lunedì 13 novembre 2017

Parole tra i Libri #2


Buongiorno Inkers e buon lunedì, come state? Io oggi sono di nuovo in formazione e il tema della giornata è "Opac e ricerca bibliografica" - come se non avessi mai usato il sito della biblioteca per fare una ricerca.
Comunque oggi è anche il secondo lunedì del mese, pertanto torna la rubrica mensile "Parole tra i Libri", in collaborazione con le altre blogger.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹


La citazione di oggi viene da uno dei libri che mi sono piaciuti di più, in questo periodo, l'anno scorso: cioè Fangirl di Rainbow Rowell (qui la recensione).
Cath, la protagonista di Fangirl, mi è simile come ben poche altri personaggi. Sono entrata in sintonia con lei ad un livello quasi simbiotico. Lei è me e io sono lei.
Ho scelto proprio questa citazione perché da quando ho aperto il blog mi sono resa conto di una cosa importante: non sono io a essere sbagliata, sono gli altri che non capiscono cosa c'è di speciale in me.
Sono sempre stata quella diversa. Non perché avessi uno stile particolare o facessi qualcosa che attirava l'attenzione, ma proprio per il contrario.
Io ero quella che non si omologava e che per questo restava esclusa e veniva presa di mira.
Ero quella prudente, quella che non violava le regole solo per il brivido del proibito.
Quella a cui piacevano i manga.
Quella che non sapeva ridere alle battute perché diffidente verso chi usa lo scherzo per mascherare il proprio pensiero sulla persona che sta prendendo in giro.
Quella che non era capace di flirtare.
Ora, dopo due anni di blog e sette anni abbondanti in una relazione stabile con una persona che amo, con amicizie che nonostante la distanza - reale e digitale - sono più vere di quelle dietro l'angolo, sono una persona diversa.
Sono una persona che non si nasconde, ma non si espone.
Se vuoi conoscermi io sono qui, ma se non mi conosci, se mi giudichi solo per la mia passione, per il mio non voler sprecar fiato con persone che hanno una soglia dell'attenzione alla conversazione che non supera i dieci secondi... puoi anche lasciarmi perdere. Io non ti vengo a cercare.
Si dice che è meglio essere soli che male accompagnati, e questo per me è diventato il mio mantra.
Da quando ho il blog ho conosciuto persone fantastiche: amiche di lettura che ormai sono la mia famiglia, e bloggers... tante, tante bloggers. 
Bloggers con cui mi scambio, via posta, più regali con loro che con la mia famiglia.
Bloggers con cui condivido la passione per i fantasy, per gli m/m, per il trash, per il dark.
Bloggers con cui parlo di manga e di serie tv.
Bloggers con cui chatto giorno e notte, giorni feriali e weekend, in vacanza e al lavoro.
Bloggers con cui faccio intere conversazioni via registrazioni audio.
Bloggers che prima di essere tali, sono amiche.
Amiche come quelle che non ho mai avuto negli anni di scuola.

Quindi, sì, io sono Cath. 
Io non mi sforzo di farmi gli amici, perché ho scoperto che le anime affini si trovano da sole.
Non ho cercato nessuna delle persone che ho conosciuto tramite il blog, ma ci siamo trovate. 
E se con loro, via web, mi sono trovata? Perché non può succedere anche con persone con cui ho a che fare tutti i giorni fuori dal blog?
Non c'è bisogno di condividere una passione per capirsi.
Non c'è bisogno di avere gli stessi interessi per poter avere conversazioni interessanti.
Basta essere aperti alle possibilità.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Oggi mi sono dilungata parecchio, ma d'altra parte con un tema del genere è inevitabile.
Voi come vivete il rapporto con gli altri?
Siete il tipo di persone che trainano il gruppo, quelli carismatici, o siete quelli che osservano dal fondo cogliendo i segreti di tutti?

Non dimenticatevi di passare dalle mie colleghe e amiche!

19 commenti:

  1. Telepatiche oltre ogni immaginazione Ink❤️ Anche io ho citato Fangirl ma guardandolo da un altro punto di vista. Condivido pienamente ogni tua parola ed anche io proprio per tutti questi motivi ho amato questo libro e la sua protagonista ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma io ancora non ci credo che entrambe abbiamo scelto Fangirl xD

      Elimina
  2. Come sai ho apprezzato solo in parte Fangirl come libro, ma mi ritrovo anche io nelle tue parole e in quelle di Cath. Come te sono sempre stata diversa (io avevo anche l'aggravante della musica metal in una scuola di fighetti ero quasi "presa in giro" anche dai prof figurati!), non ho mai avuto tanti amici e di sicuro amiche (il mio best friend è un ragazzo infatti).
    Come da te quando ho aperto il blog ho trovato altre blogger che ora sono più amiche che "colleghe", che sono diventate la mia quotidianità. E posso dire che sono molto felice di aver incontrato te! A Tempo di Libri faremo stragi insieme. U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora! Sembra ancora lontanissimo!

      Elimina
  3. Che bello questo post Jessica! Davvero! Trovo questa rubrica bellissima perchè oltre alla citazione in se ci permette di parlare di argomenti veri e reali che vanno oltre i libri e mi piace come l'hai impostato tu oggi.
    Come ho detto ad Ely, io invece non ho amato Fangirl (una delle poche lo so) però le citazioni che entrambe avete scelto mi sono piaciute. La tua spinge a una riflessione profonda e sono daccordo con te quando dici che le amicizie virtuali sono vere quanto quelle reali. Anche per me è lo stesso, la blogosfera mi ha aperto un mondo e sono felice di aver varcato quella soglia perchè è stata e lo è ancora un'esperienza meravigliosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro questa rubrica, non credevo che mi sarei dilungata tanto xD

      Elimina
  4. hai ragione da vendere e anche io in questi ultimi anni ho trovato vere e proprie amicizie virtuali più forti spesso di quelle reali. Condivido in pieno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È incredibile come il web possa essere un portale per incontrare persone affini a noi!

      Elimina
  5. Flirtare? Ma si mangia? Cos'è?
    Sotto alcuni punti di vista sono anch'io come te, con la differenza che a volte mi sento ancora un po sbagliata ma sto cercando di superare le insicurezze e drammi vari.

    E comunque bellissime parole <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jess ♥
      E non c'è niente di sbagliato in te!

      Elimina
  6. Ciao! Anche io ho amato Fangirl da impazzire, proprio perchè mi rispecchiavo in Cath. Mi rivedo perfettamente nella tua descrizione e ammetto che gli anni della scuola non sono stati per niente facili. Ma ho imparato a fregarmene e ignorare chi mi giudica senza sapere niente di me =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che avere questa passione ci accomuna non solo per i nostri hobby.

      Elimina
  7. Sai che volevo usare questa citazione per il prossimo mese? xD

    Mi rivedo parecchio in Cath e in quello che hai scritto!

    RispondiElimina
  8. Davvero molto carina questa citazione e anche io mi ci rivedo molto! Non ho letto questo libro ma mi incuriosice :) Grazie per essere passata dal mio blog!

    RispondiElimina