venerdì 20 luglio 2018

Recensione: Il cuore del Texas di R.J. Scott (Spoiler)


 Demolition Book Derby 


Buongiorno Inkers e buon venerdì, come state? Io... beh, so and so. Sono in pieno blocco del lettore. Sì, avete capito bene. E non riesco ad uscirne, nemmeno con le riletture. Mi sa che devo fare un pausa *sigh*
Parlando di cose belle, però, avete notato il nuovo menu aggiuntivo sul blog? Mi ci è voluto un po' per perfezionarlo, ma sono molto soddisfatta di com'è venuto. Voi che ne pensate? Sì, lo so che alcune pagine sono ancora in costruzione, ma prometto che mi impegnerò a completarle entro l'estate. Intanto potete accedere già ad alcune pagine, in particolare quella della lettura in lingua che era il progetto a cui tenevo di più.
Detto questo veniamo a noi e alla recensione/demolizione odierna che vede protagonista "Il cuore del Texas" di R.J. Scott edito da Triskell Edizioni.



TRAMA:
IL CUORE DEL TEXAS
TEXAS #1
R.J. Scott



Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Cartaceo 13,00€ | Ebook 4,49€
Pagine: 380
Data uscita: 8 Giugno 2018
Genere: M/M, Romance
Riley Hayes, il playboy della dinastia Hayes, è un giovanotto che, almeno all'apparenza, ha tutto: soldi, un lavoro che ama e un'ampia scelta di donne bellissime. Suo padre, amministratore delegato della Hayes Oil, trasferisce il controllo della compagnia ai due figli, ma la parte di Riley porta con sé una postilla. Preoccupato dalla sua mancanza di maturità, il padre esige che Riley 'si sposi e rimanga sposato per un anno con qualcuno che ama.
Inferocito dalla richiesta, Riley cerca un modo di svincolarsi dalla clausola imposta dal padre. Ricattare Jack Campbell affinché lo sposi 'per amore' sembra combaciare perfettamente con i suoi scopi. Infatti, i documenti del padre non contemplano che l'unione debba avvenire con una donna, inoltre Jack Campbell è figlio del nemico giurato di Hayes Senior. È un piano perfetto.
Riley sposa Jack, e in un lampo tutto il suo mondo si ribalta. Il giovane Hayes non poteva certo immaginare che Jack Campbell, un tranquillo e modesto mandriano, fosse una forza della natura.
Questa è una storia di morte, inganni, lotte di potere, amore e passione, che racconta la vita scalcagnata di un cowboy e il vortice esistenziale di un playboy. Ma soprattutto, come Riley scoprirà col passare dei mesi, questa è una storia sulla famiglia e su tutto ciò che rappresenta.

SERIE: TEXAS
1. Il cuore del Texas
2. Texas Winter
3. Texas Heat
4. Texas Family
5. Texas Christmas
6. Texas Fall
7. Texas Wedding
8. Texas Gift


Quando, tempo fa, era uscito il romance M/F di questa autrice, avevo optato per tenermene alla larga in seguito a diverse opinioni infelici.
Non ne ho mai sentito la mancanza né è pervenuto il desiderio di recuperarla nonostante tutto perché, comunque, di sport romance sull'hockey ne avevo e ne avevo già letti.
Poi però è uscito questo M/M. E io amo gli M/M.
Ed era pure un M/M coi cowboy. E io amo i cowboy.
Inutile dire che, nonostante le avvertenze lampeggianti nel cervello che mi mettevano in guardia, mi sono lasciata trascinare.
E... niente gente, davvero, fate un favore a voi stessi e girate al largo. A meno che non vi piaccia Beautiful. O Dallas. O Destiny.
E io mi fermerei anche qui, ma scommetto che voi volete saperne di più, giusto?
E allora allacciate le cinture...

Ah no.
Aspettate.
Sarà una recensione TOTALMENTE SPOILEROSA, vi dirò inizio, mentre, durante e finale perciò se non volete sapere, saltate tutta la parte interna alle due righe tratteggiate.


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La nostra storia parte con Riley, un imprenditore etero, che per metterla in quel posto al padre (Gerald) che lo ha quasi completamente escluso dalla gestione dell'azienda di famiglia, dando la quota maggioritaria all'altro figlio (e fratello maggiore di Riley) Jeff, decide di sposare il gayissimo Jack ricattandolo con delle informazioni personali e una sana dose di cash.
I due convolano a nozze e, sebbene si odino da sempre perché tra le due famiglie è in corso una faida generazionale, l'attrazione di Jack per Riley è innegabile tanto quanto la curiosità di quest'ultimo verso il suo stesso sesso. "Ah però io non sono gay". No, infatti, ti piacciono uomini e donne indistintamente, si chiama essere bisessuali. Ma perché metterci un'etichetta, dico io?

I due, nel giro di tre capitoli, passano dall'odiarsi al rendersi conto di essere perdutamente innamorati anche se - ovviamente - non possono ammetterlo perché, dai, è troppo presto.
Nel frattempo, però, ne succedono di ogni e, onestamente, non ricordo l'ordine cronologico esatto degli eventi, ma vi riporto qui alcuni fatti.

Riley ha una sorella più piccola che è una mini Paris Hilton, ma che da un minuto all'altro diventa Madre Teresa. Addio amore per i soldi, benvenuto "Fai la cosa giusta!"
Jack ha un fratello più grande, Josh avvocato, e una sorella più piccola, Beth, malata di cuore, che è incinta non si sa di chi.
Riley è molto amico dell'avvocato di famiglia, Jim (che c'entra, vi chiederete voi... ci arrivo, ci arrivo)
Ad un certo punto Jeff paga uno per uccidere Jack, ma è Riley quello che finisce in ospedale e di nuovo amore di qua e amore di là.
Ed è qui che si scopre che Jim (l'avvocato) è il padre biologico di Riley (toh, ora è chiaro perché non ti ha dato la tua parte dell'azienda di famiglia).
Viene fuori che il migliore amico di Riley, Steve, è anche lui malato di cuore ed è innamorato di Beth, la sorella di Jack.
Si susseguono scene non meglio identificate in cui Riley e Jack scopano, Riley scopre che essere omosessuale gli piace, si amano e bla bla, però intanto Jack continua a prendere e andare a farsi un giro ogni volta che si incazza (molto maturo).

Fin qui abbiamo avuto la parte Beautiful.
Ora arriva quella Dallas/Dinasty e la parte davvero davvero SPOILER.

Beth (che è incinta, ricordate?) è stata violentata da Jeff (il fratellastro maggiore di Riley) e il bambino è suo.
Jeff è uno psicopatico che picchia la moglie e che la tradisce con donne più giovani che picchia per diletto.
L'azienda petrolifera del padrigno di Riley in realtà era a 50 e 50 con il padre, morto, di Jack e con un magheggio degno di McGyver, Riley e compagnia bella riescono ad appropriarsi della quota maggioritaria dell'azienda in questione.
Il giorno in cui Jack e Riley devono rinnovare i voti di matrimonio, perché ora si amano davvero, Jack viene arrestato con l'accusa di aver ucciso Jeff.
Ma in realtà a uccidere Jeff è stata la moglie di lui, che giustamente non ne poteva più. E ricordate la sorella Paris Hilton/Maria Teresa di Riley? Ecco, lei vede tutto.
La questione è presto risolta perché Jim parla con Gerald che decide di prendersi la colpa dell'omicidio dato che ha il cancro e in due mesi sarà morto.
Dopo essersi sposata con Steve, Beth partorisce, ma finisce questo la manda in coma per un periodo non meglio identificato.
Ma tranquilli, c'è il lieto fine.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Inutile dire che i fatti parlano da sé per quanto riguarda la demolizione. Bastano quelli a rendere il libro un flop, per me.
In secondo luogo c'è la caratterizzazione dei personaggi che è inesistente. Né Riley né Jack né nessuno degli altri personaggi ha una personalità definita. Passano tutti da un estremo all'altro senza una particolare ragione.
Eventi che dovrebbero sconvolgere e dare il via ad un cambiamento nei personaggi vengono accettati e fatti passare come l'acqua che scorre in un torrente.

Lo stile, per di più, non è avvincente. Scritto in terza persona, utilizzando un sistema corale, fa completamente perdere quelle che potrebbero essere le sensazioni dei personaggi.
Non si entra in sintonia con nessuno e, almeno per quanto mi riguarda, non c'è alcuna spinta a volerne sapere di più. Tutto è piatto, messo lì perché "deve" succedere e una volta che è successo si passa alla scena successiva.

E niente, per me è no.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

È incredibile come i libri vengano percepiti diversamente da ogni lettore.
So che questo libro è piaciuto a diverse persone e quando sono andata a leggere le loro recensioni... beh sono rimasta super perplessa perché davvero mi sembrava di aver letto un libro diverso.
Insomma, quando io parlo di intrighi e tradimenti mi aspetto una Xena o un Principe Prigioniero, non Beautiful.




4 commenti:

  1. Mi aveva già fatto ridere la prima volta che me l'hai raccontaro. Ma vedere il dbd mi da comunque una soddisfazione in piú😂

    RispondiElimina
  2. AHAHAHAHAHAHA
    Sto male, sapevo già tutto dalla chat ma ancora una volta sono rimasta inorridita e confusa da tutti questi intrighi intriganti! AHAHAHAH
    E pensare che volendo le premesse c'erano...
    suppongo leggerai gli altri 7 libri della serie XD

    RispondiElimina
  3. Leggere la recensione è stato esilarante ahahah ed è solo il primo di una lunga serie! Da mettersi le mani tra i capelli!

    RispondiElimina