martedì 13 marzo 2018

Recensione: Ink di Elizabeth Hunter


 Ink Magic English 


Buongiorno Inkers e buon martedì, come state? Io torno finalmente ad una certa regolarità. Le fiere sono belle, ma sono anche devastanti.
Non vedo l'ora di farvi vedere il mio bottino del mese!
Ma prima di quello, oggi vi parlo in super anteprima di un libro che spero tanto arrivi prestissimo in Italia perché è troppo bello: Ink di Elizabeth Hunter.



TRAMA:
INK
AUTOCONCLUSIVO
Elizabeth Hunter

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Autopubblicato
Prezzo: Cartaceo 9,88€ | Ebook 4,25€
Pagine: 286
Data uscita: 13 Marzo 2018 (inedito in Italia)
Genere: Contemporary Romance
 
È tutto tranne che normale.
Emmie Elliot non si aspettava di tornare a Metlin, in California. Decisamente non si aspettava di restarci. Aveva fatto ritorno nella sua città natale con un unico obiettivo: vendere l'edificio che fino a quel momento aveva ospitato la libreria di sua nonna e andare avanti con la sua vita.
Ma la vita non va sempre come programmiamo.
Per riaprire la vecchia libreria di sua nonna, Emmie avrà bisogno di aiuto. Necessiterà una strategia. Avrà bisogno di un... Ox?
Miles Oxford non ha particolari interessi per le silenziose proprietarie di librerie. È un tatuatore senza uno spazio per lavorare, e l'ultima cosa che vuole restare coinvolto con un'altra persona, dopo la sua ultima, disastrosa, relazione. Lavoro e piacere, per Ox, non vanno mischiati, ma dato che non ha alcun interesse per la graziosa ragazza con una coraggiosa proposta di lavoro, dovrebbe essere al sicuro da qualunque scomoda complicazione, no?
Lei vende inchiostro. Lui lo usa per tatuare. Insolito? Sì, ma una libreria/studio di tatuaggi potrebbe essere la carta vincente per raggiungere il successo alle proprie condizioni per entrambi Emmie e Ox. Almeno finché la loro attenzione è focalizzata sul lavoro.
Solo sul lavoro.

AUTOCONCLUSIVO




Se tutti i contemporary romance fossero come questo, io sarei la persona più felice del mondo.
Ink non è la storia che vi cambierà la vita, ma non è nemmeno qualcosa che posso dire di aver già visto. È la perfetta combinazione di una storia d'amore e un contesto nuovo e stimolante.

She probably listened to music while she read. Sometimes it was just a piano. He wanted to sit in a corner and sketch her while she read. 
------------
Probabilmente la ascoltava mentre leggeva. A volte c'era solo il pianoforte. Voleva sedersi in un angolo e disegnarla mentre leggeva.

Partiamo col dire che i protagonisti sono persone normali. Sono persone che per vivere hanno bisogno di lavorare, che devono sbattersi e che non possono prendere ferie o non presentarsi al lavoro un giorno sì e l'altro pure.
Emmie e Ox sono persone come noi e che devono fare i conti con la vita che mette i bastoni tra le ruote.
Ox è spaccato in due: da un lato ha il suo sogno, dall'altro la famiglia che ha bisogno di lui.
Emmie è segnata dal continuo andirivieni delle persone nella sua vita: non si fida degli altri, perché nessuno resta mai fino alla fine.
I personaggi secondari sono un po' abbozzati, definiti solo in parte. Credo che sia perché prossimamente potrebbe uscire un altro libro su un'altra coppia.

«Mi hai fatto ricominciare a leggere e ora non ho abbastanza tempo per farlo.»

La cosa che mi è piaciuta di più in assoluto di questo libro è il fatto che non ci sia l'insta-love. Emmie e Ox si conoscono e sono attratti l'uno dall'altra, ma non si saltano addosso alla prima occasione.
Lavorano insieme, entrano in sintonia, sbagliano e sorridono insieme.
Ma soprattutto: non ci sono drammi esistenziali. Non ci sono fraintendimenti perché uno dei due non ascolta l'altro o perché interpreta eventi e/o parole a suo piacimento.
I personaggi sono due adulti che si comportano come tali.

This is what it feels like to fall in love.
The realization was quiet and sure. This was what it felt like to fall in love. It wasn’t the lightning strike he’d been expecting. It wasn’t the big dramatic moment. It was this. This… solid feeling that crept into his chest like a root.
------------
Questo è quello che si prova a innamorarsi.
La realizzazione arrivò quieta e sicura.. Questo era quello che si provava a innamorarsi. Non era come essere colpiti da un fulmine, come si sarebbe aspettato. Non era un grande momento drammatico. Era questo. Questo... solido sentimento che si è insinuato nel suo petto come un rampicante.

Per quanto riguarda lo stile, mi è piaciuto tanto. Non sono una fan della terza persona, ma in un certo senso forse è stato meglio.
Ci sono stati dei momenti in cui, io che non ho mai pensato di farmi un tatuaggio, ho detto: "Bon, domani vado e mi tatuo". Cioè, capite la sensazione? È qualcosa che coinvolge ad un livello intimo e profondo.
Sul fronte difficoltà dell'inglese, direi che non è per chi prova la lettura in lingua per la prima volta. Non è scorrevolissimo, non ci sono contratture, ma alcune parole sono veramente di nicchia.

Comunque, a me è piaciuto tantissimo e non vedo l'ora di avere il cartaceo tra le mani. E a questo proposito, se vi interessa, cliccate sull'immagine qui sotto!


🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Che ne dite?
Io sono innamorata di questo libro e sicuramente il mese prossimo comincerò a buttare giù la lista dei libri da prendere con le mie carte regalo di Natale e questo non mancherà!

16 commenti:

  1. Buongiorno Jessica, mi piacciono i blog in cui parlare di libri. Io sono appena approdato su blogspot, sono quindi tutto solo soletto. Sei invitata a farmi visita: se passi, mi farà molto piacere! Intanto buon lavoro e buone letture!

    RispondiElimina
  2. Tu lo sai che io l'ho già aggiunto

    RispondiElimina
  3. Che bello. Lo aggiungo subito in lista

    RispondiElimina
  4. Spero veramente che lo portino anche da noi, mi piacerebbe leggerlo. Purtroppo non essendo molto ferrata nella lettura in lingua, non mi lancio nella lettura adesso xD ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente non è il titolo giusto per cominciare!

      Elimina
  5. Oh questo è particolare, l'inchiostro è sempre inchiostro no? u.u
    Anche io dopo aver letto un libro volevo farmi un tatuaggio! Prima o poi... maybe

    RispondiElimina
  6. È nella mia tbr fin dalla prima volta che ne hai parlato xD

    RispondiElimina
  7. Io voglio leggerlo ora più che mai! ❤️

    RispondiElimina
  8. Wow, wow, wow! Libreria e tatuaggi nello stesso libro?! Si dovrebbe proporlo alla Newton, è un genere che pubblica magari lo prende in considerazione *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma mi auguro di no, non voglio che me lo deturpi!

      Elimina

Da Non Perdere!