giovedì 8 settembre 2016

Recensione in Anteprima: First, la mia prima volta di Laurie Elizabeth Flynn

Etichette: , , , , , , , ,
 Recensione in Anteprima 


Buongiorno inkers! Buon giovedì! Come state? Dai che la settimana è quasi finita!
Ieri sera ho programmato questo post, ma siccome avevo iniziato a scriverlo ieri mattina l'intro che state leggendo era diversa, solo che ieri sera alle 23,00 come una scema quando ho detto "pubblica alle 9,00" mica mi sono accorta che non l'avevo cambiata. Quindi eccomi sette minuti dopo la pubblicazione a correggere gli errori xD

Oggi per il blog è un gran giorno perché grazie alla Newton Compton ho avuto modo di leggere "First, la mia prima volta" di Laurie Elizabeth Flynn prima dell'uscita ufficiale e quale miglior titolo per la mia primissima recensione in anteprima?

recensione review Recensione in Anteprima: Firts, la mia prima volta di Laurie Elizabeth Flynn
FIRST, LA MIA PRIMA VOLTA
Laurie Elizabeth Flynn

recensione review Recensione in Anteprima: Firts, la mia prima volta di Laurie Elizabeth Flynn

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 9,90€ Ebook 4,99€
Pagine: 320
Serie: Autoconclusivo

Trama: A diciassette anni, Mercedes Ayres ha le idee ben precise in fatto di sesso: la porta della sua camera da letto è aperta solo per ragazzi alla prima esperienza. Mercedes è pronta a indirizzarli e aiutarli, e in cambio chiede solo che rendano speciale la prima volta delle loro ragazze. Che sia una prima volta perfetta, quella che Mercedes non ha avuto. Fino ad ora mantenere il segreto su ciò che accade nella sua camera da letto è stato facile. La sua impegnatissima madre è sempre fuori durante il giorno e non immagina quali siano le attività extrascolastiche della figlia, e la sua migliore amica super religiosa, Angela, non si azzarda neanche a pronunciare la parola “sesso” prima del matrimonio… Ma ci sono cose che Mercedes non ha messo in conto: non avrebbe mai potuto prevedere, ad esempio, che proprio il fidanzato di Angela venisse da lei e le chiedesse un “trattamento speciale” in cambio del silenzio, o che qualcuno fosse attratto da lei per com’è e non per ciò che sa fare a letto… Quando la sua perfetta organizzazione va in frantumi, Mercedes dovrà darsi da fare per salvare la propria reputazione e anche per capire che posto dare al suo cuore…


RECENSIONE

Se si va a vedere la pagina dedicata a questo libro sul sito della Newton, in fondo si trovano alcuni commenti che spesso (con altri libri) ho trovato ingannevoli, più per una divergenza di opinioni che per altro. Non è però il caso di "First, la mia prima volta" perché a fine lettura posso dire che commenti come
Romantico, sexy, irriverente, coraggioso: First è un romanzo speciale come la prima volta
«Un esordio senza paura, intelligente e straziante. First. La mia prima volta rimarrà con voi a lungo dopo l’ultima pagina.»
hanno decisamente un loro perché e non sono campati per aria.
Come già ci viene detto nella trama  Mercy è disposta a fare sesso solo con ragazzi vergini perché vuole che la prima volta delle ragazze con cui questi ragazzi stanno sia perfetta (al contrario della sua). Di base è una trama che non lascia molto all'immaginazione e che fa anche storcere il naso, soprattutto a noi femminucce che un compagno lo abbiamo.
Da un lato abbiamo Mercy che si presta senza pensare che con il suo comportamento spinge ragazzi fedeli a tradire, dall'altro abbiamo fidanzati ben poco rispettosi delle rispettive compagne dato che accettano di andare a letto con un'altra giusto per non sembrare impacciati.

Ciò che per tutta la lettura spinge il lettore ad andare avanti è la psicologia di Mercy perché mette davvero in risalto i problemi che si creano quando ci sono dei traumi che vengono trascurati.
Ora, non è che tutte le ragazze con un genitore più assente dell'altro diventino come lei, ma ciò che capita alla Mercedes tredicenne - credetemi, divorerete le pagine per sapere di cosa si tratta, per quanto prevedibile in un certo senso - non venendo adeguatamente trattato porta inevitabilmente a questa storia.
Ciò che più mi è rimasto impresso è come lei non voglia continuare la cosa, ma al contempo non possa farne a meno. Diventa una dipendenza, qualcosa che rende malvagio ciò che di buono lei credeva di fare. Qualcosa che rende sopportabile il disprezzo che vive dentro di lei. All'improvviso i numeri cominciano a crescere, le situazioni a diventare strane, la sua vita ad andare in pezzi, eppure Mercy non può più fare a meno di essere ciò che è diventata.
Almeno finché i fantasmi del passato non tornano a bussare alla sua porta sconvolgendo completamente la sua vita.

Il libro non è un capolavoro e non vuole esserlo, Lilì di sicuro non lo apprezzerà per la marea di cliché (il migliore amico innamorato con cui lei sostiene di non poter stare, la situazione familiare, il bullismo...), però penso che questo sia un libro che vada letto per il messaggio che trasmette.
La scrittura è fluida, amichevole, quasi ipnotica, tant'è che quando Mercy descriveva il momento in cui scriveva e scarabocchiava il foglio del diario con rabbia mi è sembrato di essere io al suo posto.
Non è una storia per adulti, è una storia per ragazzine. Per quelle ragazzine che fanno del sesso la loro arma, che guardano alle altre ragazze con superiorità e sfida, che usano il termine troia con così tanta facilità che ormai è quotidiano.




E siamo giunti alla fine di questa recensione. Questo libro non finirà nella lista delle priorità di quelli da comprare cartacei, ma se avessi una sorellina più piccola di sicuro sarebbe un titolo che le farei leggere perché penso che le lezioni di educazione sessuale a scuola non arrivino a sufficienza nel cuore dei ragazzi. Per una bambina è importante essere in grado di proteggersi e sapere di poter chiedere aiuto quando ce n'è bisogno e credo che leggerne e potersi immedesimare in un personaggio come Mercy aiuterebbe molto.

Voi lettori che ne pensate? Lo avete in wishlist o vi ho fatto passare la voglia di leggerlo?


13 commenti:

  1. Eccomi qui *.* Attendevo con ansia questa tua recensione :) Appena ho letto la trama ho pensato che questo libro fosse un po' troppo trash per me, però continuavo a cercare info su di lui, qualcosa mi incuriosiva. Non lo leggerò ma questo tuo post mi ha soddisfatta molto :3 quindi adesso che non ho più questo peso, posso continuare la mia vita xD GRAZIE!


    Ps. E complimenti per la collaborazione con Newton *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che di questo passo non troverai più niente che ti piacerà ahahahah xD No scherzo ovviamente, qualcosa per te ci sarà di sicuro.
      Grazie ♡

      Elimina
    2. Ahahah spero di no xD. Ho adocchiato un paio di libri questo mese ma tra questi non vedo l'ora di leggere uno della Fabbri (mi sfugge il titolo) e la mia amata Firzpatrick *.*

      Elimina
  2. Buondì Ink eccomi da teee, complimenti per questa bellissima recensione in anteprima ^_^ Mi hai fatto inquadrare di certo meglio questo libro che,si confesso, mi incuriosiva ma mi respingeva allo stesso modo. Non so se lo leggerò adesso perchè come sai sono letteralmente sommersa dalle letture, provo ad essere ordinata e fare una lista ma... è una causa persa xD Quindi per ora passo ^_^ un bacione :******

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che io sono tutta presa da Legend, ma c'è sempre qualcosa che mi impedisce di mettermi a leggere!

      Elimina
  3. Da me resta in wishlist, probabilmente in lingua! xD

    RispondiElimina
  4. Sono daccordo con te quando dici che spesso i commenti a fine libro sono ingannevoli, ormai ci faccio poco affidamento perchè non sono sempre veri.
    Detto questo non ho letto il libro, ma sinceramente mi interessava poco. Adesso che ho letto la tua opinione devo dire che la mia curiosità non è stata per niente stuzzicata, quindi pazienza passerò ad altro. Per fortuna le nostre lunghe liste sono sempre infinite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le nostre wishlist sono come i rotoloni Regina: non finiscono mai. Quindi dubito che questa mancanza farà la differenza xD

      Elimina
  5. Ciao ink!
    Ammetto che la trama non è il mio genere, però oggi il libro era in offerta a 0.99 in versione ebook e non ho saputo resistere.
    Lo leggerò il prima possibile, così da farmi un'idea tutta mia!
    La psicologia della protagonista di cui parli mi incuriosisce molto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approfittare delle occasioni è la cosa migliore! E sì, la psicologia di Mercy è proprio il cardine del libro!

      Elimina
  6. Ciao Jess! Ero molto curiosa di questo libro e la tua è la prima recensione che leggo in proposito. Sai che non so se leggerlo o meno? Insomma dalle tue parole capisco che non è una lettura imperdibile ma comprendo il discorso dei messaggi che cerca di mandare. Anche perchè mi interessava proprio per il contesto, per il sesso usato in un certo modo nel mondo giovanile e per quello che il romanzo intendeva trasmettere. Tu mi hai dato conferma che andrebbe letto proprio per questo. Quindi, insomma, ci devo pensare...
    A presto! ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono dell'idea che vada letto con basse aspettative perché comunque non è un capolavoro, però il messaggio che lascia è importante e sebbene ad una persona adulta possa sembrare banale, penso che c'entri l'obiettivo. Il momento per leggerlo arriverà anche per te, sarà il libro a chiamarti!

      Elimina