giovedì 18 gennaio 2018

Recensione: Non ho tempo per amarti di Anna Premoli


 Recensione 


Buongiorno Inkers e felice giovedì, come state? La settimana è quasi giunta al termine e io ieri mi sono dimenticata di dirmi che il mio Funko Pop di Tockins (gentilmente regalatomi dal man) è finalmente arrivato dopo più di un mese di fermo in dogana. Il poveretto del negozio si è beccato un sacco di recensioni e commenti negativi per qualcosa di cui non aveva colpa, solo perché la gente non si è presa la briga di chiedere. È un negozio americano, se il pacco è fermo in provincia di Varese dall'11 di Dicembre, dove vuoi che sia? In dogana a Malpensa, no? Quindi con che coraggio ce la si prende col venditore? Non è che 'sto poveretto può farci niente.
Comunque, se volete dare un'occhiata al Pop incriminato, potete trovarlo sul mio profilo Instagram.
Per quanto riguarda i libri, invece, oggi vi parlo di una delle mie ultime letture: "Non ho tempo per amarti" di Anna Premoli, edito da Newton Compton Editori.



TRAMA:
NON HO TEMPO PER AMARTI
#2
Anna Premoli

⭐⭐⭐⭐

Editore: Newton Compton
Prezzo: Cartaceo 10,00€ | Ebook 5,99€
Pagine: 320
Data uscita: 4 Gennaio 2018
Genere: Contemporary Romance
Julie Morgan scrive romanzi d’amore ambientati nell’Ottocento. Di quell’epoca ama qualsiasi cosa: i vestiti lunghi, gli uomini eleganti, le storie romantiche che nascono grazie a un gioco di sguardi o al semplice sfiorarsi delle mani… L’unica cosa che salva del mondo di oggi è lo shopping online, che le permette di non mettere il naso fuori dal suo amatissimo e solitamente silenzioso appartamento. Almeno finché – proprio al piano di sopra – non arriva un misterioso inquilino: un ragazzo strano, molto giovane e vestito in un modo che a Julie fa storcere il naso. È davvero un bene che lei sia da sempre alla ricerca di un uomo d’altri tempi, perché il suo vicino, decisamente troppo moderno, potrebbe rivelarsi ben più simpatico di quanto avrebbe mai potuto sospettare…


1. È solo una storia d'amore2. Non ho tempo per amarti


Non so se lo sapete, ma io ho iniziato la mia avventura con la Premoli proprio con "È solo una storia d'amore" (qui la recensione) che si può dire sia il prequel di sua questa nuova opera.
La storia di Julie, infatti, è collegata a quella dei protagonisti del libro precedente perché la nostra protagonista è nientepopodimeno che la stessa Julie che faceva da spalla a Laurel nella sua sfida con Aidan.

Sbatto le ciglia e mi trattengo dal ridere. «Qui abbiamo un problema generazionale, cara la mia rock star: ero già troppo cresciuta, nel momento in cui i libri del maghetto andavano per la maggiore».
«Vuoi dire che non li hai letti?», mi chiede vagamente oltraggiato.
«Certo che li ho letti! Ma anni dopo. Solo che a quel punto ero troppo adulta per provare la famosa magia».
Mi osserva per nulla convinto. «Guarda che non si è mai troppo adulti – come dici tu – per sentire la magia».

Ammetto di aver guardato questo libro con un po' di... uhm, non mi viene la parola. In sostanza, non mi convinceva. Sapevo che era collegata al libro prima e dato che quello mi era piaciuto un sacco, proprio non capivo cosa non mi attirasse.
Così mi sono dovuta togliere il dubbio leggendolo.
E sapete cos'ho scoperto? Che non avevo alcun motivo per essere restia.
La Premoli si dimostra per la terza volta (perché tre sono i suoi libri che ho letto) un'autrice capace di dar vita a personaggi diversi di libro in libro, realistici nelle loro personalità e negli ambienti in cui vivono. Con uno stile fresco e sempre, sempre, sempre divertente e moderno.

«Magari non intendeva proprio vecchia…», prova a consolarmi Laurel.
«No, credimi, vecchia intendeva e vecchia ha detto».
«Se avesse detto matura sarebbe stato meglio?», ride.
«Ovviamente no. Cosa sono, una pesca?»
«Il tuo incarnato la ricorda, in effetti».

Nel caso specifico di "Non ho tempo per amarti" ho apprezzato tantissimo il tema della differenza di età al rovescio. Perché se un uomo sta con una più giovane va bene, ma se è una donna a stare con uno più giovane allora le cose cambiano?
La Premoli sa come affrontare il tema e lo fa con lo spirito giusto, anche se ammetto che avrei volentieri fatto a meno di tutte le frecciatine politiche all'attuale Presidente degli Stati Uniti. Non che io sia pro T, ma penso che non sia il caso che un autore si esponga così tanto nei suoi libri.

A parte questo però, il libro si legge che è un piacere.
La storia tra Julie e Terrence è divertente, esilarante e dolce. I cliché non mancano, e ammetto di non aver digerito bene la parte finale che ho trovato prima leggermente banale e poi leggermente forzata.
Ma dopotutto i libri della Premoli sono quelli che leggi quando devi tornare in asse, quando devi prendere un po' di respiro dopo che ti è sembrato di correre dietro alle letture. Solo quelli che si legge per ridere e prendere aria.


Forse è così che dovrebbe essere l’intimità: un momento di gioia condivisa. Sì, gioia prima che passione. Perché, per quel che mi riguarda, la passione è una sensazione del tutto vuota, se tra due persone non c’è qualcosa di più della mera attrazione.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Che ne dite?
Lo avete letto?
Che rapporto avete con questa autrice?

10 commenti:

  1. E' piaciuto molto anche a me questo libro.
    Il tema della donna più grande non viene affrontato spesso ed è ricco di pregiudizi quindi mi è piaciuta questa novità e ora non vedo l'ora di leggere di Norman

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche Norman mi incuriosisce molto, ma anche l'altra amica non mi ha lasciata indifferente!

      Elimina
  2. Ahhhhhh...quindi questo è il secondo di una serie! Maddai.... allora dovrò prima leggere " È solo una storia d'amore" ...per fortuna che non l'ho iniziato XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìsì, ma se vuoi leggerlo puoi farlo, leggere il primo non è essenziale. Sicuramente ti dà un immagine più completa.

      Elimina
  3. E' da un sacco che non leggo qualcosa della Premoli!

    RispondiElimina
  4. Ah si? E' collegato a "E' solo una storia d'amore"? Allora quasi quasi lo leggo ;)

    RispondiElimina
  5. mi piace questa autrice e ho adorato È solo una storia d'amore. Non avevo capito che fosse collegato, aspettavo la storia di Norman. Devo spicciarmi a leggerlo, sono curiosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che oltre alla storia di Norman ci sarà anche quello della terza scrittrice!

      Elimina

Da Non Perdere!