lunedì 29 gennaio 2018

Il Principe Prigioniero 5a Tappa Read Along e Giveaway


 Lettura di Gruppo 


Buongiorno Inkers e buon inizio settimana, come state? Per me oggi inizia una settimana particolarmente faticosa, che dopo otto giorni di malattia non è proprio l'ideale, ma d'altra parte il lavoro non aspetta.
Oggi in particolare sono ad un corso di formazione - ne ho uno pure venerdì! - e quale miglior giornata per portarvi la mia tappa del Read Along de "Il Principe Prigioniero" di C.S. Pacat?



TRAMA:
IL PRINCIPE PRIGIONIERO
CAPTIVE PRINCE #1
C.S. Pacat

⭐⭐⭐⭐

Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Cartaceo 11,00€ | Ebook 5,99€
Pagine: 186
Data uscita: 28 Giugno 2017
Genere: Fantasy, Storico
Damen è un guerriero e un eroe per il suo popolo, nonché il legittimo erede al trono di Akielos. Ma quando il fratellastro si impadronisce del potere, Damen viene catturato, privato del suo nome e spedito a servire il principe di una nazione nemica come schiavo di piacere. Bellissimo, manipolatore e pericoloso, il suo nuovo padrone, il principe Laurent di Vere, rappresenta tutto il peggio della corte di quel paese. Ma all’interno di quella letale ragnatela politica niente è come sembra, e quando Damen si trova, suo malgrado, invischiato nelle macchinazioni per il raggiungimento del potere, è costretto a collaborare con Laurent per sopravvivere e salvare la sua casa. Per il giovane condottiero, a quel punto vige una sola regola: non rivelare mai, in nessun caso, la propria identità, perché l’uomo da cui dipende è anche colui che, più di chiunque altro, ha motivo di odiarlo…

SERIE: CAPTIVE PRINCE
2. La mossa del principe (23 Febbraio in Italia)
2.5. Green but for a Season - short stories 1 (inedito)
3. L'ascesa dei Re (10 Marzo in Italia)
3.5. The Summer Palace - short stories 2 (inedito)
3.6. The Adventures of Charls, the Veretian Cloth Merchant (inedito)
3.7. Pet - short stories 3 (inedito)




Capitoli 7 e 8

Nel capitolo sei avevamo lasciato Damen in una situazione che non gli era esattamente favorevole perché la sua preoccupazione per gli schiavi akielonesi aveva fatto breccia nel suo orgoglio portandolo a chiedere un favore al nostro bel principe Laurent.

Il capitolo sette inizia esattamente da dove si era fermato quello precedente e vede Damen e Laurent entrare in contatto in modo diverso.

A differenza della prima metà del libro, in questo capitolo i due scambiano ben più di due parole e, sebbene Laurent mantenga la sua aura gelida e il comportamento distaccato, a poco a poco, mentre si legge, comincia a emergere un qualcosa, una sorta di incrinatura in quella scorza di cristallo. Non è evidente, ma è ciò che, probabilmente inconsciamente, ha portato Damen a tentare la sorte chiedendo alla sua nemesi di aiutarlo.

«Non sottovalutarlo solo perché è giovane. Ha vissuto esperienze che gli adulti neanche si immaginano, e la sua mente non è più quella di un ragazzino. Inoltre, anche un bambino può imparare a manipolare un adulto. E ti sbagli: non è il consigliere Audin il suo padrone. Nicaise è pericoloso.»
 «Ha tredici anni!» esclamò lui, sotto lo sguardo pensieroso di Laurent. «C’è qualcuno in questa corte che non mi sia nemico?»
 «Non se posso impedirlo.»

Se il settimo capitolo langue in uno scambio decisamente apprezzato di battute, l'ottavo ci fa entrare nel vivo dell'azione e non solo per quanto riguarda la situazione in corso.
Mentre Laurent si lavora la delegazione pratese per raggiungere il suo obiettivo di realizzare il favore chiestogli da Damen, quest'ultimo vede le sue catene leggermente allentate e ha modo di farsi un'idea più precisa della corte, dei suoi meccanismi e di tutti i suoi attori.
Nel suo momento di libertà, se così lo si può chiamare, la sua lealtà viene nuovamente messa alla prova dal reggente e qui si accende una scintilla.
Damen deve scegliere da che parte stare e dichiararlo, ma nel momento in cui è convinto di avere la scelta più ovvia sulle labbra, qualcosa lo blocca.
Qualcosa scatta nel nostro principe dei "barbari" e le scene finali del capitolo non fanno che mettere davvero molta carne al fuoco su quello che da ora in poi potrebbe essere il loro rapporto.

La cosa che mi è piaciuta di più di questo capitolo è decisamente il modo in cui Damen si rende conto dell'umanità di Laurent dietro alla sua maschera di ghiaccio.
Il principe dorato è sempre glaciale e calcolatore, questo non cambia, ma il suo comportamento ci lascia capire che non è tutto come sembra, e che forse, lui stesso non approva poi così tanto il modo in cui il suo paese vive e prospera.
Ho adorato la capacità di Laurent di tessere tele che si stringono intorno alla sua preda solo al momento giusto. E come Damen non ho apprezzato certi mezzi, ma in alcuni casi non si può scegliere.

«Pensavo che voi e Torveld aveste altri progetti.» Le parole gli erano sfuggite di bocca suo malgrado.
 «No.»
 Damen si rese conto che stava mettendo alla prova il buon umore di Laurent, quindi disse, non senza difficoltà: «Non so perché lo abbiate fatto, ma sono certo che gli altri saranno trattati bene a Bazal. Grazie.»
 «Sei disgustato da noi, vero?» chiese il principe. Poi, senza avergli dato modo di rispondere, aggiunse: «Non dirmelo. Qualcosa ti ha fatto sorridere prima. Cosa?»
 «Niente. Ancel. Alla fine sembra aver trovato la protezione reale che tanto desiderava.»
 Laurent seguì il suo sguardo. Osservò con tranquillità il modo in cui il prediletto si chinava per servire il vino, il modo in cui le dita del reggente si sollevavano per accarezzargli la linea della guancia.
 «No,» disse, senza mostrare grande interesse. «Quella è solo apparenza. Credo che non tutte le pratiche di questa corte incontrerebbero l’approvazione della delegazione patrese.»
 «Che volete dire?»
 Laurent staccò lo sguardo dal reggente e lo riportò su di lui. Nei suoi occhi azzurri non v’era traccia del disprezzo, dell’ostilità o dell’arroganza che gli erano ormai familiari, al loro posto c’era qualcosa che Damen non seppe identificare.


Giveaway

In occasione dell’uscita del secondo volume della saga Captive Prince, la pagina FB dedicata, Captive Prince Italia, in collaborazione con il gruppo Captive Prince - Italian readers, sotto l’egida della Triskell, a partire dal 4 gennaio ha organizzato la lettura di gruppo (Read Along) de Il Principe Prigioniero, partecipando alla quale si potrà concorrere al Giveaway del secondo volume digitale della saga, edito sempre dalla Triskell.

Il Read Along sarà presentato e commentato sia nella pagina che nel gruppo con la collaborazione di questo blog e di altri sette blog amici.


Partecipare al Giveaway è facilissimo e divertente. Basta mettere il like alla pagina e fare parte del gruppo, comunicando alle admin l’intenzione di partecipare all’iniziativa. 
Poi basterà pubblicare nel gruppo una citazione tratta dai capitoli presi in considerazione per ogni tappa della Read Along corredata da un’immagine che può essere elaborata da voi, stile “aesthetics”, oppure da una delle tantissime fan art su Captive Prince che devono però riportare i credits dell’artista.

Immagine: Pinterest
Captive Prince Italia



Davanti a lui, legato e sorvegliato da alcuni soldati, c’era uno schiavo come non ne aveva mai visti prima. Muscoloso e imponente, non indossava i finti ferri che adornavano i giovani nella galleria: i suoi ceppi erano veri. Aveva i polsi bloccati dietro la schiena e le sue gambe e il torso erano stretti da robuste corde. Nonostante ciò, la sua forza fisica sembrava a malapena contenuta. Gli occhi neri fiammeggiavano furiosi da sopra il bavaglio e un esame attento rivelava, sotto gli spessi legacci, i segni rossi delle escoriazioni che si era inflitto nel tentativo di liberarsi. - Il principe prigioniero







Per ogni tappa si possono proporre fino a tre citazioni corredate da immagine per ogni partecipante e si possono presentare citazioni uguali ma corredate da immagini diverse. 
Le immagini-citazioni possono essere postate nel Gruppo oppure mandate per MP alla Pagina.

Tutte le immagini con le citazioni verranno premiate con la pubblicazione nella pagina sotto forma di post, col riferimento dell’ autore e dei credits.

Ogni settimana, il Blog che ha presentato la tappa sceglierà tra tutte le citazioni-immagini proposte nella sua tappa le DUE che gli sono piaciute di più. Queste passeranno il turno.
Per vincere il Giveaway è obbligatorio partecipare almeno a cinque tappe di RA.
Tra tutte le finaliste di tutte le settimane, a fine Read Along verrà scelta la citazione- immagine vincitrice a cui sarà assegnato in premio il libro digitale.

Buona fortuna e che i Lamen vi assistano ♥

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Nonostante per me questa sia una rilettura, ho la sensazione di star leggendo questo libro per la prima volta perché in ogni capitolo scovo dettagli che alla prima lettura mi erano sfuggiti.
Non vedo l'ora di poter leggere il secondo!

6 commenti:

  1. Allora... Piace molto anche a me Damen qui, inizia a capire un po' meglio Laurent, fiducia è ancora una parola troppo grossa per il loro rapporto, però c'è qualcosa in ballo. Sono nemici, sono uno il padrone e l'altro lo schiavo eppure comincia a nascere un legame diverso. E credo che valga anche il contrario, Laurent non ha pov per cui è solo una mia idea, ma anche lui si sta ricredendo su quel barbaro di Damen, forse per entrambi è un punto di svolta nei confronti dell'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiii non vedo l'ora di andare avanti, ora arriva la parte più bella!

      Elimina
  2. Arrivo tardi ma arrivo, settimana micidiale e letture da finire.
    Oddio questi capitoli, oddio questa tappa!
    La mia citazione di questa tappa è:
    Damen si scoprì a pensare che la necessità pressante di tirare Laurent dalla sua parte stava lasciando spazio alla consapevolezza preoccupante di aver messo le vite degli altri nelle mani di un individuo crudele e incostante di cui non si poteva fidare e che non era capace di anticipare né di comprendere.
    Non si sentiva incline a nessuno slancio affettivo negli confronti del principe. Non era il tipo da credere che le sofferenze inflitte con una mano potessero essere assolte dalle carezze dell’altra… sempre ammesso che si fosse trattato di una carezza. E non era nemmeno così ingenuo da credere che Laurent stesse agendo spinto da un impulso altruistico. Se lo avesse fatto, sarebbe stato per qualche sua ragione personale e contorta.
    Se lo avesse fatto.

    Scoprire che adesso il Principe può colpirlo indirettamente causandogli molto più dolore di quanto gli abbia mai procurato, rende Damen consapevole del guaio in cui si è cacciato. Ma ha alternative? Nessuna, deve fidarsi di Laurent e sperare che la sua crudeltà resti limitata alla sua persona.
    Amo infinitamente questo rapporto che si sta evidenziando tra i due. Basta un niente e per entrambi potrebbe essere la fine. Ma la fine per chi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro il modo in cui la cosa evolve a poco a poco, come il terreno venga tastato attentamente.

      Elimina
  3. Mancano 20 giorni e io non sto nella pelle! Datemi il secondo e nessuno si farà del male xD

    RispondiElimina