giovedì 10 maggio 2018

Recensione: Gioco di Specchi di Charlie Cochet


 Recensione 


Buongiorno Inkers, o forse dovrei dire buonanotte. Lo so, è strano, ma sto scrivendo questo post di mercoledì sera, arrivando da due giornate complessive di oltre ventimila passi, lavoro, viaggio in macchina, sole - tanto sole - poste, arrabbiature lavorative, periodi da donna e beh, sono stanca, stanca, stanca. Voglio dormire.
Però faccio uno sforzo e vengo da voi in questo giovedì perché non potevo proprio rinunciare a parlarvi di "Gioco di Specchi" di Charlie Cochet, edito da Triskell Edizioni che ringrazio per la copia digitale omaggio.



TRAMA:
GIOCO DI SPECCHI
THIRDS #7
Charlie Cochet

⭐⭐⭐⭐

Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Cartaceo 12,00€ | Ebook 5,99€
Pagine: 437
Data uscita: 30 Aprile 2018
Genere: M/M, Romance, Urban Fantasy
La vita per Dexter J. Daley non è mai stata semplice, ma lui ha sempre trovato il modo per risollevarsi, e con un sorriso sul volto. Sottratto dalla sua casa e dalle braccia del suo ragazzo e partner nei THIRDS, Sloane Brodie, Dex si ritrova in una situazione misteriosa e letale, tanto quanto il teriano che lo interroga. Dex scopre finalmente che ciò a cui ha sempre creduto in segreto è vero: la morte dei suoi genitori non è stata un incidente.
Scoprire tutta la verità sull'omicidio di John e Gina Daley mette in moto una serie di eventi che cambierà per sempre le vite di Dex e Sloane. Mentre segreti sepolti emergono in superficie e vengono rivelate delle nuove verità, l'amore che Dex e Sloane provano l'uno per l'altro viene messo alla prova, e in gioco c'è più della loro relazione. Come se districarsi tra omicidi e agenzie governative non fosse abbastanza, a Dex sta succedendo qualcosa di inspiegabile, e nulla sarà mai più come prima.

SERIE: THIRDS
1. Costi quel che costi
2. Con il fiato sospeso
3. Verso la rovina
4. Quando tutto crolla
5. Contro ogni logica
7. Gioco di specchi
8. Thick & Thin (inedito)
9. Darkest Hour Before Dawn (inedito)
10. Tried & True (inedito)


E infine i THIRDS sono tornati.
Sapevate che li aspettavo.
Sapevate che non avrei aspettato per leggerli.
Ero talmente presa che mi sono riletta dal terzo al sesto volume in una settimana.
E poi, finalmente, ho avuto tra le mani il nuovo volume di questa serie che, posso dire con certezza, è una delle mie preferite senza ombra di dubbio.

"Gioco di specchi" inizia precisamente dov'era finito "Nel centro del mirino" con il suo cliffhanger da paura.
L'inizio di questo settimo volume è crudo, al punto che leggere è quasi doloroso, e fa presagire un sacco di azione che, però, non vede mai effettivamente la luce perché l'autrice si è concentrata di più sull'aprire la strada a quella che sarà l'indagine in "Thick & Thin" presumo.

Com’era possibile amare qualcuno in modo tanto completo in così poco tempo? Soprattutto dato che lui aveva passato una buona parte del loro tempo insieme a cercare di capire se stesso. Il suo cuore e la sua parte felina lo avevano saputo molto prima del suo cervello testardo. Adesso non riusciva a immaginare una vita senza Dex.

In questo nuovo capitolo abbiamo tantissimo Dex. Non il solito Dex, però. Abbiamo una versione di lui più cupa, più oscura, meno pronta alla battuta e più concentrata sull'obiettivo.
Ovviamente non può mancare anche Sloane. Uno Sloane che, per quanto io ami, non mi è piaciuto al cento per cento. Una scena, in particolare, mi ha fatto storcere il naso perché da lui non mi aspettavo certe cose. Certe parole. Certe scelte.
Il rapporto fra i due è sempre qualcosa di speciale per gli occhi. Loro girano sulla stessa orbita, uno intorno all'altro. Sono bellissimi da vedere insieme e il loro viaggio non è che all'inizio.
Mi è dispiaciuto un po' per la mancanza della squadra. Come vi dicevo prima, questo volume è molto, ma molto, Dex centrico. Si concentra su di lui e sulla sua famiglia, quindi abbiamo Cael e Maddock. C'è anche un po' si Ash, ma il resto della squadra rimane in secondo piano, in attesa.

«Non ne abbiamo avuto abbastanza? Hai una bella cosa tra le mani, Sloane. Questo è tutto ciò che volevi. Dex è tutto ciò che volevi. Vivi la tua vita, comprati un cane, sposati, fai un mucchio di piccoli Sloane – perché se avrai dei piccoli Dex, giuro che prenderò a calci il tuo cazzo di culo – e sii felice. Non pensi che sia ora, cavolo?»

Rispetto ai libri precedenti, per me questo resta un po' sottotono. Non che non mi sia piaciuto, figuratevi, ma non è il migliore. La mancanza dell'azione, della squadra, del Dex giocoso, le ho sentite come se mancasse un pezzo di me.
Ci sono anche delle parti, una in realtà, che ho trovato un po' forzata, come se fosse eccessiva.
Facciamo la conoscenza di nuovi personaggi e vengono svelate cose e altarini di altri. È un libro carico di mistero e di tensione, da mangiarsi le unghie, se non le mani.

Questa volta la Cochet ci risparmia il cliffhanger, chiudendo il libro in modo pulito, ma con tutto ciò che succede prima del finale, è inevitabile essere lì, dopo aver girato l'ultima pagina, a desiderare il volume successivo.

Non sono una che crede nel fato, Sloane, ma voi due? Era scritto nelle stelle.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Dunque, io sono riuscita a convertire qualcosa come una decina di persona al Thirdismo/Thirdesimo - il nome del Culto dei Thirds è ancora da rodare.
Voi siete fra questi?
Siete caduti nella trappola di Dex e Sloane?




4 commenti:

  1. Ho una teoria, ora il resto della squadra -intesa come Cal e Hobbs sparirà- per lasciare spazio a Hudson e Hobbs (Seb). Perchè io sono certa al 99% che Wolf caruccio sia collegato a Hudson. Il mio fiuto per gli inglesi mi suggerisce ciò.
    Attendi il mio messaggio in chat con scritto "Partiamo con l'ottavo volume". Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La squadra non può sparire, chissene di Seb e Hudson se mi devono togliere spazio alla squadra!

      Elimina
  2. Il termine Thirdismo mi piace di più! Leggo le recensioni su questa serie sempre con grande piacere, anche se non ho mai letto i romanzi in sé. A bloccarmi continua a rimanere quel 10 che indica i numeri dei romanzi ,un po ' troppi per me che detesto le serie lunghe xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che quando la inizi non ti accorgi nemmeno dei volumi che scorrono!

      Elimina