giovedì 30 marzo 2017

Recensione: La meraviglia di essere simili di Daniela Volonté

Etichette: , , , , ,

Recensione


Buongiorno Inkers, tutto bene? Siamo quasi alla fine della settimana, eh? Questa mattina ho aperto le attività con il comunicato ufficiale dell'arrivo in Italia del nuovo romanzo di Richelle Mead (qui), ma ora sono qua per parlarvi di un libro che mi ha proprio toccato il cuore e spero proprio che il compleanno dietro l'angolo sia un buon motivo per farlo comparire nella libreria. Di cosa parlo? Ma di "La meraviglia di essere simili" di Daniela Volonté edito da Newton Compton Editori ovviamente!


LA MERAVIGLIA DI ESSERE SIMILI
Daniela Volonté

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: Cartaceo 9,90€ | Ebook 4,99€
Pagine: 288
Serie: Autoconclusivo
Genere: Contemporary Romance

Trama: Per dimenticare un passato doloroso, Elisabeth decide di allontanarsi da New York. Si trasferisce così nella cittadina nella quale viveva la sua migliore amica e inizia a lavorare come insegnante. Ma al liceo di Watertown la sua vita è destinata a cambiare. A sconvolgerla sarà Alexander, un ragazzo di diciassette anni. Come Elisabeth, anche Alex ha un passato che lo ha segnato, e il presente non va granché meglio: la madre è alcolizzata e lui deve prendersi cura della sorella più piccola, Julia, di soli sei anni. Elisabeth lo incontra in aula il primo giorno di scuola, e da quel momento non riuscirà più a dimenticarlo. C’è un dolore comune che li unisce, eppure quando sono insieme la sensazione che provano è quella di pace. Ma Alex è minorenne e oltretutto è un suo allievo. Elisabeth sa bene che non può permettersi alcun tipo di coinvolgimento sentimentale. All’inizio entrambi cercano di tenere a bada i propri sentimenti, fin quando non riescono più a trattenerli…


Mi hanno sempre e solo parlato bene di questa autrice, ma personalmente - come troppo spesso mi capita con gli autori italiani - non ne ho mai sentito il richiamo.
Questo almeno fino a quando "La meraviglia di essere simili" non è stato presentato in anteprima all'incontro in casa editrice a Gennaio (qua il report). Fin dal quel momento ho aspettato fremendo che arrivasse il giorno della pubblicazione per poter leggere questo gioiellino.
Non serve dirvi che l'ho adorato, vero?
Non so se voi avete mai letto storie in cui un insegnante si innamora di un proprio allievo e viceversa. A me non era mai capitato di leggerne in un romanzo. In un manga sì, e anche ben più di una volta, ma non ne avevo mai letto senza il supporto delle immagini e sono rimasta davvero colpita come l'autrice riesca a a fare in modo che non sia l'attrazione fisica a farla da padrona, ma piuttosto quella spirituale che lega indissolubilmente due anime affini.

Felicità… Direi proprio di sì, in questo istante sono felice e se domani tutto dovesse cambiare, brucerei volentieri all’inferno pur di rivivere questa notte una volta ancora.

Liz e Alex sono due personaggi a pezzi, che tengono insieme i cocci di se stessi con lo spago, nemmeno lo scotch. Sono lì, sul ciglio del baratro, pronti a lasciarsi andare, a perdere tutto pur di non sentirsi più così spezzati.
Vi è mai capitato di incrociare su Facebook, o i social in generale, quelle immagini con delle ciotole rotte rimesse insieme con dell'oro? Ecco, non so se sia una bufala o se sia vero, ma in un certo senso è ciò che succede ad Alex e Liz nel momento in cui si incontrano. A poco a poco i frammenti delle loro vite tornano al loro posto, legati insieme da una colla a tenuta stagna mescolata all'oro che ne evidenzia le cicatrici rendendole però qualcosa di bello di cui andare fieri.

Alex, ho imparato che si può vivere, anzi, si deve tornare a vivere, perché ci sono persone per cui vale la pena farlo, correndo tutti i rischi di questo mondo. Sei tu che mi hai insegnato a vivere. Quella prima di te non era vita.
[...]
Grazie a te il mondo ha smesso di essere sbiadito. Sono tornati i colori.

Lo stile della Volonté è perfetto per raccontare questa storia. Non c'è ostentazione di bellezza, del colpo di fulmine, dell'attrazione fisica o dell'amore profondo che rende tutti saggi e poeti.
È una storia che nasce e cresce dolcemente, con passi incerti, come quando si impara a camminare.
Le pagine scivolano una dietro l'altra e una cosa certa è che, alla fine, sai per certo che ne vorresti ancora.

«Che cosa ho fatto per meritarti?»
«Non ti sei arreso e non hai scelto la via più semplice. Hai continuato a vivere e alla fine ti ho trovato»

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Beh non cosa che ne pensate voi lettori, ma io l'ho adorato!
Come dicevo all'inizio non avevo mai letto niente di quest'autrice, ma se Daniela scrive tutti i suoi libri così saranno tutti i benvenuti nella mia libreria!
Voi avete già letto questo o altri libri di quest'autrice?


19 commenti:

  1. Ho letto gli altri romanzi della Volontè e devo dire che sono state delle piacevoli letture. Questo, però, non mi attira per nulla, non so se è perché ho già letto tante storie di amori tra insegnante e alunno...non lo so...nonostante la tua bella e positiva recensione per il momento continua a non attirarmi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che io sono abituata ai manga che hanno un approccio molto diverso!

      Elimina
  2. Non ho ancora letto nulla di questa autrice, ma questo libro potrebbe essere un inizio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me ha lasciato una buonissima impressione!

      Elimina
  3. lo sto leggendo proprio in questo momento e non posso che essere d'accordo con te!Pian piano recupererò gli altri suoi romanzi.Assolutamente!
    Bellissima recensione *-*

    RispondiElimina
  4. Non ho letto nulla della Volontè, ma questo titolo purtroppo non mi ispira moltissimo... Comunque sono curiosa di sapere che ne penserai degli altri suoi libri:)

    RispondiElimina
  5. Io adoro la volonté e questo libro non l'avevo ancora letto, adesso mi fionderó a leggerlo, sai che molte volte aspetto il tuo parere se non sono troppo convinta ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se la pensiamo quasi sempre all'opposto xD

      Elimina
  6. Mi piace molto quest'autrice, ha un modo delicato e paticolare di scrivere e ho già questo libro pronto per essere letto, tempo permettendo spero di farlo quanto prima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verrò sicuramente a leggere la tua recensione!

      Elimina
  7. Grazie tantissimo per la bellissima recensione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No grazie a te per il bellissimo libro!

      Elimina
  8. Io non ho letto ancora nulla di questa autrice, ma dalla tua recensione metterò in lista il libro :)

    RispondiElimina
  9. Anch'io non ho ancora avuto modo di leggere nulla di questa autrice, ma mi hai convinta con la recensione e credo proprio inizierò da questo libro =)

    RispondiElimina
  10. avevo letto il self di questo. Amo questa autrice

    RispondiElimina