e trovo bellissima questa cosa in coloro che ci riescono.
Grant e Seth mi hanno ricordato tantissimo Roth e Zayne della serie Dark Elements. Certo, loro non hanno assolutamente niente di paranormale, ma le loro personalità si chiamano l'un l'altra e ovviamente io sono capitolata ai piedi di Grant come una pera cotta.

"Una volta mi hai chiesto cosa mi avesse riportato indietro dalle tenebre in cui ero caduto. È stata la musica. Ma, più di questo, è stato tornare a riporre la mia fiducia nelle persone.
Quindi ripongo la mia fiducia in te.
Con me o senza di te, troverai la tua strada.
Perché emani una luce troppo vivida per non riuscirci."

La cosa che più mi è piaciuta di questo libro è come l'autrice sia stata in grado di rendere il tutto serio e divertente al tempo stesso. Spesso mi sono ritrovata a sorridere sotto i baffi e ancora più spesso ho sentito il mio cuore palpitare al tempo di quello di Wil.
Alcune cose mi sono risuonate strane, tipo l'età dei personaggi. Il tutto si svolge nel mese di Giugno dei diciassette anni di Wil, eppure leggendo, sembra che siano tutti più grandi, quasi che il suo genere dovesse essere più un chick-lit che non uno young adult. Ma tutto sommato è una cosa a cui nemmeno si fa troppo caso perché lo stile della Woods è speciale, proprio come i suoi personaggi, ed è riuscita a coinvolgermi dalla prima all'ultima pagina e scatenando quel senso di fretta nel voler finire il libro perché ne volevo sempre, sempre di più.

«Tesoro, le risposte che cerchi non sempre si possono trovare in cielo. A volte la vita richiede un atto di fede. Per te, forse, ma solo forse, questo atto significa stare qui, sulla terra.»


E anche questa Monday Review è andata. Spero di avervi incuriosito abbastanza per stuzzicare la vostra voglia di leggere questo libro, vorrei davvero sapere se riuscirà a farvi sognare come ha fatto con me.


22 commenti:

  1. Che bella recensione Jess *.* E le citazioni... Adooooro :3 Aggiungo il romanzo alla mia wishlist e spero di poterti far sapere presto il mio parere :3

    RispondiElimina
  2. wow Ink questo libro ti è talmente piaciuto che hai alzato alle stelle le mie aspettative <3 spero di leggerlo presto perchè davvero la tua recensione mi ha conquistata <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto per restare in tema di stelle xD

      Elimina
  3. Bellissima recensione! Lo metto in wl sperando di poterlo leggere quanto prima perché mi hai veramente incuriosita! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa molto piacere sentirtelo dire <3

      Elimina
  4. Ciao, bella recensione! Il bello dei libri è questo, secondo me: anche se non sono perfetti, te ne innamori e le imperfezioni diventano solo un dettaglio in un quadro più ampio. Sembra un libro molto carino:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente quello che è successo a me con questo libro!

      Elimina
  5. Che bella questa recensione!
    Tutto il libro mi ricorda me quando ero adolescente e fissata con oroscopi e ascendenti! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho tipo incorniciato la parte del quaderno di scienze delle superiori quando abbiamo fatto la parte di astronomia XD

      Elimina
  6. Sembra davvero una lettura carina, che bello quando un libro ci sorprende in modo positivo

    RispondiElimina
  7. Ciao Jessica!!
    Sai che avevo il libro in lista, ma poi l'ho tolto?? avevo letto due recensioni, ed entrambe ne parlavano malissimo!
    Mi sa che mi hai convinto a ridargli una possibilità!
    un abbraccio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende tutto da come lo approcci, se ti aspetti una storia di passione con fuoco e fiamme caschi male, è una storia adolescenziale con tutta la bellezza e la dolcezza dell'avere diciassette anni <3

      Elimina
  8. Non conoscevo affatto questo libro e sicuramente me lo segno da leggere!

    RispondiElimina
  9. Si, decisamente da aggiungere in WL! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come se non fossero già abbastanza lunghe queste wishlist xD

      Elimina
  10. Ero attratta dal libro per la sua copertina ma vedo che anche il testo merita!

    RispondiElimina
  11. Mi incuriosisce particolarmente! Non conoscevo questo libro, ma grazie! Mi ha colpito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carinissimo, lo sto sbandierando ovunque xD

      Elimina