lunedì 19 dicembre 2016

Release Review : Ti amo per Caso di Brittainy C. Cherry

Etichette: , , , , , , ,
Buon lunedì lettori, spero ce la vostra settimana inizi al meglio. Di mio spero di rendervi questa giornata un po' migliore con la recensione di oggi perché vi parlo di un libro che esce oggi e che ho amato profondamente: "Ti amo per Caso" di Brittainy C. Cherry edito da Newton Compton che ringrazio infinitamente per la copia digitale omaggio.


TI AMO PER CASO
Brittainy C. Cherry


Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 9,90€ Ebook 4,99€
Pagine: 320
Serie: Elements #01

Trama: Hai presente quello spazio che c’è tra un incubo e un bellissimo sogno? Quando il domani non arriva mai e il passato non fa più male? Sì, proprio dove il mio cuore batte allo stesso identico ritmo del tuo, il tempo non esiste ed è facile respirare? È lì che voglio vivere con te».
Mi avevano messa in guardia su Tristan Cole.
«Stai lontana da lui», mi diceva la gente. «È crudele». «È freddo».
È semplice giudicare un uomo dal suo passato. Troppo facile guardare Tristan e vedere un mostro. Ma io non potevo farlo. Ho riconosciuto il male che si portava dentro, perché era simile a quello che viveva in me. Eravamo due persone svuotate. Entrambi alla ricerca di qualcosa di diverso. E insieme abbiamo deciso di provare a riunire i frammenti del nostro passato. Poi, forse, avremmo potuto finalmente ricordarci di respirare…

Recensione

Nessuna anima gemella se ne va dal mondo da sola;
prende sempre con sé un pezzo della sua metà.
Come vi ho anticipato sabato nel countdown, questo libro mi ha rubato il cuore ❤ Posso dire con certezza che dopo "L'amore arriva sempre al momento sbagliato", con "Ti amo per caso" Brittainy C. Cherry entra senza indugio nella Top 5 dei miei autori preferiti.
Troppo presto dite? Beh, continuate a leggere e vediamo se poi la penserete ancora così.
Dimenticatevi per un attimo la copertina e il titolo dell'edizione italiana, chiudete gli occhi e... respirate.
Questo libro è aria pura. È un respiro profondo in una mattina di sole in montagna. È equilibrio. È la brezza che ti scompiglia i capelli e che ti sfiora il viso quando ti affacci alla finestra a guardare il mare. Non è di certo un caso se fa parte di una serie chiamata "Elementi" e se quello che gli è stato assegnato è proprio l'aria.

Non so se per la Cherry la morte sia un tema importante, ma due libri suoi ho letto e in entrambi i protagonisti tentano di sopravvivere alla perdita di qualcuno. In questo libro però, a differenza di "Loving Mr. Daniels" i protagonisti, ma i personaggi in generale, sono più maturi sia come età che come psicologia. Abbiamo a che fare con il tornare proprio a vivere quando una parte di noi ci lascia per sempre.
I pov alternati sono l'ideale per questo libro perché scorgere i pensieri sia di uno che dell'altro fa prendere al lettore le giuste misure su quelle che sono azioni e reazioni dei personaggi agli stimoli esterni a se stessi.
Mi mancava baciare. La sensazione di cadere contro qualcuno che ti sorreggeva impedendoti di schiantarti a terra. La sensazione di calore che ti pervade la pelle mentre scambi con un’altra persona i tuoi respiri.
Tra i due, Tristan ed Elizabeth, quella più forte è decisamente lei. Questa volta l'anima tormentata di lui viene sì conquistata dalla purezza di lei, ma non nel solito modo. Non c'è un'attrazione fatale, un bisogno di proteggere animale. Quello che c'è è il riconoscere uno spirito affine. Vedere se stessi, le proprie fratture, le proprie imperfezioni, il proprio essere a pezzi negli occhi di un'altra persona. 
Il rapporto fra i due nasce nel più sbagliato dei modi, eppure evolve con tanta di quella dolcezza che è naturale innamorarsi.
Elizabeth è a pezzi, ma deve tener duro per la sua bambina.
Tristan, invece, è completamente perso. Lui non ha più niente a cui aggrapparsi, a cui sorreggersi per restare in piedi.
Emma, con la sua innocenza, porta la speranza laddove il cuore di Tristan non riesce più a vedere la luce.
«Pensavo che non fossi capace a fare l’amico».
«Non lo sono». Sospirò accarezzandosi il collo. «Ma speravo quasi che potessi insegnarmelo tu».
«Perché io?»
«Perché credi nelle cose buone, anche se hai il cuore spezzato. E io non riesco a ricordare come siano fatte, le cose buone»
La storia di per sé non è complessa, ma ammetto di essere rimasta piacevolmente colpita dal colpo di scena. Non me lo aspettavo proprio ed è stata una piacevole sorpresa per il genere.
In questo libro non ho versato lacrime a fiotti come è stato per l'altro libro della Cherry che ho letto, ma credo che mi sia rimasto nel cuore molto di più perché la storia, i personaggi, gli eventi... sono tutti molto più veri, molto più tangibili.
Tutto il libro fa respirare e respira a sua volta. Ogni volta che la parola "respirare" appare tra le righe è come sentire il libro che inspira ed espira tra le nostre mani.
La respirazione - nostra, dei personaggi, del libro stesso - scandisce il ritmo, crea una sorta di onda, di risacca, è un movimento che culla. Un po' come quando si è distesi su un'amaca, con una gamba a penzoloni, un braccio sotto la testa, uno appoggiato sul libro che abbiamo in grembo e un alito di vento ci fa dondolare.
Lo stile della Cherry è unico, davvero, si riconosce fra tanti. Forse un po' la fretta nel rilasciare il digitale ha giocato qualche scherzo nella battitura dell'edizione italiana, ma lettori vi giuro che ne vale la pena!
Conosci il luogo a metà tra gli incubi e i sogni? Il posto in cui domani non arriva mai e ieri non fa più male? Il posto in cui il tuo cuore batte in sincronia con il mio? Il posto in cui il tempo non esiste, e respirare è facile?  È lì che voglio vivere con te.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Allora mie macchioline d'inchiostro, che ne dite?
Vi ho convinto a leggere questa piccola meraviglia?
Io non vedo l'ora di avere tra le mani il cartaceo il 12 Gennaio!


7 commenti:

  1. Una storia davvero bellissima

    RispondiElimina
  2. Vabè già mi avevi convinta in chat ma dopo questa recensione non c'è alcun minimo dubbio! DEVO leggere entrambi questi libri alla svelta, il mio cuore ne ha bisogno *____*

    RispondiElimina
  3. Che dire, perfetto *.* La Cherry ormai la leggerò ad occhi chiusi!

    RispondiElimina
  4. l'unica cosa che non mi è piaciuta è proprio il colpo di scena....

    RispondiElimina
  5. lo devo leggere e mi fa piacere la tua opinione!

    RispondiElimina
  6. Jessica, ancora una volta mi trovi concorde sulla tua valutazione. Ho amato questa storia, non sono riuscita a staccarmene fino a giungere ai ringraziamenti dell' autrice alle 4:00 del mattino. A differenza di te non ho versato lacrime per il prof. Daniels, anche se mi e' piaciuta la storia, ma, questa l'ho sentita piu' vera, piu' coinvolgente, piu' attinente alla realta'. Come dici tu :"Tutto il libro fa respirare e respira a sua volta" e' proprio cosi', non ti preclude l'immaginazione di un finale a sorpresa, no ti prende per mano e ti conduce verso questa evoluzione della storia che rafforza il sentimento tra Tristan ed Elizabeth

    RispondiElimina