mercoledì 28 febbraio 2018

W...W...W... Wednesday #73


 W...W...W... Wednesday 


Buongiorno Inkers e buon mercoledì, come state? Ieri mattina, intanto che aspettavo che il boss facesse la sua comparsa, mi sono data allo stilare la TBR di Marzo e... no, non sono a posto.
Ho messo in TBR ben dieci libri ( D I E C I) e indovinate? Sì, esatto, c'è solo un libro per il RARE in lista.
Ovviamente non va bene perché a Marzo mancheranno solo tre mesi all'evento e io non posso certo rallentare ora.
Però sto davvero facendo indigestione di zucchero.

Comunque è Mercoledì, e quindi per noi è giorno di W... W... W... Wednesday una rubrica settimanale ideata dal blog Should be Reading in cui si mostrano le letture appena concluse, in corso e quelle prossime.




What are you currently reading?

Il mio ascolto dell'audiolibro di  "Jane Eyre" di Charlotte Bronte sta procedendo bene. Come sapete ascolto solo quando sono in giro a piedi, perciò ci sto mettendo parecchio a terminare l'ascolto. Sono arrivata a circa metà e, se tutto va bene, dovrei terminarlo entro mercoledì prossimo.
Ho poi, finalmente, iniziato lunedì sera "Bang Gang" di Jade West per il RARE, però... non mi convince. Proprio per niente. Al di là che l'inglese è difficile perché ha una cadenza gaelica, i personaggi non mi stanno incuriosendo e sto seriamente pensando di abbandonarlo. Anche perché io mi aspettavo il trash del 2018 e invece si sta rivelando una specie di second chance...


🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What did you recently finish reading?


Questa settimana solo un libro completato.
È stata una settimana difficile a letture, ma "Captain" di Lauren Rowe mi ha fortunatamente tirato su di morale.
Vi parlerò presto di questo libro, primo libro della serie spin off della The Club edita anche qui in Italia da Newton (che non serve aver letto per leggere questa!).
È stata una lettura divertente, che mi ha tenuto compagnia e che mi ha fatta sorridere come una scema.
Sicuramente comprerò il cartaceo e spero tanto che arrivi anche in Italia.




What did you recently abandoned reading?


Ebbene sì, l'ho abbandonato.
A quanto ero arrivata Fede? 48%?
Non ce l'ho fatta ad andare avanti.
Sapete che io coi distopici faccio fatica, ma la cuggi ci teneva tanto e mi ci sono messa. Ho anche reclutato la Fede per farmi da supporto, tipo cheerleader, ma hey, ha abbandonato pure lei.
E a lei i distopici piacciono.
No, il problema è che oltre ad avere una componente thriller che non mi entusiasmava, era pure lentissimo.
E quindi, per me è no.



🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What do you think you'll reading next?

Le mie due prossime letture sicure al 100% sono l'inedito "Ink: a love story on 7th and Main" di Elizabeth Hunter - che miseriaccia doveva essere al Rare e invece mi ha bidonata - e "Incontrastato" di Aimee Nicole Walker e Nicholas Bella.
Non so se nel corso del mese riuscirò a infilare letture per il RARE (di autori che non siano stati cancellati), ma ho deciso di prendermi una pausa dal contemporary romance. Per un po' mi dedicherò a M/M, Urban Fantasy e Paranormal.
Ho bisogno di staccare un pochino!

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Settimana decisamente diversa dalla precedente,
la vostra com'è andata?
14

martedì 27 febbraio 2018

BookTag | Tutto tranne i libri


 BookTag 


Buongiorno Inkers e buon martedì, come state? Qui tutto nella norma, anche se oggi pomeriggio dovrò andare a comprare delle cose per la cena perché senza mamma (che è in ospedale per una visita), papà ed io andiamo avanti a cibo riscaldato.
Oggi, per cambiare un po' la routine del blog, vi porto un book tag che ho trovato non so quando su non so quale blog.


1. Nomina un cartone che ami



Ah questa è facilissima.
Se devo nominare un cartone/anime la risposta è Magic Knight Rayearth, alias "Una porta socchiusa ai confini del sole".

Per me Hikaru, Umi e Fu (Luce, Marina e Anemone) sono ciò che meglio rappresenta un eroe.
E la storia di cui sono protagoniste, il sistema su cui si regge Sephiro... così reale, così vicino alla realtà.



2. Qual è la tua canzone preferita del momento?


È da quando ho visto questo film che sono in fissa con la sua colonna sonora, ma non è solo che la ascolto, anche quando non la sento per un po' mi sveglio alla mattina con pezzi di canzoni che mi risuonano in testa.


3) Cosa faresti per ore che non sia leggere?

Probabilmente starei al pc. Ho sempre milioni di cose da fare e le ore volano senza che me ne renda conto. Soprattutto quando scrivo il blog.


4) Nomina una cosa che sei in grado di fare.




Disegnare.
Beh, se non altro ero capace.
Ora per deformazione professionale so disegnare solo figurini di moda.






5) Qual è una cosa che fai della quale i tuoi followers rimarrebbero sorpresi?

Forse il fatto che so cucire? Nel senso proprio di creare vestiti da zero.
Non so se ne ho mai parlato sul blog. Però non ne sono così sicura xD
Questi qui sopra sono tre di quelli che ho cucito per la tesi u.u


6) Qual è la cosa che preferisci imparare, non necessariamente fondamentale?

Le lingue, le ricette, l'html... tutto in realtà. A me piace imparare, mi è sempre piaciuto andare a scuola. Certo, ci sono materie che prediligo e altre che snobbo, ma ammetto di essere abbastanza assetata di conoscenza.
Da piccola guardavo un sacco di documentari, poi crescendo ho perso l'attaccamento alla tv, ma il voler imparare mi è decisamente rimasto.


7) Nomina qualcosa che fatto nell'ultimo anno.

Viaggiare. Sono stata a Barcellona con il man.


8) Qual'è il tuo progetto personale più recente?

È un segreto, ve ne parlerò a progetto concluso!


9) Raccontaci qualcosa alla quale pensi spesso.

Comprare libri.
Leggere libri.
Trovare un lavoro stabile per comprare altri libri e andare a convivere col man.


10) Raccontaci qualcosa che ami, ma rendila stranamente specifica ( Es. Il tuo cibo preferiro quando hai studiato tutto il giorno e hai dimenticato di mangiare)


Che mi piace leggere ovviamente non è una novità, però io sono il tipo di persona che può leggere ovunque e facendo praticamente qualunque cosa.
Di recente ho rischiato di prendere in pieno un palo della luce perché leggevo mentre camminavo (tranquilli, era un'area pedonale).

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Post un po' diverso dal solito,
ma ogni tanto ci vuole, no?
10

lunedì 26 febbraio 2018

Recensione: Per Sconfiggerti di Chiara Cilli


 Release Blitz 


Buongiorno mie macchiette d'inchiostro, come state? Inizia bene questo lunedì per voi? Questa mattina in ufficio c'è un mezzo trasloco, ci spostano di postazione e poi a mezzogiorno avrò una riunione per rimodernare l'ambiente delle biblioteche del circuito in cui lavoro, chissà cosa ne verrà fuori.
Oggi però non siamo qui per parlare di me, oh no! No, oggi siamo qui per festeggiare Chiara Cilli e l'uscita del suo Per Sonfiggerti, sesto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds, l'ultimo con protagonisti André Lamaze e Nadyia Volkov! Scorrete il post per i link d'acquisto, godetevi l'estratto e il booktrailer e partecipate al giveaway per vincere una copia autografata ❤



TRAMA:
PER SCONFIGGERTI
BLOOD BONDS #6
Chiara Cilli

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Autopubblicato
Prezzo: Cartaceo 9,90€ | Ebook 2,99€
Pagine: 230
Data uscita: 26 Febbraio 2018
Genere: Dark Romance
Nella mia mente sento ancora il riverbero delle frustate. Ogni giorno i segni sulla mia pelle mi ricordano quello che lui mi ha fatto.
Ho ucciso la donna che amo. Ha ucciso il nostro amore.
L’ho vista diventare il mio avversario più pericoloso, e non ho fatto niente per impedirlo. È diventato il mio nemico, e il mio cuore ha già iniziato a sanguinare.
Sta venendo per me. Pagherà per ciò che ha fatto.
Vuoi la mia vita, piccola rossa? Avrò il suo sangue.
Vieni a prenderla.

Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. Non adatto a persone suscettibili ai temi trattati. +18


ACQUISTA ORA CON 1-CLICK



SERIE: BLOOD BONDS
1. Soffocami
2. Distruggimi
3. Uccidimi
4. Per addestrarti
5. Per combatterti
6. Per sconfiggerti
7. Non toccarmi (inedito)
8. Non fidarti di me (inedito)
9. Non tradirmi (inedito)
10. Il campione del re (inedito)
11. Lunga vita al re (inedito)


Preparate scopa e paletta lettori, perché arriverete al termine della lettura di "Per Sconfiggerti" con il cuore in briciole sul pavimento.
Sapevamo fin dall'inizio che sarebbe successo. Conosciamo Chiara e, chi più chi meno, eravamo preparati al fatto che questo libro sarebbe stato il punto di svolta e anche il più doloroso fino a qui.

«Nadyia…» Premette la fronte sulla mia, il respiro che si fondeva con il mio. «Salvaci.»

Com'è stato fin dalla trilogia su Henri (qui la recensione) e nei primi due di Andrè (qui la recensione di Per Addestrarti mentre qui quella di Per Combatterti) Chiara continua a raccontarci una storia d'amore e di famiglia.
Non di quelle classiche, ma di quelle brutali. Dove l'odio, la vendetta e il sangue sono ciò che trasuda da persone, edifici e luoghi.
Con Andrè e Nadyia, però, Chiara ci fa vedere uno spiraglio. Una luce di speranza in fondo al tunnel. Ci fa credere che ci sia una possibilità.

La caratterizzazione dei personaggi ormai è definita, ma gli altarini vengono a galla.
Gli scambi fra i nostri due protagonisti sono ridotti all'osso eppure sono in grado di emozionare come nessuno dei libri precedenti ha saputo fare.


«Tu lo ami, Nadyia», sentenziai a bruciapelo. Mi volsi verso di lei, ferma sulla portafinestra. «E lui ama te, più di quanto ami noi. E sai perché?» La guardai intensamente, nonostante lei non lo stesse facendo. «Perché tu l’hai riportato in vita.»

Ma la verità è che questo non è il libro di Andrè e di Nadyia. O almeno, non è solo il loro.
Più che in tutti gli altri, è in "Per Sconfiggerti" che la famiglia è il punto centrale.
Il più giovane dei fratelli Lamaze era riuscito a riprendersi suo fratello, ma niente sembra riuscire a scuoterlo tentare di avere salva la sua stessa vita. Perché non è più per la sua famiglia o per se stesso che il nostro killer vive. No, lui vive per lei.

«Sono venuto per cercare di capire come puoi essere disposto a morire per qualcuno che non sia me o Armand! Per capire come puoi scegliere di abbandonarci. Come puoi abbandonare me.»

Le scene tra fratelli sono la parte migliore del libro. Il modo in cui cercano di proteggersi a vicenda, la dedizione che hanno l'uno per l'altro anche quando pensano che l'altro non se la meriti, sono invidiabili.

Non posso parlarvi di altro, anche se vorrei, perché vi svelerei troppo.
Lo stile di Chiara è unico e in questo capitolo raggiunge nuovi livelli perché, ad un certo punto, la densità del sangue che scorre, era quasi palpabile.
L'unica pecca, a mio parere, è che rispetto a "Soffocami" si va perdendo un po' il background. Non ci sono momenti di stallo, è un continuo correre dietro agli eventi e sebbene il ritmo incalzante mi piaccia molto, un po' più di lentezza non avrebbe guastato.

«Era come una danza», risposi. «Io facevo un passo in avanti e lui uno indietro. Io ne facevo uno di lato e lui mi seguiva. I suoi occhi erano sempre su di me. Non importava dove fossimo, non importava chi ci fosse con noi. Io guardavo lui, e lui guardava me.»

Estratto

«Avanti», mi esortò, lasciandosi ricadere contro la spalliera. «Chiedimelo.»
Socchiusi appena le palpebre. «Chiederti cosa?»
Lei tamburellò con le unghie di una mano sul bracciolo della sedia.
Solo una volta.
Solo per far sì che quel rumore inquietante si insinuasse nella mia mente.
«Chiedimi di risparmiarlo», disse in tono sibilante, gli occhi che danzavano come fiamme.
Serrai il pugno tanto forte da far sbiancare le nocche. Avevo sperato per lei che fosse stata saggia e avesse subito rimesso al guinzaglio la sua giovane killer, invece voleva consegnarle André.
Mai.
«Mio fratello non morirà», decretai, cupo.
La Regina fletté le dita, un muscolo pulsante all’angolo della mascella contratta. «André ha osato avvicinarsi di nuovo al mio soldato e ha deliberatamente interferito con l’incarico che le era stato assegnato.»
Mi accigliai. «Perché avrebbe dovuto fare una cosa così insulsa?»
«Perché, a quanto mi è stato riferito, la piccola Nadyia non aveva nessuna intenzione di portare a termine il lavoro.» Fece un mezzo sorriso perfido. «Credeva di poter tornare qui e diventare una sentinella.»
Ero certo che qualunque altra recluta avrebbe potuto, ma non la ragazza che era stata rovinata da mio fratello.
Non la ragazza che apparteneva a lui.
«André sapeva più che bene che, se lei fosse tornata senza aver avuto successo, l’avrei giustiziata.» La donna mi penetrò con lo sguardo. «Si è occupato del bersaglio al posto suo.»
Sgranai gli occhi, comprendendo finalmente il significato delle parole di mio fratello.
La Šarapova sollevò il mento, trionfante. «L’ha salvata da me.»
Consegnandosi a lei.
Sacrificandosi per la giovane che amava.
Ciononostante, c’era qualcosa che non tornava.
«André non è stupido», ringhiai. «Era perfettamente consapevole di dover stare alla larga da quella ragazza, per tenerla in vita. Lo aveva accettato. Aveva un nuovo obiettivo e niente, niente avrebbe potuto distrarlo. Perciò, come diavolo è possibile che le loro strade si siano incrociate?»
Neela si adombrò. «Il destino è una puttana senza cuore», mormorò, l’aria distante.
Riflettei accuratamente sulle informazioni che mi erano state fornite.
Sulla sentenza della Regina.
«La ragazza», dissi a bruciapelo. «Chi doveva assassinare?»
I suoi occhi guizzarono su di me, le sue labbra rosse si distesero malignamente. «Il figlio di Yehor Ivanov.»
L’ira mi immobilizzò. Come magma liquido, sgorgò nelle mie vene e si diffuse in tutto il corpo, bruciando e corrodendo e pressando affinché la scatenassi sulla donna che avevo di fronte.
«Tu sapevi», sibilai a denti stretti.
L’eccitazione balenò nel suo sguardo, mentre si infilava le dita sotto lo scollo a V della maglia nera di cotone e si accarezzava languidamente la clavicola.
Voleva che perdessi il controllo, voleva vedermi perderlo. Ma che fossi stato dannato, se le avessi dato quel piacere.
«Ho saputo che era legata a quella famiglia solo dopo averla acquistata e aver fatto fare ulteriori ricerche su di lei.» Sorrise, gongolante. «Ti consiglio di non soffermarti solo sull’albero genealogico della tua merce, quando te la procuri.»
Trattenendomi dall’avventarmi su di lei, la seguii con gli occhi fiammeggianti di rabbia mentre si alzava e si girava verso il mobile dietro di sé. Su di esso, insieme a un
antico e pregiato pugnale su un supporto di pietra, c’erano una caraffa di bronzo e due calici della stessa fattura. La Regina versò il vino rosso nei due bicchieri, li prese e venne a porgermene uno.
«Siamo tutti legati, in un modo o nell’altro», disse con voce suadente.
La punta delle sue dita sfiorò le mie, mentre prendevo il calice, e fremetti per il disgusto e la smania di assalirla.
Lei fece un sorrisino. «Questo Marc», riprese tornando a sedersi, «era il fidanzato della mia Nadyia.» Si portò il vino alle labbra, osservandomi da sopra il bordo del bicchiere. «E André l’ha ammazzato proprio davanti a lei.»
Bevve, poi con il dito medio si asciugò una goccia vermiglia all’angolo della bocca, prima che le colasse sul mento. Il suo sguardo pareva volermi entrare dentro e consumarmi, tanto era intenso.
Letale.
«Nadyia avrà la sua vita», dichiarò solenne.
La fissai, l’espressione omicida e perspicace. «Non l’avrà», asserii. «Perché tu la fermerai.»
Neela emise una risata di gola. «Perché dovrei?»




GUARDA IL BOOKTRAILER



PARTECIPA AL GIVEAWAY




Per Addestrarti
|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||

Per Combatterti
|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||


L'AUTRICE

Nata il 24 gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal Dark Fantasy e Dark contemporaneo all’Erotic Suspense. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

|| FacebookTwitterWebsiteGoodreadsAmazonPinterestInstagramGoogle+YouTubeNewsletter ||

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

E voi?
Correte a comprare il libro?
Conoscete questa serie?
6

domenica 25 febbraio 2018

Prossime Uscite dal 26 Febbraio al 4 Marzo


 Prossime Uscite 


Buongiorno Inkers e buona domenica, come state?
Il post di oggi arriva un po' in ritardo sulla giornata perché ho passato la mattina a lavorare alla versione 2.0 della grafica 2018 del blog.
In sostanza sto cercando di ottimizzare dei dettagli che mi mandano fuori di testa. Perché? Perché sono scema e voglio differenziarmi, peccato che per quanto io conosca l'html, non ci capisco una bega di script, quindi devo affidarmi a Google e la cosa mi urta alquanto.
Da oggi tento - di nuovo - una nuova modalità per i post delle uscite. Si può dire che sia un incrocio tra la prima che usavo e l'ultima, quella coi pdf. Non dovrete far altro che scorrere la pagina, appena dopo il banner della rubrica, e cliccare il link per trovare la lista delle uscite in libreria ed e ebook dal dal 26 Febbraio al 4 Marzo 2018!





Clicca qua per vedere la lista delle uscite in libreria ed e ebook dal 15 al 21 Gennaio 2018!

0

venerdì 23 febbraio 2018

Recensione: La mossa del principe di C.S. Pacat


 Recensione 


Buongiorno Inkers e buon venerdì, come state? Mi dispiace di essere stata assente ieri, ma mercoledì è stata una giornata D E V A S T A N T E e non avevo la forza di mettermi a preparare post. Alla mattina sono rimasta ferma un'ora sulla banchina ad aspettare il miraggio di un treno perché avevano investito uno sui binari e quindi tutti i treni fermi. Al pomeriggio batteria della macchina morta. Alla sera casini vari. In tutto ciò ancora aspetto un pacco da settimana scorsa. Insomma, una giornata da dimenticare.
Comunque oggi, invece, vi parlo di cose belle. Anzi, bellissime, perché vi porto la recensione de La mossa del principe di C.S. Pacat che esce oggi per Triskell Edizioni, che ringrazio tanto per la copia digitale!



TRAMA:
LA MOSSA DEL PRINCIPE
CAPTIVE PRINCE #2
C.S. Pacat

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Cartaceo 12,00€ | Ebook 4,99€
Pagine: 438
Data uscita: 23 Febbraio 2018
Genere: Storico, M/M
Con i loro due paesi sull'orlo di una guerra, Damen e il suo nuovo padrone, Laurent, dovranno lasciarsi alle spalle gli intrighi del palazzo e concentrarsi sulle più ampie forze del campo di battaglia mentre viaggiano verso il confine per scongiurare un complotto fatale.
Costretto a nascondere la sua identità, Damen si sente sempre più attratto dal pericoloso e carismatico Laurent, ma via via che la fiducia nascente tra i due uomini si approfondisce, le scomode verità del passato minacciano di infliggere il colpo mortale al delicato legame che ha cominciato a unirli…

SERIE: CAPTIVE PRINCE
1. Il principe prigioniero
2. La mossa del principe
2,5. Green but for a Season (inedito)
3. L'ascesa dei re (19 marzo)
3,5. The Summer Palace (inedito)
3,7. The Adventures of Charls, the Veretian Cloth Merchant (inedito)
3,8. Pet

Se quando, a Giugno scorso, ho letto per la prima volta "Il principe prigioniero" (qua la recensione) ero entusiasta, oggi dopo aver completato la rilettura di quello e la lettura del suo secondo, sono raggiante.
Ho letto questo libro insieme alla mia adorata Fede e non potrei esserne più felice perché è stato bellissimo correre a scrivere i commenti in diretta su Telegram, leggere le sue reazioni, e fare insieme ipotesi e speculazioni su ciò che potrebbe succedere nel terzo.
Non posso entrare molto nei dettagli della storia perché gli spoiler sono davvero dietro l'angolo, ma cercherò di essere il più esaustiva possibile.

Nel corso della notte, il principe aveva abbandonato l’usuale portamento rigido a favore di un atteggiamento più rilassato e fanciullesco, sollevando un ginocchio e cingendolo con il braccio. Damen si era sorpreso a studiare la grazia naturale della sua postura – il polso in equilibrio sul ginocchio, le membra lunghe ed eleganti – e aveva sentito farsi strada nel petto una tensione indefinita, quasi fosse in attesa … di qualcosa di imprevedibile. Era come trovarsi dentro una fossa in compagnia di un serpente: lui poteva rilassarsi, tu no.

La storia riparte esattamente da dove si era interrotta alla fine del primo libro, ma fin da subito ci accorgiamo che il rapporto tra Laurent e Damen non è lo stesso.
Fin dalle prime pagine troviamo il principe di Vere più aperto nei confronti del suo schiavo akilonese, non per un improvviso moto di compassione, ma semplicemente perché a poco a poco, si rende conto che Damen non è il barbaro che credeva che fosse.
Dal canto suo, Damianos - che ha sempre combattuto la sua attrazione per il principe dorato - si troverà invischiato, suo malgrado, nelle macchinazioni che coinvolto Laurent, Vere e il Reggente. Si renderà conto che la sua libertà ha un prezzo. E anche i suoi sentimenti.

«Cosa vi fa pensare che Castor sia il più debole? Non lo conoscete.»
«Ma sto cominciando a conoscere te.»

Fanno la loro entrata in scena anche diversi personaggi secondari che però avranno un ruolo ben preciso in tutta la trama.
Se credevate che "gli intrighi e i tradimenti" nel primo libro fossero ben orchestrati, col secondo vi ricrederete perché rispetto alle strategie, le macchinazioni, i segreti, le bugie, le allusioni e le confessioni che emergono in questo secondo libro, i complotti del primo libro vi sembreranno dei giochi per bambini.

E poi c'è quel colpo di scena finale, non proprio un cliffhanger, ma quasi, che ti fa venire voglia di aprire l'edizione inglese e cominciare a leggere subito.

Laurent girò il cavallo per guardare Damen. «Ho bisogno che guidi gli uomini. Subentra a Jord nel comando. Sei tu il capitano ora. Avresti dovuto essere tu,» disse, «fin dall’inizio.»

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

E dai, lo so che lo volete leggere!
Parlando con Fede una delle cose che ci siamo chieste è quale mente diabolica debba avere la Pacat per concepire il tipo sotto trama di intrighi intorno a cui si articola tutta la narrazione.
Voi lo leggerete?
4

mercoledì 21 febbraio 2018

W...W...W... Wednesday #72


 W...W...W... Wednesday 


Buongiorno Inkers e buon mercoledì, come state? Io ieri pomeriggio sono andata a vedere Black Panther e ora non mi resta che aspettare Aprile per Infinity War. Peccato che esca a metà mese, se no avrei potuto usare il biglietto del compleanno. Comunque, di Black Panther, ve ne parlerò meglio a fine mese nel recap di Febbraio.

Comunque è Mercoledì, e quindi per noi è giorno di W... W... W... Wednesday una rubrica settimanale ideata dal blog Should be Reading in cui si mostrano le letture appena concluse, in corso e quelle prossime.





What are you currently reading?

Oh oh oh, le mie letture in corso sono cambiate! Felici? Io nì xD
No dai scherzo, ho letto troppo poco di tutti e tre i libri che vedete qui sopra per avere pareri un po' corposi. Ma vediamo un po' come sta andando.
Ho iniziato lunedì sera/notte "Wool" di Hugh Howey e se vi state chiedendo come sia possibile, ce lo chiediamo in due. La verità è che la cuggi sentiva la mancanza della rubrica "In Her Shoes" e quindi mi ha dato questo titolo da leggere. Essendo, però, che non è particolarmente nelle mie corde, ho reclutato la Fede per leggerlo insieme e avere supporto in queste oltre 500 pagine.
Mercoledì scorso, mentre il WWW#71 andava online e io camminavo verso la stazione, ho iniziato l'audiolibro di "Jane Eyre" di Charlotte Bronte. Fino ad ora ho ascoltato circa tre ore su venti e, le mie amiche lo sanno, mi stavo già stufando perché okay che è un classico, ma non è che deve per forza essere noioso. Comunque ieri sera, una volta superato lo zoccolo duro di lei bambina all'Istituto, finalmente è riuscito a catturarmi di nuovo.
Questa mattina, invece, mentre facevo colazione, ho iniziato anche l'inedito "Captain" di Lauren Rowe per la Rare Reading Challenge. In realtà ho letto tipo tre pagine perché intanto parlavo con mio papà di crociere intorno al mondo, però mi ha già fatta morire dal ridere, quindi ho buone speranze.


🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What did you recently finish reading?

        
Quando "tutto o niente" definisce una settimana di letture! E poi mi chiedo come sia possibile che la mia Goodreads Challenge conti già ventun libri. Sono fiera di me *si gonfia*
Comunque, bando alle ciance! Questa settimana ho completato la lettura di gruppo de "Il principe prigioniero" di C.S. Pacat (qui la recensione) e, grazie alla CE, ho potuto leggere in anteprima il secondo volume "La mossa del principe" (recensione il 23!) e sono in fibrillazione per il terzo. Vi dico solo che l'ho letto insieme a Fede (sì, ormai lei è la mia compagna di letture disagio) ed eravamo lì lì, entrambe, per leggere il terzo in inglese. Quando siamo messe male?
Ho anche completato l'ascolto dell'audiolibro di "Forse un giorno" di Colleen Hoover, che vi ho recensito giusto ieri qui, quindi non sto a parlarvene in questo post.
Per quanto riguarda "Black Moon, l'alba del vampiro" di Keri Arthur, Chiara aveva ragione. Mi è piaciuto, e tanto. Le scene hot sono fatte benissimo e sono arrivata alla fine senza nemmeno rendermene conto per quanto è volato.
Infine, grazie a Chiara, ho potuto leggere in anteprima il suo "Per Sconfiggerti" e gente, preparate scopa e paletta perché vi lascerà il cuore in briciole sul pavimento. Recensione in arrivo il 26!


🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What do you think you'll reading next?




Ammettendo che io riesca a finire le letture che ho in corso, il che non è assolutamente detto, avrò ancora da leggere l'ultimo libro della mia TBR di Febbraio e della RRC "Bang Gang" di Jade West.
Sì, lo so che me lo sto trascinando, ma ce la farò perché un po' di sano trash fa sempre bene!





🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

La mia è stava evidentemente una settimana piena,
come sono andate le vostre letture negli ultimi sette giorni?
14

martedì 20 febbraio 2018

Recensione: Forse un Giorno di Colleen Hoover


 Recensione 


Buongiorno Inkers, come state? È un buon martedì per voi? Io sto guardando il calendario e mi sono accorta che tutto il fermento di letture, post e recensioni che mi hanno accompagnata per la prima parte di questo Febbraio si è esaurita e ora mi restano tre libri in TBR da leggere e ho solo due recensioni pronte, da pubblicare. In giorni già prestabiliti, tra l'altro.
Parlando di recensioni, oggi vi porto quella del mio primo audiolibro: Forse un Giorno di Colleen Hoover edito da Leggereditore.



TRAMA:
FORSE UN GIORNO
MAYBE #1
Colleen Hoover

⭐⭐⭐⭐

Editore: Leggereditore
Prezzo: Cartaceo --,--€ | Ebook 6,90€
Pagine: 358
Data uscita: 19 Febbraio 2015
Genere: New Adult, Romance
Sydney Blake, un’aspirante musicista di vent’anni, ha una vita invidiabile: frequenta il college, ha un buon lavoro, è innamorata del suo meraviglioso ragazzo Hunter e convive con la sua migliore amica Tori. Ma tutto cambia quando scopre che Hunter la tradisce con Tori. Ora Sydney deve decidere che ne sarà della sua vita.
È attratta da Ridge Lawson, il suo misterioso vicino. Non può staccargli gli occhi di dosso e non può fare a meno di starsene ad ascoltarlo mentre suona la chitarra sul balcone della sua stanza. La sua musica le dà armonia e vibrazioni. E anche Ridge non può far finta di ignorare che c’è qualcosa in Sydney: a quanto pare, ha trovato la sua musa. Quando, finalmente, si incontrano, scoprono di avere bisogno l’uno dell’altra...

SERIE: MAYBE
1. Forse un giorno
2. Maybe not (inedito)
3. Maybe now (inedito)


Ascoltare un audiolibro non è come leggere, questo è poco ma sicuro. Non si ha la possibilità di memorizzare i passaggi, di riflettere sulle sensazioni che danno certe parole.
Non è brutto, eh, non pensate male. È solo diverso.

Vi dico da subito che la cosa che mi è piaciuta meno dell'audiolibro è stata la narratrice.
Problema #1: non puoi, in un libro a pov alternati, darmi una sola voce sia per lei che per lui. Sta male e non capisco quando parla lui e quando parla lei.
Problema #2: cara narratrice, sei bravissima a leggere, ma no. Non va bene. Per tutto il tempo i pensieri e le reazioni di Sydney, la protagonista, mi sembravano decisamente troppo infantili. E non per quello che pensava, ma proprio per l'interpretazione che ne viene data.

Non ho mai provato così tante cose insieme.
Non ho mai avuto bisogno di sentire qualcuno più di così.
Sollevo la testa e la guardo negli occhi.
È parte di me, adesso.
Io sono parte di lei.
La bacio dolcemente sul naso, sulla bocca, sul mento, poi torno a premere l’orecchio sul cuore. E per la prima volta in vita mia, sento assolutamente tutto.

E ora vediamo la storia in sé.
Rispetto agli altri libri della Hoover che ho letto (quattro, se non sbaglio), questo è quello che decisamente mi è piaciuto di più. Il motivo? Molto semplicemente si svolge in un lasso di tempo che non è una settimana.
A livello di costruzione della storia, di nuovo - come in ogni libro di questa autrice - ho trovato carente la parte di background. Tutte le scene, da entrambi i pov, coinvolgono in qualche modo sempre tutti e due i protagonisti. Non ci sono scene di vita quotidiana. Possibile che non ci siano telefonate, sms, email, giornate lavorative in cui far andare la mente? Per quanto una persona possa essere solitaria, interazioni con altre persone ne ha per forza.

Ho sentito che mi stavi dando una parte del tuo cuore.
E, Sydney, io la volevo. Volevo il tuo cuore come non avevo mai voluto niente in vita mia. Nell’istante in cui ti ho preso la mano, è successo. Il mio cuore ha fatto la sua scelta, e ha scelto te.

In generale mi è piaciuta molto la caratterizzazione dei personaggi, li ho trovati ben costruiti, anche se ci sono ancora alcune cose che non mi spiego. Mi è piaciuto molto il modo di interagire tra loro e con gli altri.
Non ho apprezzato il plot di partenza di un Ridge impegnato, ma quello solo perché è una cosa che non mi piace a prescindere, però mi è molto piaciuto come sia stata gestita tutta la situazione. Anche se non possono dire la stessa cosa del finale perché l'ho trovato poco coerente.

Lo stile della Hoover come sempre è magnifico, leggerlo o ascoltarlo non fa differenza. Ti accoglie e ti conduce per mano fino alla fine.

È pazzesco quanto pochi minuti tra le braccia di qualcuno possano cambiare per sempre la sensazione di non essere tra le braccia di questo qualcuno: nel momento in cui ti lascia andare, è come se di colpo ti mancasse una parte di te.


🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Scommetto che molti di voi hanno già letto questo libro, vero?
Che ne pensate di questa autrice?
20

lunedì 19 febbraio 2018

Recensione: Twice the growl di Milly Taiden, Una settimana per innamorarsi di Tessa Dare, Tu sei Mio di J.R. Ward


 Recensioni Goccia a Goccia 


Buongiorno Inkers e buon inizio settimana, come state? Io ancora non ci credo che il weekend sia già finito, non vi sembra che questi due giorni passino sempre troppo, troppo, troppo in fretta?
Comunque, ieri sera ho finito l'anteprima di "Per Sconfiggerti" di Chiara Cilli e sono assolutamente devastata. Non chiedetemi cosa scriverò nella recensione perché, davvero, non ne ho idea.
Parliamo invece di questo lunedì che porta novità in casa The Ink Spell: vi avevo già accennato - tramite Instagram e il canale Telegram - che avrei introdotto questa nuova rubrica in cui vi parlerò, brevemente, di tre libri per volta che ho letto, ma non recensito, nei mesi scorsi.
Oggi in particolare vi parlo di: "Twice the growl" di Milly Taiden - inedito in Italia, "Una settimana per innamorarsi" di Tessa Dare - edito da Mondadori e "Tu sei Mio" di J.R. Ward edito da Rizzoli.




TRAMA:
TWICE THE GROWL
PARANORMAL DATING AGENCY #1
Milly Taiden

⭐⭐⭐

Editore: Latin Goddess Press
Prezzo: Cartaceo 4,11€ | Ebook 0,99€
Pagine: 148
Data uscita: 29 Agosto 2014 (inedito)
Genere: Paranormal Romance, Menage
A Talia Barca serve un compagno. E di corsa. Si affida ai servizi dell'Agenzia per appuntamenti Paranormali per trovare un ragazzo decente che la accompagni al matrimonio di una parente. Un matrimonio a cui è invitato anche il suo ex marito.
Connor e Theron voglio che Tally completi la loro triade di Alfa. Lei è sexy, piena di curve e divertente. Ma è umana, e non sono sicuri che sia aperta ad una relazione con entrambi allo stesso tempo.

SERIE: PARANORMAL DATING AGENCY
1. Twice the Growl
2. Geek Bearing Gifts
3. Her Purrfect Match
4. Curves 'em Right
5. Tall, Dark and Panther
6. The Alion King
7. There's Snow Escape
8. Scaling Her Dragon
9. In the Roar
9,5. Scrooge Me Hard
10. Bearfoot and Pregnant
11. All Kitten Aside
12. Oh, My Roared
13. Piece of Tail


Il plot era interessante, poteva venirne fuori qualcosa di davvero buono, peccato per la scelta di svilupparlo così poco. Sarebbe stato interessante capire come i mutaforma sono nati, come interagiscono gli umani e come sono strutturati tra loro, e al loro interno, i vari clan.
Ovviamente la caratterizzazione è a malapena marginale, e mi dispiace perché le scene erotiche sono piene e sviluppate bene, il menage non pesa mai, anzi!
Libro breve, per non dire brevissimo. Da fermata dell'autobus o da serata per sole donne in compagnia di se stesse.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹



TRAMA:
UNA SETTIMANA PER INNAMORARSI
SPINDLE COVE #2
Tessa Dare

⭐⭐⭐⭐

Editore: Mondadori
Prezzo: Cartaceo --- | Ebook 3,99€
Pagine: 215
Data uscita: 7 Giugno 2014
Genere: Historical Romance
     
Minerva Highwood vuole a tutti i costi andare in Scozia a presentare alla Reale Società Geologica la sua scoperta e vincere il premio in palio per la miglior relazione scientifica. Colin Sandhurst, lord Payne, scapestrato libertino privo di mezzi, desidera solo tornarsene alla vita dissoluta di Londra. In cambio del denaro del premio, accetta di accompagnare Minerva simulando una fuga d'amore. Un viaggio rocambolesco che li condurrà ben più lontano di quanto avessero immaginato, alla scoperta dei lati più nascosti e sorprendenti di entrambi. E alla sconcertante constatazione che il pericolo più insidioso, in agguato lungo il cammino, sarà quello di innamorarsi…

SERIE: SPINDLE COVE (COMPLETA)
1. Dolce rifugio
2. Una settimana per innamorarsi
3. Lady a mezzanotte
4. Duchessa per caso


Storia divertente ed esilarante, molto moderno per essere uno storico.
La caratterizzazione dei personaggi è eccellente: Minerva, la protagonista, non è assolutamente lo stereotipo della dama settecentesca e di certo nemmeno Colin è esattamente il Mr. Darcy dei sogni, ma con la sua ironia sa ritagliarsi il suo spazio nel cuore di ogni lettrice, senza alcuna difficoltà.
È una storia d'amore, ma soprattutto è una storia di emancipazione e di riscatto.
Ed è pure scritta con uno stile super scorrevole e che non annoia mai.

Colin continuò: — Ma devi ammettere che c’è stato qualcosa tra noi fin dall’inizio.
— Qualcosa tipo un sincero antagonismo, vuoi dire? — Minerva si infilò nell’abito nuovo e si sollevò sulla punta dei piedi, facendo scendere la stoffa del vestito lungo le stecche e la sottogonna. Era piuttosto aderente. — O come l’ostilità di due gatti randagi chiusi nello stesso sacco?

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹



TRAMA:
TU SEI MIO
LA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO #8
J.R. Ward

⭐⭐⭐

Editore: Rizzoli
Prezzo: Cartaceo 11,00€ | Ebook 4,99€
Pagine: 599
Data uscita: 23 Aprile 2015
Genere: Paranormal Romance
     
Ha occhi azzurri freddi e opachi, John il muto, incapaci di riflettere la luce e di svelare al mondo il suo travagliato passato da umano. Ora, lottando al fianco dei vampiri, si è guadagnato un posto nella Confraternita del Pugnale Nero. E anche se le sue emozioni non trovano parole, nel suo cuore hanno il suono assordante della passione: John lotta per Xhex, la femmina guerriera metà vampira e metà symphath che lo ha fatto innamorare. Un amore che John si è inciso sulla pelle con un tatuaggio, adesso che Xhex è scomparsa. Partita in una missione contro i feroci tesser, Xhex è rimasta prigioniera e schiava del loro capo Lash, il mezzosangue vampiro figlio dell'Omega che adesso controlla il mercato della droga a Caldwell. Toccherà a John affrontare il male incarnato da Lash per salvare Xhex dal suo carnefice, oltre che da se stessa. Perché Xhex è una donna forte che rifiuta di essere amata, non una vittima inerme in attesa di un salvatore. E John un uomo tormentato, che non ha mai saputo rimarginare le ferite della sua prima vita. Ma il destino insegnerà a entrambi che due anime gemelle non possono combattere contro l'amore vero.

SERIE: LA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO (IN CORSO)
1. Il risveglio
2. Quasi tenebra
3. Porpora
4. Senso
5. Possesso
6. Oro sangue
7. Riscatto
8. Tu sei mio
9. Ferita
10. Rinascita
11. Il cerchio degli amanti
1. Il re
13. Le ombre
14. La bestia
15. The Chosen (inedito)
16. The Thief (inedito)


Mi aspettavo di più.
John è stato uno dei miei personaggi preferiti fin dalla sua prima comparsa e non vedevo l'ora di leggere di lui. Purtroppo, non è andata come pensavo.
La prima impressione è stata quella di rivedere una brutta copia di Z e Bella.
Parlando di personaggi, John continuava a darmi l'impressione che fosse un sedicenne, mentre Xhex si è rivelata una principessina. Il suo essere una guerriera si è reso inesistente in un nano secondo.
Lash che poteva essere il villain per eccellenza è stato completamente sprecato.
Ho, invece, apprezzato tantissimo le storyline di Quinn e Blay e ora non vedo l'ora di leggere di loro.

Gli sembrava di averle ceduto l'anima sin dalla prima volta che le aveva messo gli occhi addosso.
Quando spense la luce e la sentì accoccolarsi contro di sé, gli parve che stesse scavando dentro il suo cuore gelato per mettervi radici, il suo fuoco gli sciolse l'anima, strappandogli il primo respiro davvero profondo dopo mesi.
John chiuse gli occhi, senza aspettarsi di dormire.
Invece dormì. E molto, molto bene.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

A voi la parola adesso, conoscete questi libri?
Che ne pensate della rubrica?
Può funzionare?
4