giovedì 20 ottobre 2016

Sands Of Time #02 L'Ottocento II 1820-1830

Etichette: , , ,
E anche oggi abbiamo due post, cavolo ragazzi ci credete? Questa settimana mi sono davvero presa troppi troppi impegni letterari, devo starci più attenta nei mesi a venire.
Ma questo di oggi pomeriggio non è un appuntamento comune, non è un appuntamento che posso mancare perché è qualcosa di completamente mio e che non condivido con nessuno, è qualcosa che racconta una parte di me al di fuori dei libri: ebbene sì inkers, siamo giunti al 20 Ottobre e quindi al secondo appuntamento con la nostra rubrica che ci fa viaggiare indietro nel tempo! Benvenuti in Sands Of Time #02 L'Ottocento II 1820-1830.


Cenni Storici

Il periodo che segue la caduta di Napoleone I vede il ritorno al potere in Europa degli antichi sovrani. Questo periodo, che va indicativamente dal 1818 al 1830, viene chiamato Restaurazione.
In questi anni la Francia ribadisce il suo ruolo fondamentale nella cultura europea raccogliendo e facendo propri gli influssi provenienti da altre nazioni specialmente dall'Inghilterra e dall'Austria.

L'abbigliamento Femminile

Il diciannovesimo secolo nella moda perde inventiva e originalità, preferendo riproporre e rivisitare i temi del passato. I tessuti si fanno più consistenti e le decorazioni più vistose. C'è un prepotente ritorno di merletti, balze, arricciature, volants, piume e nastri.
La gonna riprende ad allargarsi in fondo e, dopo il 1820, la vita gradualmente scende fino a tornare al suo punto naturale, mentre l'orlo comincia a salire fino a scoprire le caviglie. In testa tornano in auge cuffie e cuffiette, mentre ai piedi vengono indossate scarpette con allacciatura con nastri alla schiava che risalgono fino alle caviglie.
Se negli abiti da sera e da festa si va verso uno stile più civettuolo, negli abiti da giorno c'è una sorta di ritorno al periodo olandese con l'alzarsi dei colli, il restringimento delle scollature e l'allungarsi delle maniche.
Il bianco venne abbandonato come colore dominante e venne sostituito da colori e fantasie sempre più eccentriche.

L'abbigliamento Maschile

Nell'abbigliamento maschile si resta fedeli alla formula del tre pezzi: calzoni, panciotto e giacca, che però vengono sviluppati in più varianti di forme.
Per l'uomo il frac diventa il simbolo della civiltà contemporanea, quasi un'uniforme che simboleggia l'uomo di cultura a cui si accompagna sempre il cilindro, tranne nelle cerimonie in cui si preferisce il bicorno.
America Sottoveste 1820 Francia 1820-23 Europa 1820
Inghilterra 1828 Inghilterra 1827 Inghilterra 1822 Inghilterra 1820
Inghilterra 1815 Inghilterra 1824-26 America 1825 America 1820

Romanzi ambientati in questo periodo

Se con l'Impero avevo fatto fatica a trovare libri ambientati in soli vent'anni, con la Restaurazione è ancora più difficile dato che di anni ne copre dieci o poco più. L'unico titolo la cui storia è ambientata negli anni Venti dell'Ottocento è "Infine, tu" di Lisa Kleypas.
Un grazie enorme a Susy di "I miei magici mondi" che mi ha ricordato che anche "Jane Eyre" di Charlotte Bronte è ambientato in questo periodo! Se ne conoscete altri accomodatevi pure a suggerirne che li aggiungerò immediatamente!


🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Bene lettori, cosa ne dite? Vi è piaciuto questo appuntamento?
Lo so, lo so, è un po' scarno, ma vi prometto che il mese prossimo sarà moooolto più corposo perché entriamo nel vivo di questo secolo e finalmente avremo anche più libri come riferimenti.
L'appuntamento. quindi, è per il 20 Novembre con il "Romanticismo".

Credits: tutte le immagini di quadri e libri sono reperite da Google Immagini. Le foto degli abiti provengono dal sito del MET Museum e dal sito del Kyoto Costume Institute.


15 commenti:

  1. Ciao! Ma che bella questa tua rubrica, non vedo l'ora di leggere quella del Romanticismo!! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà un puntata ricca quella del romanticismo!

      Elimina
  2. Adoro, adoro, adoro! *-*
    Un altro bellissimo post, Jess!
    Mi piace particolarmente l'abito "Inghilterra 1824-26", quello bianco e rosso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh quello è ancora molto legato all'Impero, nel Romanticismo sarà uno scoppio di fiocchetti e fronzoli!

      Elimina
  3. Sei grandissima Ink e questa rubrica è unica *_* Mi emoziona ogni volta vedere gli abiti di un tempo e grazie a te sto scoprendo tante cose che non mi sarei mai sognata di apprendere! Non conoscevo nessuna di queste differenze, io li consideravo tutti "abiti dell'800" e basta ed invece quanta magia c'è in ogni dettaglio. Wow.. grazie grazie grazie anche perchè quando leggerò un libro ambietanto in questa epoca riuscirò ad immaginare gli abiti nei dettagli e la lettura sarà ancora più magica e coinvolgente grazie a te <3 <3 <3 <3 Super super complimenti!!!! <3 <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella seconda metà dell'800, nel Vittoriano precisamente, gli abiti cambiano ogni 5/10 anni xD

      Elimina
  4. Carinissima questa rubrica, mi piace molto e la trovo molto originale. Non vedo l'ora di leggere un po' di come evolverà la moda con il Romanticismo, perchè credo che ne vedremo delle bellexD Un'unica cosa, non è che hai anche delle immagini dall'Italia? Credo che sarebbe interessante, con tutti i romanzi ambientati nell'Ottocento inglese, avere anche un'idea della moda nostrana (siamo pur sempre il Paese della moda, o almeno ci proviamoxD):)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Italia non detta moda fino a metà del Novecento. Solo Venezia ha un ruolo rilevante durante il Settecento, durante tutto l'Ottocento è l'Inghilterra a decidere la moda europea, come nel Settecento è stata la Francia e nel Seicento la Spagna.

      Elimina
  5. Jessi, non conoscevo questa tua rubrica, è semplicemente favolosa, la amo! Tantissimi complimenti per l'idea *-* La storia è da sempre una mia grande passione e abbinare moda e libri è fantastico! Di libri ambientati in quell'epoca me ne vengono in mente moltissimi e gli abiti sono qualcosa di favoloso, amo la moda ottocentesca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne trovi qualcuno ambientato tra il 1820 e il 1830 scrivilo che lo aggiungo!

      Elimina
  6. Ero ansiosa di leggere un altro post di questa rubrica che trovo davvero bella. Non so perchè mi viene in mente Jane Eyre, se dico un'eresia perdonami ma non era ambientato più o meno nel 1820?
    Aspetto di leggere il prossimo post soprattutto perchè dici che sarà molto più ricco, e sicuramente dipende anche dal momento storico dove si ha molto di più da dire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai assolutamente ragione! Mi sono fatta fregare dal fatto che sia stato pubblicato nel 1847! Aggiorno subitissimo!

      Elimina
    2. In realtà non ero sicura nemmeno io. L'ho letto tempo fa però mi ricordavo intorno a quel periodo. Sono contenta di averti aiutata :-)

      Elimina
  7. Ciao Jessica!!
    Che bel post!! E poi mi ha colpito i due ultimi consigli letterari: uno lo conoscevo già, mentre quello della Kleypas no.
    Vado a leggerne la trama per curiosità... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non l'ho letto, è frutto di ricerche xD

      Elimina