giovedì 13 luglio 2017

Recensione: Bastardo fino in Fondo di Vi Keeland e Penelope Ward

Etichette: , , , , , ,

Recensione 


Buongiorno Inkers, come state? Io sono tornata martedì sera da Barcellona e ieri proprio non ce l'ho fatta a postare il WWW (anche perché sarebbe stato parecchio simile a quello della settimana precedente).
Il viaggio è andato benissimo, con il man abbiamo fatto circa 70 mila passi e ne portiamo ancora la stanchezza addosso.
Oggi è l'ultimo giorno della #TeamChallenge e da questa mattina trovate il mio post qui sul blog.
Ma veniamo a noi, perché oggi vi parlo di un libro che ho letto qualche mese fa in inglese e che finalmente arriva in Italia: Bastardo fino in Fondo di Vi Keeland e Penelope Ward edito da Newton Compton Editori.


BASTARDO FINO IN FONDO
Penelope Ward, Vi Keeland

⭐⭐⭐⭐

Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: Cartaceo 9,90€ | Ebook 5,99€
Pagine: 288
Serie: Autoconclusivo
Genere: Contemporary Romance

Trama: Un australiano sexy e arrogante di nome Chance. Era davvero l’ultima persona in cui mi aspettavo di imbattermi nel mio viaggio attraverso il Paese. Quando la mia macchina si è rotta, abbiamo fatto un accordo: niente programmi, saremmo andati avanti per miglia e miglia passando notti sfrenate in motel sconosciuti senza limiti e senza una meta precisa. E così quello che doveva essere un normale viaggio si è trasformato nell’avventura della vita. Ed è stato tutto davvero incredibile finché le cose non sono diventate serie. Lo desideravo, ma Chance non si esponeva. Pensavo che mi volesse anche lui, invece qualcosa sembrava trattenerlo. Non avevo intenzione di perdere la testa per quel bastardo arrogante, soprattutto da quando avevo saputo che le nostre strade stavano per dividersi. D’altra parte si dice che tutte le cose belle prima o poi finiscono, o no? Forse è così, o forse ero io che non volevo vedere la fine della nostra storia...


La scelta di leggere questo libro non è stata casuale. In seguito alla disastrosa prestazione di non ricordo quale lettura targata Newton, ho preferito non rischiare con l'edizione italiana dato che quando ho preso in mano questo libro, l'uscita da noi era già stata annunciata.

Questa è una storia strana perché inizialmente pensavo di catalogarlo come Contemporary Romance con un insta-love che, vi giuro, avrei chiuso il libro appena mi sono resa conto che gli eventi si erano svolti tutti in una sola settimana anziché tre.
Ma ero curiosa.
Davvero, la fine della prima parte - che segna anche il cambio di pov - è come leggere un cliffhanger. Avrete fisicamente bisogno di sapere come va avanti (anche se, come me, schifate gli insta-love).
La seconda parte della storia, raccontata dal ben più interessante pov di Chance, cambia completamente direzione al che lo avrei catalogato come Romance Second Chance.
Mi sono cadute le braccia, ci credete?
Io, che non sopporto né l'insta-love, né il second chance, me li sono ritrovati entrambi nello stesso libro.
E sapete cosa? Mi è pure piaciuto. E tanto anche.

Sometimes, those who put up the biggest shields are those who are protecting the biggest hearts.
A volte, coloro che tirano su gli scudi più grandi sono quelli che proteggono i cuori più grandi.

I personaggi sono caratterizzati molto bene anche se, come sempre, restano un po' stereotipati.
Chance è il tipo d'uomo che ogni donna vorrebbe accanto a sé a lungo termine: forte, virile, giardiniere, che ti riempie di zuccheri, che mette la famiglia al primo posto...
Aubrey, d'altro canto, come protagonista mi è sembrata decisamente sopra le righe. Dai, chi è che ha bisogno di terapia perché si è innamorata di un uomo in una settimana?

«A volte bisogna perdere tutto per capire di cosa si ha bisogno»

Comunque non ho minimamente sentito la scrittura a quattro mani e le pagine scorrevano che era una meraviglia.
La narrazione è fluida, lo stile è esilarante e sicuramente vi terrà una buona compagnia.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Recensione quasi da contagocce, ma l'ho scritta parecchio tempo fa e anche a rielaborarla non è migliorata molto.
Spero comunque di avervi convinti a leggerlo!


4 commenti:

  1. Bella recensione Jessica ,acuta come sempre, susciti immancabilmente la curiosità del lettore, lo metterò in elenco della mia lista libri da leggere

    RispondiElimina
  2. L'ho cominciato ieri e sono ancora nella fase instant-love. Mi fa piacere leggere la tua opinione, aspetto di proseguire

    RispondiElimina