giovedì 22 dicembre 2016

Twin Reviews #04 Eleanor&Park - Per una volta nella vita di Rainbow Rowell

Etichette: , , , , , , ,
Buon giovedì inkers! Vi sono mancata? Lo so, lo so che da lunedì sono sparita, martedì doveva esserci il Sands of Time che è ovviamente saltato e anche ieri ho mancato il WWW. E ora vi spiego perché: martedì il pc ha dato forfait di nuovo e ho dovuto - di nuovo - cancellare tutto e reinstallare uno per uno i programmi per capire se c'era qualcosa che creava conflitto. Ovviamente non ho scoperto qual è il problema e nemmeno Microsoft e HP sembrano riuscire a venirne a capo. Non so se lanciare il pc dalla finestra e buttare così via 550€ o che altro fare. Probabilmente devo solo arrendermi e tornare a W8. Ieri invece... caliamo un velo pietoso su ieri per favore. La terza guida (la prima in autostrada) è stata tragica a livelli esponenziali, roba che tornata a casa sono scoppiata a piangere come una bambina con papà che mi consolava. Nel pomeriggio ho installato il nuovo template a Nicole di Leggere Per Sognare, ma il menù che avevo creato ha deciso di non funzionare e quindi ho dovuto scervellarmi per trovare una soluzione temporanea... comunque, che ne dite? Vi piace?

Ma veniamo a noi, sì perché oggi è il 22 del mese e almeno una scadenza voglio rispettarla! Come ogni 22 oggi ospito la mia amica Ely de Il Regno dei Libri insieme a cui vi parlerò della Twin Reviews di oggi che vede protagonista "Eleanor&Park - Per una volta nella vita" di Rainbow Rowell edito da Piemme. E visto che l'esperimento della volta scorsa con il botta e risposta vi è piaciuto, non potevamo certo privarvene questo mese, no?

Ink: Dunque Ely, bentornata su The Ink Spell! È un piacere averti qui!

Ely: Grazie Ink, essendo una Inkers non posso non essere sempre felicissima di trovarmi qui!


ELEANOR&PARK
PER UNA VOLTA NELLA VITA
Rainbow Rowell


Editore: Piemme
Prezzo: Rigido 12,90€ Brossura 9,90€
Pagine: 612
Serie: Autoconclusivo

Trama: Eleanor è appena arrivata in città. La chioma riccia rosso fuoco e l’abbigliamento improbabile, ha lo sguardo basso di chi, in pasto al mondo, fa fatica a sopravvivere.
Park ha tratti orientali che ha preso dalla madre coreana e veste sempre di nero. La musica è il suo rifugio per tenersi fuori dai guai.
La loro storia inizia una mattina, sul bus che li porta a scuola. Park è immerso nella lettura dei suoi fumetti e perso tra le note degli Smiths, Eleanor si siede accanto a lui. Nessun altro le ha fatto posto, perché è nuova e parecchio strana. Il loro amore nasce dai silenzi, dagli sguardi lanciati appena l’altro è distratto. E li coglie alla sprovvista, perché nessuno dei due è abituato a essere il centro della vita di qualcuno. Tra insicurezze e paure, Eleanor e Park si scambiano il regalo più grande: amare quello che l’altro odia di sé, perché è esattamente ciò che lo rende speciale. Sarà la loro forza, perché anche se Eleanor non sopporta quegli sfigati di Romeo e Giulietta, anche il loro legame deve fare i conti con un bel po’ di ostacoli, primo fra tutti la famiglia di lei, dove il patrigno tiranneggia incontrastato. Riusciranno, per una volta nella vita, ad avere ciò che desiderano

Recensione

Ely: Questo libro per me è stato un autentico "wow", lo sai Ink. Ero in uno stato letterariamente catatonico e bamm l'incontro con Eleanor e Park mi ha svegliata e mi ha riportata nel mondo dei vivi, ovvero dei lettori. In fondo però sapevo che Rainbow non mi avrebbe delusa e così è stato. Tutta la lettura è stata coinvolgente. Ho perfettamente ritrovato lo stile che avevo adorato in Fangirl, divertente ed esilarante a tratti ma anche struggente e profondo. Come sai è stato difficile frenarmi e certe mattine andavo avanti nella lettura perché non riuscivo a smettere di leggere.

Ink: Oh sì, concordo assolutamente! Voi lettori non potete saperlo, ma alla fine con Ely ci siamo ritrovate a rincorrerci perché prima lei è corsa al capitolo 19, poi mi ha aspettata, ma io - incapace di fermarmi - sono arrivata al 34. Mi sono auto messa in pausa per aspettarla e... lei è arrivata al 54. Insomma, alla fine lo abbiamo letto in diretta solo alla conclusione mentre scleravamo insieme  su Telegram davanti alle ultime pagine xD
La cosa che mi è piaciuta di più in assoluto di questo libro è l'ambientazione temporale, ci troviamo negli anni '80, in quel periodo a cavallo tra l'avere tutto e il non avere niente. Eleanor e Park sono la personificazione di questa spaccatura temporale e sociale. Opposti che si attraggono, talmente simili da essere completamente diversi, eppure totalmente veri.
La ragazza nuova prese fiato e venne avanti. Nessuno la guardava. Anche Park si sforzò di non farlo, ma era come non guardare un’eclissi o un treno che deraglia.

Ely: Rainbow ha costruito, ancora una volta, protagonisti indimenticabili, quoto ovviamente. Io sinceramente ho adorato sia Eleanor che Park, in certi momenti era come se fossi su quel bus insieme a loro. Sono arrossita quasi in certi momenti e il mio cuore ha fatto capriole e saltelli da liceale, vi assicuro. Non aspettatevi la love story fra una cheerleader ed il quaterback, no no, questa è una storia dolce e tenera come il primo bacio. Aspettatevi una ragazza un po' in carne, un'outsider, stravagante forse se non la si conosce a fondo, ed un giovane nerd dai tratti asiatici. Li adorerete perché non potrete farne a meno. Per quanto agli altri personaggi, li ho trovati tutti ben tracciati, nel bene o nel male. Sono sincera, Ink mi è testimone, quasi quasi stavo per far partire una bella denuncia verso qualcuno di loro. Lo so, lo so, la denuncia di un personaggio letterario non è contemplata dal codice penale però questo vi dimostra quanto la Rowell sia grande nel costruire storie e personaggi (principali e secondari) reali.

Ink: E a proposito di denunce... vogliamo parlare delle condizioni in cui vive Eleanor? Ma non solo lei, anche il resto della sua famiglia, l'odio che ho provato per sua madre non l'ho mai provato per nessun personaggio di carta e inchiostro.
Quando Ely vi dice che Eleanor è stravagante dimentica di dirvi che in un certo senso lei però non ha scelta. La vita che le viene imposta è qualcosa che si muove al di sopra delle sue possibilità. Park invece è più simile a noi, lui combatte con dei mini demoni interiori che tutti noi abbiamo combattuto almeno una volta: il voler essere accettati, il voler essere diversi, il voler essere accettati per il nostro essere diversi. La cosa incredibile di Eleanor e Park è come l'uno sia il sostegno e la crescita dell'altro. Insieme scoprono l'essere uomo e l'essere donna, scoprono il primo, il secondo, il terzo bacio e tutti quelli a venire.
Arrivò in ritardo a mensa e poi in ritardo a inglese. E se ancora non aveva capito che quello stupido di un asiatico del cavolo le piaceva, in quel momento non ebbe più dubbi.
Perché persino dopo tutto quello che era successo negli ultimi quarantacinque minuti - e tutto quello che era successo nelle ultime ventiquattro ore -, non riusciva a pensare ad altro che a rivedere Park.

Ely: E se è vero che Eleanor non crede nell'amore di Giulietta e Romeo (d'altronde una ragazza che non si sente amata, accettata e sostenuta dalla stessa madre come potrebbe mai credere che qualche forma di amore vero e incondizionato sia possibile?!), dicevo, sebbene Eleanor non ami l'amore descritto dal Bardo, beh, Eleanor e Park per me rimarranno sempre icone di un amore dolce, romantico, puro, smisurato ed eterno. Sì, il loro è l'amore per cui farò il tifo tutta la vita, una coppia che dona senso al concetto stesso di amore. Rainbow è crudele però vi avverto, Ink quante lacrime abbiamo versato alla fine del libro?

Ink: Dobbiamo parlarne davvero Ely? Perché ammetto di non averlo ancora digerito quel finale. Innanzitutto, cara Rainbow, sei una scrittrice fantastica, ma *censura* perché *censura* non scrivi mai gli epiloghi?! Anche con Fangirl me l'hai tirato questo tiro mancino -.-"
Non fraintendete le parole di Ely, non erano lacrime di tristezza, ma di esasperazione, di impotenza, di afflizione. Non si può, non è concepibile che un autore lasci alla mercé della mente del lettore cosa ne sarà dei suoi protagonisti solo perché lei ha dimenticato cosa vuol dire sognare ad occhi aperti.
Pensi che io sia troppo cattiva Ely?
«Non mi piaci, Park» ripeté lei, dando per un attimo l’impressione di parlare sul serio. «Io...,» continuò, con la voce ridotta a un soffio «vivo per te.»
Park chiuse gli occhi e abbandonò la testa sul cuscino.
«Mi sembra quasi di non respirare, quando non siamo insieme» sussurrò lei. «Tanto che, quando il lunedì mattina finalmente ti vedo, sono tipo sessanta ore che non respiro. Sarà per questo che sono così acida e ti rispondo male. Il tempo in cui siamo separati lo passo a pensare a te, mentre quando siamo insieme mi prende il panico. Perché ogni attimo mi sembra capitale. E perché perdo talmente il controllo da non riuscire a trattenermi. Non sono neanche più mia, sono tua, e che ne sarebbe di me se tu decidessi di non volermi? Potresti mai volermi quanto ti voglio io?»

Ely: Certo che no, non sei troppo cattiva, anzi! Vedi, è che abbiamo così tanto amato Eleanor e Park che proprio non abbiamo mandato giù il fatto di averli dovuti salutare così all'improvviso. Mi sono sentita strappata a forza da loro, è che voglio talmente bene ad entrambi che vorrei tanto sapere che va tutto bene, ecco l'ho detto... sono strana lo so, lo ammetto. Eleanor ha ricevuto solo una razione schifosa dalla vita, adesso è sacrosanto che abbia la sua razione di gioia, la sua razione d'Amore, ovvero la sua razione di Park. Heartreaders, Inkers, state tranquilli davvero gli spoiler qui sono impossibili! Ink tu hai fatto ricerche su eventuali sequel o rivelazioni di Rainbow, mi sembra non ci aspetti nulla all'orizzonte, giusto? Se volete sapere come la penso io, Rainbow ha ceduto un po' al cinismo sul finale, se un eventuale sequel avesse avuto toni cinici, beh, non glielo avrei perdonato..così invece, certo non posso non storcere il naso, ma accetto e metto in moto la mia fantasia lasciandomi guidare dal cuore.

Ink: Dici bene Ely, ero talmente speranzosa di avere qualche informazione in più che sono andata sul sito della Rowell e beh, è stata una sonora doccia fredda. Secondo quanto scritto dall'autrice, infatti, prima del grande successo del libro lei era seriamente intenzionata a scrivere un sequel, ma dopo aver visto quanto seguito i suoi personaggi hanno avuto si è tirata indietro per paura di deludere i lettori. Io boh, non ho parole.
Ho amato profondamente questo libro, in un modo che non mi sarei mai aspettata. Lo consiglio a tutti, grandi e piccoli, perché questa è una storia d'amore e di coraggio, è una storia di amicizia e di sopravvivenza, è una storia di diversità e uguaglianza. Insomma, tocca il cuore lasciando un'impronta a fuoco.

Ely: Non avrei saputo dirlo meglio Ink, "Eleanor e Park" è uno di quei libri che ricorderò per sempre, due personaggi che mi riscalderanno sempre il cuore ogni volta che mi torneranno in mente e, se mai vedrò un giorno una ragazza dai capelli rosso fuoco ed un ragazzo asiatico un po' nerd che si tengono per mano passeggiando davanti ad una fumetteria, beh, il mio cuore esploderà di gioia pura.
Credo che a questo punto si sia capito che "Eleanor e Park" è un libro che assolutamente consigliamo di cuore a tutti, vero? xD
ELEANOR
   Quando il lunedì mattina Eleanor vide Park alla fermata dell’autobus, le prese il risolino. Sul serio, il risolino come ai personaggi dei cartoni... con tanto di guance in fiamme e cuoricini che spuntavano dalle orecchie.
   Fu uno spettacolo ridicolo.
PARK
   Quando il lunedì mattina Park vide Eleanor avvicinarsi, fu tentato di correrle incontro e prenderla tra le braccia. Come il protagonista di una delle soap opera che guardava sua madre. Per frenarsi si aggrappò alle bretelle dello zaino...
   Fu una sensazione magnifica.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Allora Inker&Heartreaders che ne dite di questa recensione?
Conoscevate già Eleanor e Park o vi abbiamo almeno incuriosito a leggerne?
Non serve dirvi che ho già messo in lista questo libro da comprare, vero? Siano benedette le biblioteche!
A voi la parola!


4 commenti:

  1. mi è piaciuto molto questo libro

    RispondiElimina
  2. Ciao belle! <3
    Io ho letto questo libro ad agosto e... Dire che l'ho amato è dire poco, pochissimo.
    E' bellissimo e, se avessi tempo, so che lo rileggerei ancora altre volte *^*-
    Un bacione! <3

    RispondiElimina
  3. Ciao Jessi! Scusa se sono stata poco presente in questi giorni ma purtroppo mi sono ammalata-.-
    La recensione è bellissima e coinvolgente e mette addosso tanta voglia di leggere il libro ma anche - parlo per me - un po' di paura. Ho paura perchè la Rowell sembra saper toccare dei temi molto particolari e un po' doloranti e, anche se magari sana poi tutte le ferite, prima devi affrontare quei demoni che ti spaventano - come persona prima che come lettrice. Quindi, insomma, avrei voglia ma sono un po' titubantexD In ogni caso, la vostra recensione concertata è bellissima:)
    Se non ci si sente più nei prossimi giorni, tantissimi auguri!:-*

    RispondiElimina
  4. che carina questa twin reviews! E io ho amato profondamente questo libro! Anche con quel finale che non è un finale. Amo questa scrittrice e devo assolutamente recuperare fangirl

    RispondiElimina