lunedì 11 aprile 2016

Recensione: Forever di Amy Engel

Etichette: , , , , , ,
recensione review amy engel forever the book of ivy

Buon inizio settimana lettori! Come state?
Io arrivo da un bellissimo e caldissimo weekend di sole e sì è proprio per quello che ho latitato un po' negli ultimi giorni! No in realtà sto lavorando alla pagina delle serie qui sul blog che mi prende proprio tanto, ma ve ne parlerò meglio più avanti!
Oggi vi porto la recensione di "Forever" di Amy Engel edito da Newton Compton e già uscito in ebook, ma che arriverà cartaceo in libreria il 14 di questo mese.

recensione review amy engel forever the book of ivy
FOREVER
Amy Engel

recensione review amy engel forever the book of ivy

Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 9,90€, Ebook 4,99€
Pagine: 256
Serie: The book of Ivy #01

Trama: Dopo una guerra nucleare senza precedenti, la popolazione degli Stati Uniti è decimata.
Un piccolo gruppo di sopravvissuti entra in conflitto per decidere quale famiglia andrà al governo del nuovo mondo. Il clan dei Westfall perde lo scontro con quello dei Lattimer. Passano cinquant’anni e la comunità è ancora in pace, ma il prezzo è alto: ogni anno un rito assicura l’equilibrio forzato tra le famiglie e così una delle figlie dei perdenti deve andare in sposa a uno dei figli di quella vincente. Quest’anno, è il mio turno.
Il mio nome è Ivy Westfall, e la mia missione è semplice: uccidere il figlio del capo dei Lattimer, Bishop, il mio promesso sposo, e restituire il potere alla mia famiglia.
Ma Bishop sembra molto scaltro oppure non è il ragazzo spietato e senza cuore che mi avevano detto. Sembra anche essere l’unica persona in questo mondo che veramente mi capisce, ma non posso sottrarmi al destino, io sono l’unica che può riportare i Westfall al potere.
E perché questo accada, Bishop deve morire per mano mia...


RECENSIONE

Premessa: la Newton deve davvero rivedere la sua idea di titoli e copertine. Non so chi se ne occupi e sono convinta che ci sia una politica aziendale dietro per cui devono seguire determinate regole, ma seriamente... un libro non si giudica mai dalla copertina, e io non sto giudicando la grafica (io manco sono capace di fare certe cose con Photoshop), ma il tema... vabbè, ve ne parlerò meglio in un "How it was". Passiamo alle cose serie...

Per questo libro avevo aspettative altissime, e sì lo so che mi direte "Ecco, ti dai la zappa sui piedi", ma una ragazza deve pur sognare, no?
Di storie come questa avevo avuto un assaggio con "Bellezza Crudele" e diciamo che niente può essere peggio di quello, ma Forever sa rendersi difficile in quasi egual modo.
Innanzi tutto la protagonista Ivy è insopportabile, un lombrico ha più spina dorsale di lei. Dall'inizio alla fine del libro è tutta un "Vorrei, ma non posso", ed è una cosa che odio in una protagonista. Io capisco l'attaccamento alla famiglia, l'essere cresciuta con determinati principi, ma due domande non te le fai? Come puoi non avere una tua opinione quando ti viene chiesto/imposto di uccidere qualcuno? Come puoi non mettere in discussione nemmeno una volta che forse tuo padre non è il re Mida e tutto quello che tocca non si tramuta in oro?
Restando nella famiglia Westfall il padre di Ivy e sua sorella sono più difficili da digerire della protagonista, ma almeno quello è il ruolo che gli è stato dato.
L'unico personaggio che salvo a pieni voti è Bishop che, pur essendo la vittima sacrificale, è di una dolcezza infinita: i suoi sentimenti per Ivy sono chiari e genuini fin dall'inizio e prendono un peso maggiore quando lui le rivela quando si è innamorato di lei.

Personaggi a parte, comunque, la storia è interessante, forse non è sviluppata adeguatamente dato che per quanto mi riguarda ho cominciato a provare un vero interesse a cinquanta pagine dalla fine. Direi che è un po' poco su 256 pagine totali, no?
Rispetto ad altri distopici le motivazioni che portano alla ribellione sono un po' deboli a mio avviso. A parte la questione dei matrimoni combinati, non mi sembrava una situazione così tragica da richiedere un colpo di Stato (certo, durante la lettura i motivi diventano chiari e dire che sono egoistici è un eufemismo). Insomma, nonostante la Newton lo sponsorizzi come "Emozionante come Hunger Games, adrenalinico come Divergent" io non ci ho visto assolutamente niente di anche lontanamente simile.
Lo stile è molto scorrevole, non si fatica ad arrivare alla fine da questo punto di vista, ma è molto ripetitivo quando Ivy si trova ad affrontare i suoi conflitti interiori.

A conclusione direi che è uno di quei libri che o si amano o si odiano, non c'è una via di mezzo. Io ho provato a parlare dei suoi punti di forza, ma alla fine mi rendo conto che quello che ne viene fuori è solo il lato negativo.
Detto ciò, comunque, ho tutta l'intenzione di leggere il seguito che - almeno per come è finito questo - si preannuncia migliore e molto più interessante.

Forza, ditemi la vostra! Lo avete in lista o lo avete già letto anche voi? Cosa vi aspettate/aspettavate?


Amy Engel - The Book of Ivy Seriess:

- 01. Forever
- 02. The rebellion of Ivy (inedito)



4 commenti:

  1. mmm io e il mondo fantasy/distopico non entriamo spesso in sintonia. Adoooro il genere, tantissimo, la mia libreria lo testimonia, ma DEVE esser scritto bene e, per quanto mi riguarda, non capita spesso.
    Forever lo avevo scartato per la copertina... Giuro, non avevo neppure letto la trama che l'avevo cestinato.

    Magari aspetterò l'uscita del seguito per dargli una possibilità, ma non so, le tue due stelline e mezzo non fanno presagire nulla di buono xD

    RispondiElimina
  2. Anche io coi distopici ho un rapporto difficoltoso, mi piace il genere ma è difficile che mi piacciano i libri al 100%. Per quanto riguarda Forever... la copertina l'ho già commentata a sufficienza (se non avessi letto la trama non lo avrei minimamente calcolato).

    Ti dirò che io punto molto sul secondo, chiamalo istinto... ho come l'impressione che questo sia stato una specie di prequel.

    RispondiElimina
  3. lo sto leggendo perché ai distopici non so resistere, ma ho letto solo un paio di capitoli. Per ora il mio pensiero è "speriamo che Bishop alla fine abbia lo stesso compito di Ivy: uccidere la sua dolce metà"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che io ho proprio un problema di base coi distopici xD Fammi sapere cosa ne pensi quando lo finisci!

      Elimina