venerdì 2 febbraio 2018

Recensione: A thousand boy kisses di Tillie Cole


 Ink Magic English 


Buongiorno Inkers e benvenuti in questo venerdì di formazione e mal di denti. Come state? Io... beh, da come probabilmente avete capito sono di nuovo quasi KO. Le influenze le do per debellate, ma in compenso è da domenica che sopporto un terribile dolore alla gengiva che mi prende sia la testa che la gola e ieri mi sono decisa ad andare dal dentista. Diagnosi? Grave infiammazione, necessario antibiotico (perché gli antidolorifici non mi fanno niente) e radiografia per capire 'sto dente del giudizio che vuole fare.
In tutto ciò ieri ho completato la lettura di "A thousand boy's kisses" di Tillie Cole, libro inedito in Italia che ho letto per la Rare Reading Challenge e mi auguro con tutto il cuore che arrivi in Italia prima o poi perché merita un posto in ogni libreria.



TRAMA:
A THOUSAND BOY KISSES
AUTOCOCLUSIVO
Tillie Cole

⭐⭐⭐⭐⭐

Editore: Autopubblicato
Prezzo: Cartaceo 12,48€ | Ebook 3,59€
Pagine: 352
Data uscita: 14 Marzo 2016
Genere: Young Adult
Un bacio dura solo un momento. Ma mille baci possono durare una vita.
Un ragazzo. 
Una ragazza. 
Un legame creato in un istante e custodito per dieci anni. Un legame che né il tempo né la distanza possono spezzare. Un legame che durerà per sempre. 
O almeno così credono.

Nota: la trama è stata tagliata per evitare spoiler.

AUTOCONCLUSIVO



Qualcuno mi dia un cuore nuovo.
Me lo merito.
Dopo aver terminato la lettura di questo libro ed essere riuscita a trattenermi dallo scoppiare a piangere come una disperata sul treno, mi merito un premio.
E il premio giusto è un cuore nuovo perché il mio è in tanti piccoli pezzettini. Mille, per la precisione.
Tanti quanti i baci tra Rune e Poppy.
Tanti quanti quei post-it azzurri rimasti bianchi.

Mi baciò finché ogni parte di me non seppe a chi appartenesse. Mi baciò finché il mio cuore non si fuse di nuovo con il suo: due metà di un intero.

Sto pensando a cosa scrivere e a come scriverlo.
Sto pensando a come posso riuscire a trasmettervi l'immensità dell'amore che trasuda da queste pagine.
Questo libro parla d'amore allo stato puro.
Parla di quell'amore innocente e cristallino che chiunque ha il diritto di provare almeno una volta nella vita.
Forse non tutti abbiamo trovato la nostra anima gemella a cinque anni.
Forse molti di noi hanno incrociato la propria anima gemella ad un certo punto, senza sapere che quella era la persona giusta.

Poppy è forse il personaggio più stereotipato, quello che ad un lettore può sembrare più costruito, eppure la sua vitalità, il suo vedere sempre il lato positivo, il bicchiere mezzo pieno, è ciò che la rende speciale. Ciò che ti fa dire: "E io che mi lamento del mal di denti."
E poi c'è Rune. Rune che è così perfettamente caratterizzato, così reale, così tangibile. Lui così spezzato e così sensibile. Il suo amore e la sua rabbia, la sua angoscia e la sua speranza sono pulsanti, vivi.

Bacio quattrocentotrentaquattro, con il mio Rune, sulla spiaggia... quando il suo amore è tornato a casa.

La storia d'amore tra Poppy e Rune magari potrebbe sembrarvi poco realistica, ma è ciò che di più bello la letteratura può offrirci.
È dolce, intensa, passionale. È quel tipo di storia che ti prende per mano, ti sostiene nei momenti difficili e che resta accanto a te anche quando non la vedi.
È quel tipo di storia che vi accenderà il cuore e ve lo spezzerà fino a ridurlo in briciole.
Vi farà piangere di gioia, di tristezza, di commozione.

Lo stile della Cole è scorrevole, un inglese facile alla portata di tutti, probabilmente anche grazie al target di riferimento.
L'unica pecca, a mio parere, è l'epilogo che, per una volta, poteva non esserci. L'ultimo capitolo era perfetto come finale.
Ma oltre a essere una storia d'amore, questa è una storia di fede. Non necessariamente in una divinità superiore, ma in ciò che può esserci al di là della nostra percezione fisica.
È una storia di coraggio e di opportunità, e vi si appiccicherà addosso come nessun'altra.

L'ottocentodiciannovesimo bacio fu quello che cambiò tutto. Quel bacio fu la prova che un cupo ragazzo norvegese coi capelli lunghi e un'eccentrica ragazza del profondo Sud potevano provare un amore che rivaleggiasse coi grandi. Dimostrava che l'amore era semplicemente la tenacia di assicurarsi che l'altra metà del tuo cuore sapesse che lui, o lei, fosse adorato in ogni modo possibile. Ogni minuto di ogni giorno. Quell'amore era tenerezza nella sua forma più pura.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Sono a pezzi Inkers, davvero.
Questo libro è... non so nemmeno che altro dirvi.
Posso solo aggiungere che sicuramente lo avrò cartaceo al Rare per farlo autografare all'autrice.

21 commenti:

  1. E niente, mi sono commossa con la tua recensione e le citazioni - quando lo leggerò, addio proprio.

    RispondiElimina
  2. Oh ma che bella recensione e che bel libro! Finisce che lo metto nella sfida (anche se so già tutto) u.u

    RispondiElimina
  3. Anche a me è piaciuto tantissimo questo libro. Adoro la cover poi. Bellissima storia e come dici adatta anche a chi non è bravissimo con l'inglese come me. L'ho letta velocemente sebbene io non sia veloce e quindi è tutto dire.
    Avevo una mezza idea anch'io di fare come e di prenderlo cartaceo per farmi fare un autografo poi vedremo a giugno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è veramente un libro speciale, spero che lo portino in Italia!

      Elimina
  4. Seppur veda pianti e vorrei subito aggiungerlo la tua recensione mi frena un po, però lo tengo comunque in lista visto che è un'autrice del rare :)

    RispondiElimina
  5. Bellissima recensione, si percepiscono dalle tue parole le emozioni che questo libro ti ha lasciato. Vista la grande curiosità che mi hai suscitato, finisce dritto in WL!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh che bello! Se lo leggi fammi sapere che ne pensi!

      Elimina
  6. Ciao Ink!
    Questo libro mi ha sempre ispirato e attirato tantissimo, ma non l'ho mai letto perché avevo il terrore che trattasse un tema specifico e... ne ho avuto la conferma. Così come detto a Silvy lo inserirò in tbr e poi deciderò che fare... Magari se lo tradurranno in italiano lo leggerò senza ripensamenti o forse no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leen! Capisco perfettamente la reticenza, io sono stata tentata di fermarmi appena il verdetto è stato annunciato, ma era davvero troppo bello per rinunciare.
      Se può farti piacere ho suggerito il titolo a una CE, ora sta all'editor valutarne il potenziale!

      Elimina
    2. Grande! Hai fatto benissimo:)

      Elimina
  7. Lo inserisco immediatamente in WL e mi ricorderò di non leggere l'epilogo! ;) ♥

    RispondiElimina
  8. Quante ...quante lacrime mi ha fatto versare questo libro che ho letto solo grazie a te! ❤️

    RispondiElimina
  9. Eccomi! Vedo che concordiamo su praticamente tutto! Questo libro è proprio un gioiellino <3 Per l'epilogo dico solo che secondo me, più che non esserci, bastava che fosse ambientato un po' di anni dopo ahahah

    RispondiElimina
  10. ODDIOOOO *^* Jè ma sai se è pubblicato in Italia o verrà pubblicato?! Intanto lo aggiungo in WL, poi spero che una buona stella lo pubblichi AHAHAH

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo auguro che arrivi in Italia, non può rimanere sconosciuto!

      Elimina