venerdì 2 dicembre 2016

Blog Tour Natalizio: - 24 Libri a Natale Casella n.2! Recensione: Natale a Notting Hill di Karen Swan

Etichette: , , ,

Ed è arrivato dicembre inkers! Come state? Qui si gela e temo seriamente che i miei piedi siano a rischio ipotermia perché che siano nudi o avvolti da calzini e coperte non c'è verso che si scaldino!
Questa settimana, questo mese, questo periodo insomma, sono ricchi di eventi, Natale porta sempre con sé la gioia e quale miglior modo per una blogger se non trovarsi intorno ad un fuoco insieme alle sue colleghe e condividere con loro - e con voi lettori! - la magia di questo momento?
Sul blog Toglietemi Tutto Ma Non I Miei Libri trovate aperta la prima casellina, correte a scoprirla!

Avevo progettato un bellissimo post per questo articolo, ma purtroppo la lettura non si è rivelata all'altezza delle mie aspettative, cercherò comunque di essere molto buona!



NATALE A NOTTING HILL
Karen Swan


Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 9,90€ Ebook 4,99€
Pagine: 384
Serie: Autoconclusivo

Trama: Migliaia di addobbi e luci scintillanti decorano Londra mentre si avvicina il Natale, ma Nettie Watson non è in vena né di feste né di regali. Il Natale, per lei, è solo il ricordo doloroso di quello che aveva, della vita che era abituata a fare e di chi non c’è più… Quando, con sua grande sorpresa, si ritrova al centro di una campagna mediatica senza precedenti e, ancora più inaspettatamente, attira l’attenzione di Jamie Westlake, la popstar più amata del momento, la situazione la coglie del tutto impreparata. Jamie è famoso per essere un impenitente spirito libero ma l’attrazione nei confronti di Nettie è evidente e innegabile, come del resto i suoi sforzi per ignorare i propri sentimenti e la straordinaria chimica tra loro… Nettie, dal canto suo, è alle prese con profonde ferite: il dolore per la scomparsa della madre è ancora troppo fresco e non ha idea di come lasciarselo alle spalle per accogliere la gioia di quelle luci sfavillanti, della pienezza degli abeti carichi di neve e la promessa di quell’amore che sta bussando al suo cuore…

Recensione

Partiamo da una premessa per liberarmi subito dell'astio: il titolo originale è "Natale a Primrose Hill" e ha una buona ragione di essere tale. Notting Hill viene nominata una volta in tutto il libro, non c'entra niente.
Vabbè, andiamo oltre.

La storia inizia del più inverosimile dei modi: una ragazza, vestita - per sfiga - da gigantesco coniglio blu rischia di morire in un incidente sulla neve e all'improvviso diventa la star di tutta la rete web. Come se non fosse abbastanza la sua migliore amica decide che deve trovare il modo di farle conoscere un cantante che si è unito ai suoi follower et voilà! Ecco che la raccolta di beneficienza a cui lavorano casca a fagiolo.
Non mi dilungherò oltre con la trama, quella proposta dall'editore è più che soddisfacente sebbene io non abbia apprezzato la storia per l'eccessiva dose di "non reale". No, ciò su cui voglio concentrarmi sono i personaggi: personaggi davvero ben fatti, personaggi credibili, personaggi che rasentano il limite della sopportazione in alcuni casi, mentre in altri ti strappano il cuore.
Tipo il padre di Nettie. Gerry è un uomo tutto d'un pezzo, vecchio stampo ma che sa abbracciare il presente.
Nettie è una protagonista con mille paturnie e davvero, nonostante io sia arrivata alla fine - o forse proprio per questo - proprio non capisco i suoi dubbi amletici.
Jamie fa onore al suo nome: è dolce, premuroso e permaloso quanto basta per adorarlo.
E poi abbiamo una carrellata (e davvero sono un carrellata, ne ho contati... tredici/quindici!) di personaggi secondari dalle mille sfaccettature.

Probabilmente io non ho avuto modo di gioire profondamente di questa lettura perché mi aspettavo una tenera storia d'amore a sfondo natalizio, e invece mi sono ritrovata tra le mani una storia di Natale. Sì, una di quelle storie tipo "Miracolo nella 54esima strada".
Qui la protagonista non è Nettie, non è la sua possibile storia d'amore con un cantante inavvicinabile. No, qui il protagonista è il rapporto fra padre e figlia, tra un passato troppo difficili da lasciare andare e un torto troppo grande da digerire.
Il padre di Nettie e Nettie stessa vivono ancora con la speranza che quanto accaduto quattro anni prima possa risolversi, ma fino a circa il 70% del libro non non scopriremo di cosa di tratta. La Swan lascia briciole di pane in giro per il libro, nascondendole dietro una mole tale di parole da chiedersi quale sia il senso.

Questa è una storia di Natale perché è una storia di speranza: alla fine della lettura ciò che rimane è la sensazione che a Natale tutto sia possibile. Che i vicini si dimostrino persone umane, che i nostri cari - gli amici, la famiglia - lontani, tornino a casa, che i sogni si avverino.
Non consiglio questa storia a chi cerca una storia d'amore, ma certamente è l'ideale per chi ha bisogno di credere nel mondo ci sia ancora magia.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Bene lettori, cosa ne dite?
Conoscete questo libro? Gli darete una chance?
Non perdetevi il resto di questo Calendario dell'Avvento davvero speciale!




29 commenti:

  1. "la lettura non si è rivelata all'altezza delle mie aspettative, cercherò comunque di essere molto buona" :D fantastica!
    Comunque il libro mi incuriosisce, amo le storie di Natale, al di là della storia romantica in esse contenute

    RispondiElimina
  2. Di questo libro la prima cosa che colpisce è la copertina ♡.♡
    La trovo bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una volta sì, Newton ci ha azzeccato!

      Elimina
  3. Bellissima recensione Ink, adoro leggerti perchè non hai peli sulla lingua, pro e contro di un libro li metti in evidenza in modo chiarissimo, sei grande! <3 Credo che questo libro potrebbe fare per me, vedremo ^^

    RispondiElimina
  4. bella recensione, seppur non positivissima...ma finalmente! è giusto così! Brava! Non so se lo leggerò, non m'ispira molto...ma chissà, le feste magari mi faranno cambiare idea...! ;)

    RispondiElimina
  5. sinceramente lo avevo visto in libreria e non mi aveva ispirata nemmeno leggendo la trama... però ci sono periodi in cui i libri leggeri così mi "servono" quindi perchè no??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggero non è esattamente un termine che userei xD

      Elimina
  6. Ecco e io che volevo leggerlo, ma tu sei l'ennesima persona che non me ne parla benissimo quindi ora sono dubbiosa :/ comunque bellissimo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Purtroppo bisogna approcciarlo sapendo a cosa si va incontro!

      Elimina
  7. Hai recensito in maniera impeccabile 😀
    Io ho letto il libro dell'anno scorso della Swan e anche quello era un po particolare!
    Grazie 😘

    RispondiElimina
  8. Mi è piaciuta questa tua recensione..molto diplomatica direi! U_U
    Onestamente anche io credevo si trattasse di una storia d'amore, comunque è molto interessante il messaggio che trasmette quindi magari prima o poi gli darò una chance senza aspettarmi troppo..invece per la storia del titolo non ho potuto far a meno che alzare gli occhi al cielo, è orribile quando non ha nulla a che fare con il contenuto del libro! ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah grazie! Diplomazia è il mio secondo nome xD

      Elimina
  9. Ho un libro della Swan, sempre sul Natale, che ni aspetta già da un po'. Che sia la volta buona che lo inizi?
    Comunque non avrei dato molto a questo libro, ma grazie alla tua recensione merita (forse) una piccola chance!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma piccola piccola. Non mi sono dilungata nell'esprimere l'assurdità di alcune cose xD

      Elimina
  10. Ahah 'cercherò di essere molto buona' è in pieno stile natalizio <3 Adoro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh una ci prova, mi sembra di esserci riuscita xD

      Elimina
  11. L'avevo in wish list per le letture natalizie di quest'anno, ma l'ho messo da parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad averlo saputo prima, lo avrei messo da parte anche io!

      Elimina
  12. Per una volta mi ritrovo a depennare un libro dalla WL! Odio quando puntano la sinossi su una cosa e poi leggi e trovi tutt'altro >.<

    RispondiElimina
  13. con i titoli e le cover la newton ha qualche problema! Mi sono tenuta lontana da questo libro perché l'anno scorso ho letto Natale sotto la neve, sempre suo, e ho deciso di mettere una pietra sopra a questa autrice. Direi che ho fatto bene

    RispondiElimina
  14. Volevo Leggerlo... mi sa che finisce tra i forse... Comunque bella recensione!
    -Aly-

    RispondiElimina
  15. Amo questa scrittrice l'ho conosciuta con "Un diamante da Tiffany" e l'ho seguita per altre sue opere ma questo per me è stato un po' deludente
    La tua recensione Jessica come al solito ha centrato in pieno la vera natura di questo libro, giusta la tua considerazione sul titolo che è stato dato alla stampa Notting Hill viene citata una sola volta all'inizio del libro dopodiché il buio più profondo, giustissima la tua analisi sul fulcro della storia presentata dalla Swan, il rapporto tra padre e figlia legati da un segreto che verrà fuori solo nelle ultime pagine del libro, Jamie il cantante fa da contorno alla storia, come valuti bene tu Jessica questa storia è un inno alla speranza che tutto alla fine possa risolversi, che dopo il periodo buio, dopo il tunnel appare la luce

    RispondiElimina