lunedì 30 aprile 2018

Recensione: Blood Type di K.A. Linde


 Ink Magic English 


Buongiorno Inkers e buon inizio settimana, come state? Siete in ferie, avete fatto il ponte? Io sono in telelavoro, ma se tutto va bene passerò la mattina al centro commerciale col man perché ho bisogno di rinfrescare un po' l'armadio delle magliette e possibilmente comprare dei vestiti.
Intanto, vi lascio la recensione dell'inedito "Blood Type" di K.A. Linde.



TRAMA:
BLOOD TYPE
BLOOD TYPE #1
K.A. Linde

⭐⭐⭐⭐

Editore: Loveswept
Prezzo: Cartaceo --,--€ | Ebook 2,39€
Pagine: 272
Data uscita: 24 Aprile 2018 (inedito)
Genere: Paranormal Romance, Distopico
Per Reyna Carpenter rinunciare al suo corpo non è una scelta. È sopravvivenza. 
In una civiltà devastata dalla povertà e dalla disperazione, Reyna accetta una posizione altamente pagata con la facoltosa e affamata élite dei vampiri. Il suo nuovo lavoro consiste nell'essere la coinquilina e la sgualdrina di sangue dell'intimidatorio, esigente e dannatamente bello Beckham Anderson. Lui è tutto ciò che lei si aspettava da un vampiro, tranne che per una cosa: lui non si nutrirà di lei.
Non ci vorrà molto a Reyna per scoprire che dietro alla facciata cupa e malvagia di Backham, si nasconde un uomo complesso e unico. E questo, in mondo oscuro e diviso, vale molto più di quello che avrebbe mai potuto credere.
Più passano le notti, più Reyna non riesce a togliersi di dosso la sensazione che sia proprio Beckham, quello spaventato da lei.

SERIE: BLOOD TYPE (INEDITA)
1. Blood type
2. Blood match
3. Blood cure


Mi avevano detto di tenermi alla larga dalla Linde e onestamente avevo tutta l'intenzione di seguire il consiglio, ma poi, quando mi è arrivata la mail con la proposta di leggere e recensire in anteprima il suo nuovo libro in cui passava dal romance al paranormal, ho detto "Perché no? È pure un'autrice Rare." E sapete che c'è? Sono proprio contenta di aver seguito il mio istinto.

La cosa che mi è piaciuta più di tutto il libro, in assoluto, è l'ambientazione. Il worldbuilding è corposo e vivido. Ci troviamo in una società post collasso economico, la povertà dilaga e solo pochi eletti vivono bene se non normalmente.
La sofferenza, l'arrancare ogni giorno, il sudiciume, il grigiore, tutto spicca come se ci fosse un faro puntato contro.
Tutto ha un po' il sapore del Distretto 12 da una parte e del Distretto 1 dall'altra.

E poi ci sono i personaggi.
Se vi dico che sono caratterizzati molto bene, mi credete? Beh, sì, okay, non tutti i personaggi sono caratterizzati benissimo, i vampiri lo sono. E anche i villain. Reyna, d'altra parte... vabbè, si sa che io non sono quasi mai fan delle eroine.
Partiamo dai vampiri: sono un po' modernizzati nel loro poter uscire alla luce del sole, ma allo stesso tempo mantengono la lussuria e la sete di sangue tipica dei vecchi horror. Uomini o donne non importa, loro bramano il sangue e vivere in una società civilizzata non li rende più umani. Devo dire che i due villain sono molto creepy.
Per quanto riguarda Beckham, lui è il bello e dannato. Lui è il diverso, ma non posso dirvi in che modo.


Il rapporto tra i due protagonisti mi ha ricordato molto il manga "Midnight Secretary" e la cosa mi è piaciuta molto perché, anche se quel fumetto è la fiera del trash, riesce sempre a coinvolgermi.
E "Blood Type" non è stato diverso. Mi ha coinvolta dall'inizio alla fine, anche grazie ad uno stile semplicissimo e super scorrevole.

Ciò che non mi ha convinta - al di là della protagonista che è un po' Tris in "Insurgent" - è soltanto una scena verso la fine che però viene dimenticata in fretta grazie al cliffhanger che, per fortuna, toglie l'effetto "Twilight" al tutto (non che io abbia niente contro Twilight, continuo ad adorarlo come la prima volta, ma qui non ci stava).

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

E ditemi lettori, che ne pensate?
Non so se questo titolo arriverà mai in Italia.
La Newton ha portato diversi libri della Linde, ma il paranormal romance non è molto nelle loro corde come editore.




8

domenica 29 aprile 2018

Prossime Uscite dal 30 Aprile al 6 Maggio


 Prossime Uscite 


Buongiorno Inkers e buona domenica, come state? Cos'avete fatto questo weekend?
Io principalmente ho letto, lavorato al blog e altre cose al pc, tra cui lavorato per l'ufficio. In realtà, l'unica cosa che vorrei fare è leggere costantemente perché sono in un scia positiva e spero proprio che continui così.
Ho però una marea di panni stirati da mettere via e non ho nessuna voglia di farlo. Che dite, mi tocca?
Comunque ecco la lista delle uscite in libreria ed e ebook dal 30 Aprile al 6 Maggio 2018!


Clicca qua per vedere la lista delle uscite in libreria ed e ebook dal 30 Aprile al 6 Maggio 2018!

0

giovedì 26 aprile 2018

Recensione: Nel bel mezzo del nulle di Roan Parish


 Recensione 


Buongiorno Inkers, come state? Avete passato bene la giornata di festa di ieri? Io ho fatto pranzo con grigliata e pizza per festeggiare l'anniversario dei nonni del man e dopo sono andata a vedere Infinity War.
Senza fare spoiler posso dirvi che non sono sicura mi sia piaciuto, e niente, mi ha lasciata completamente a bocca aperta. Chi vedrà capirà.
Oggi, però, sono qua a parlarvi di "Nel bel mezzo del nulla" di Roan Parrish edito da DreamsPinner Press.



TRAMA:
NEL BEL MEZZO DEL NULLA
IN MEZZO AL NULLA #1
Roan Parrish

⭐⭐⭐⭐

Editore: DreamsPinner Press
Prezzo: Cartaceo non disponibile | Ebook 4,46€
Pagine: 405
Data uscita: 31 Gennaio 2017
Genere: M/M, Romance
Daniel Mulligan è un duro, irriverente e tatuato, che nasconde la sua insicurezza dietro il sarcasmo. Non ha mai trovato il suo posto: non a casa a Philadelphia con il padre e i fratelli, che fanno tutti i meccanici, e non a scuola, dove i compagni di corso lo hanno sempre guardato dall’alto della loro istruzione prestigiosa. Daniel è sollevato quando trova un lavoro come professore in un piccolo college a Holiday, nel nord del Michigan, ma nel profondo è un ragazzo di città, ed è chiaro che neanche in questa cittadina riuscirà a trovare il suo posto. 
Rex Vale si affida alla routine per tenere a bada la solitudine: cura il suo corpo muscoloso, perfeziona le sue ricette e realizza mobili su commissione. Vive a Holiday da anni, ma la sua timidezza e la sua stazza imponente gli hanno impedito di creare dei legami con gli abitanti. 
Quando i due uomini si incontrano, la loro chimica è esplosiva, ma Rex teme che Daniel sia solo un’altra delle tante persone che l’hanno abbandonato, mentre Daniel ha imparato che avvicinarsi a qualcuno può essere una debolezza fatale. Proprio quando cominciano ad abbattere i muri che li separano, Daniel deve tornare a Philadelphia, dove scopre un segreto che cambierà il modo in cui ha sempre considerato la sua vita.

SERIE: IN MEZZO AL NULLA
1. Nel bel mezzo del nulla
2. Fuori dal nulla (in arrivo)
2,5. Something Permanent (inedito)
3. Where We Left Off (inedito)


Mese all'insegna degli m/m per me, tra questi c'è stato "Nel bel mezzo del nulla".
Di questo libro posso dirvi che ha un ritmo lento, ma non di quelli che annoiano e si trascinano, lento nel senso di tranquillo, di calmo. Certo, un po' meno di refusi non avrebbero guastato, soprattutto quando sbagliano i pronomi che, parlando di due uomini, già è difficile capire di per sé, se sbagli pure i riferimenti a chi dei due sta parlando... meh.

Rex bacia nello stesso modo in cui sembra fare ogni altra cosa: con una combinazione di fiduciosa sicurezza e gentile dolcezza che mi conquista sempre.

Per quanto riguarda i personaggi, entrambi i protagonisti mi sono piaciuti moltissimo. Hanno entrambi grossi problemi ad esprimersi a causa di ciò che hanno passato, specialmente Daniel che viene da una grande città ed è sempre stato uno da "vita notturna" e qui, in questa cittadina sperduta si trova inevitabilmente a disagio. A questo va ad aggiungersi la vita difficile che ha avuto con con i suoi fratelli a causa della sua omosessualità. Ha sempre dovuto cavarsela da solo,  da qui ecco la sua quasi totale sfiducia nelle persone.
Rex, il co protagonista, decisamente non se l'è vista meglio; porta sulle spalle il peso di un'esperienza terribile - sempre legata alla sua omosessualità - che lo porta ad avere atteggiamenti iper protettivi nei confronti di Daniel.

E forse è questo il punto. Forse il punto del ti amo è che quella frase è un legame. Una connessione che ti consente di ritrovare la strada verso qualcuno anche quando le cose sembrano enormi e ingestibili da solo. Una promessa di aiuto perché ti importa di qualcuno; una promessa di aiuto che non significa ritrarsi in se stessi.

La storia è molto realistica e a parte lo stile poco scorrevole, coinvolge molto, soprattutto perché strappa un sacco di sorrisi ogni volta che Daniel pensa ad un film horror confrontandolo a qualcosa che gli capita.
Libro promosso, molto belle anche le scene di intimità e i dialoghi. Non ho assolutamente sopportato i fratelli di Daniel e sono proprio curiosa di leggere il prossimo libro che uscirà a fine maggio.

“Sono venuto qui perché non avevo un altro posto dove andare. Non avevo nessuno. E ora… fin tanto che sarò con te, sarò a casa.”

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Ovviamente la mia domanda dell'altro giorno non era casuale vista la recensione di oggi, vedremo i numeri cosa diranno.
Voi che ne pensate?




4

mercoledì 25 aprile 2018

W... W... W... Wednesday #81


 W...W...W... Wednesday 


Buongiorno Inkers e buon mercoledì, come state? Finalmente oggi sono in ferie e da domani telelavoro, ma intanto nel pomeriggio andrò finalmente a vedere Avengers Infinity War *^*
I miei sono partiti e per quattro giorni il man starà qui da me dandomi così la possibilità di tirare fuori la mia passione per la cucina che latita quando mamma è in casa.

È comunque Mercoledì e per il blog è giorno di WWW, il W... W... W... Wednesday una rubrica settimanale ideata dal blog Should be Reading in cui si mostrano le letture appena concluse, in corso e quelle prossime.





What are you currently reading?

Continua il mio ascolto di "Odio quindi amo" di Susan Elizabeth Phillips. Sono a circa sette ore di quindici e mi sta piacendo da morire. Sicuramente comprerò il libro. Tra l'altro, per una volta la copertina e il titolo italiano hanno un senso.
Anche "Eroi Perduti, le mura di Cartavel" di Simone Laudiero, come vedete, è ancora in lettura. La buona notizia è che sono quasi alla fine, mi mancano una cinquantina di pagine, la cattiva è che l'entusiasmo provato con la novella non è rimasto durante questa lettura.
In più, sto leggendo anche "Trust Again" di Mona Kasten, secondo volume della serie Again (qui la recensione di "Begin Again"). Devo dire che mi sta piacendo molto più del primo volume e mi sta positivamente sorprendendo.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What did you recently finish reading?

Questa settimana ho depennato ben due nomi dalla lista delle mie letture per il RARE. Il primo è stato Andrew Grey con il suo "Fuoco e Acqua", mentre il secondo è stato "Blood Type" di K.A. Linde.
Di "Fuoco e Acqua" posso dire che se la storia avesse avuto un centinaio di pagine in più, sarebbe stata perfetta. Gli ho dato tre stelle perché oggettivamente lo sviluppo è troppo frettoloso, si svolge letteralmente in quattro giorni, con tanto di dichiarazioni d'amore. Meh. Voglio dire, hai una storia figa, personaggi profondi e ben costruiti, sviluppalo sto intreccio, no? Vabbè.
"Blood Type" ve lo recensirò il 30, ma per ora vi anticipo che mi è piaciuto, le sue 3,5/4 stelle se le è prese. Mi ha ricordato molto il manga "Segretaria di mezzanotte" e mi sono già offerta per recensire il secondo. L'unica cosa che non capisco sono le cover. È una trilogia che parla di vampiri, perché i due in procinto di darci dentro? Bah.


🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What did you recently not finish reading?



Ebbene sì lettori, "Tap That" di Jennifer Blackwood e R.C. Boldt è stato un fiasco.
Sono arrivata a leggere fino al 20% del libro prima di darmi per vinta.
Sono sicura che la storia mi sarebbe pure piaciuta alla fine, ma non sono minimamente riuscita a entrare in sintonia con lo stile, men che meno con la protagonista femminile che mi dava l'orticaria, quindi ho gettato la spugna.
Diciamo che considero comunque le due autrici spuntate sulla mia lista Rare xD




🔹🔹🔹🔹🔹🔹


What do you think you'll reading next?

Ve lo avevo promesso e l'ho fatto, i libri in questa sezione sono cambiati!
Per la prossima settimana, due letture che farò sicuramente prima di mercoledì prossimo sono "Gelo come Notte" di Sara Raasch che concluderà la trilogia di Neve come cenere e "Gioco di Specchi" di Charlie Cochet che vede il ritorno di Dex e Sloane con il settimo volume della serie Thirds (che voi sapete bene quanto io la adori!).

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

E la vostra settimana com'è andata?
Avete letto qualcosa di bello?


12

martedì 24 aprile 2018

BookTag | Disney Song


 BookTag 


Buongiorno Inkers e felice martedì, come state?
Qui tutto nella norma, da domani finalmente ferie, più o meno, e soprattutto cinema! Ieri guardavo la mia pagina Goodreads e mi sono accorta che a causa della rilettura della serie dei Thirds, in questi giorni non ho molte recensioni da portarvi perché, a parte uno, sono tutti m/m e non ho ancora capito se vi piacciono come recensioni. Fanno un sacco di visite, ma non stimolano i commenti. Siete voi ad essere timidi o sono le mie recensioni che in qualche modo non sono interessanti quando parlo di questo genere?
Per togliermi il dubbio una delle prossime recensioni sarà un m/m, tanto per cambiare! Sono sarcastica, ovviamente. Ora però passiamo al booktag di oggi!


Aladdin - Il Mondo È Mio: un libro che ti ha fatto guardare il mondo con occhi diversi

Ehm... partiamo subito con la domanda difficile. Onestamente non saprei. Ci sono un sacco di personaggi che quando leggo mi fanno pensare "Ecco io dovrei fare/essere così", però un libro effettivo che abbia cambiato la mia opinione su qualcosa... non so.

La carica dei 101 - Crudelia DeMon: Il tuo cattivo preferito

Sicuramente Dolores Umbridge da "Harry Potter e l'Ordine della Fenice".
Di cattivi fatti bene ne ho letti nel corso del tempo, ma lei è ancora in cima alla lista di quei cattivi che si odiano proprio fino al midollo.


Hercules - Ti vada o no: un libro che non vuoi ammettere ti sia piaciuto

Uhm... anche questa è difficile.
Non ci sono libri di cui mi vergogno. Ho letto e apprezzato "Cinquanta Sfumature" a suo tempo, ho anche tutti e tre i cartacei. Mi piace la serie di L.A. Casey degli Slater Brothers nonostante sia la fiera del trash... altro?


La Sirenetta - Parte del tuo mondo: un libro con un'ambientazione in cui vorresti trovarti

Così, di getto, direi "Neve Come Cenere" perché il worldbuilding delle stagioni è spettacolare, ma pensandoci meglio, la risposta è senza dubbio "Reckless, il mondo oltre lo specchio". Fiabe, vittoriano, steampunk... ah ♥


Rapunzel - Il mio nuovo sogno: il libro che ti ha cambiato la vita

"Cuore di Terra Rossa" senza ombra di dubbio. Mi ha aperta al mondo m/m e non voglio più tornare indietro. Non ringrazierò mai abbastanza Gaia per avermelo fatto conoscere!


Pinocchio - Una stella cade: un libro che vorresti poter rileggere come fosse la prima volta

Ma io li rileggo tutti come fosse la prima volta. Chi me lo fa fare di leggere i libri solo una volta? Cosa li compro a fare cartacei altrimenti? Comunque, il libro fra tutti che rileggo come fosse la prima volta (ogni volta) è sicuramente "Shadowhunters, la principessa".


Il re leone - Voglio diventar presto un re: un libro che parli di un qualche tipo di monarchia

Praticamente ogni fantasy sul mio scaffale. Parlando di monarchia, sicuramente il primo che mi viene in mente è "La battaglia delle tre corone". Seguito da "Magic" e da "Reckless".


Pocahontas - I colori del vento: un libro con una bellissima copertina

Ma edizione originale o italiana, perché c'è da distinguere eh.
Pensando ad una cover italiana... andrei decisamente su "Fearless, il mondo oltre lo specchio".

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Tag finito.
È stato carino, no?
Volevo metterci anche le copertine dei libri, ma poi diventava troppo pesante, già così ci metterà un secolo a caricarsi la pagina!
10

lunedì 23 aprile 2018

Recensione: Verso la Rovina di Charlie Cochet


 Recensione 


Buongiorno Inkers e buon lunedì, come state? Qui tutto nella norma: inizia una nuova settimana, si sono ordini Amazon da fare, ho il carrello di Libraccio pieno... insomma, una giornata come tante.
Siccome del libro che ho finito nel weekend ancora non posso parlarvene, oggi vi porto una recensione di recupero. Come vi dicevo nell'ultimo WWW, ho passato la scorsa settimana nelle grinfie dei Thirds, così, dato che mi mancano giusto due recensioni, oggi vi parlo di Verso la Rovina di Charlie Cochet, edito da Triskell Edizioni.



TRAMA:
VERSO LA ROVINA
THIRDS #3
Charlie Cochet

⭐⭐⭐⭐

Editore: Triskell Edizioni
Prezzo: Cartaceo 12,00€ | Ebook 4,49€
Pagine: 344
Data uscita: 14 Novembre 2016
Genere: M/M, Ucronico, Urban Fantasy
Le strade di New York sono più pericolose che mai a causa della guerra tra l'Ordine di Adrastea, rimasto senza un leader, e la Coalizione Ikelos, un nuovo gruppo teriano comparso da poco. Dei civili innocenti rimangono coinvolti nel fuoco incrociato, e anche se i THIRDS arrestano sempre più membri dell'Ordine, nella speranza di impedire al pericoloso gruppo di riorganizzarsi, i membri della Coalizione continuano a scappare e a creare scompiglio nel nome della giustizia da vigilanti. Peggio ancora, qualcuno all'interno dei THIRDS sta fornendo informazioni alla Coalizione. Tocca alla Destructive Delta trovare la talpa e mettere fine alla guerra prima che qualcun altro rimanga ferito. Ma per portare a termine la missione, il gruppo dovrà affrontare le conseguenze delle esplosioni al Centro Giovanile Teriano. Una schermaglia con i membri della Coalizione porta l'agente Dexter J.Daley a fare una scoperta scioccante, e all'improvviso appare chiaro che quell’ondata di violenza non è poi tanto casuale: c'è sotto più di quanto Dex e Sloane pensavano all'inizio. Il loro rapporto impetuoso viene messo alla prova e, mentre il caso subisce una svolta esplosiva, Dex e Sloane rischiano di perdere molto più della loro relazione.

SERIE: THIRDS
1. Costi quel che costi
2. Con il fiato sospeso
3. Verso la rovina
4. Quando tutto crolla
5. Contro ogni logica
7. Gioco di specchi (in arrivo)
8. Thick & Thin (inedito)
9. Darkest Hour Before Dawn (inedito)
10. Tried & True (inedito)


Oh i miei Thirds, tanto amore per loro!
Ormai si sa, gli m/m mi piacciono e alcune autrici più di altre, nel caso della  Cochet lei è il mio top.

«Tu sei davvero il re delle pie illusioni,» lo prese in giro Sloane.
«Lo prenderò come un complimento. Lo sapevi che nel film Pretty Woman l’opera che vanno a vedere a teatro è La Traviata, che parla di una prostituta che si innamora di un uomo ricco?»
«Tu sei come un Trivial Pursuit che parla e cammina. L’edizione degli anni ‘80.»
 Dex scelse la sua voce più spocchiosa. «Prima di tutto, Pretty Woman è del 1990. E poi credo che si chiami Trivial Pursuit Totally 80’s.»
Sloane sgranò gli occhi. «O mio Dio. Ce l’hai, vero?»
«Una delle pedine è un Orsacchiotto del Cuore,» ammise Dex.

"Verso la rovina" temporalmente si aggancia poco dopo la fine di "Con il fiato sospeso" (qui la recensione) e, come i libri precedenti, è intriso di azione e sentimenti perfettamente amalgamati tra loro.
Probabilmente a causa del fatto che nel volume successivo è l'indagine a farla da padrona, in questo terzo capitolo tutto è concentrato maggiormente sul rapporto che lega Dex e Sloane.
C'è un'ulteriore esplorazione del loro passato, specialmente e largamente di quello di Sloane e questo porta la loro relazione a fare dei passi avanti e a sollevare domande che troveranno risposte non necessariamente fra le pagine del volume stesso.
Fra tutte, la parte che ho preferito - che poi non è una scena singola, ma uno sviluppo - è quella in cui si parla dell'amicizia tra Ash e Sloane. I loro momenti - soprattutto i loro ricordi - mi hanno fatto stringere il cuore.

Come hai fatto a trovarmi?»
 Ash si sedette sulla panchina di fianco a lui. «È il mio lavoro. E poi ti conosco meglio di quanto tu conosca te stesso.»
 «E allora forse puoi dirmi perché continuo a fare così?» Alzò gli occhi al cielo senza stelle, sentendo la brezza contro la pelle, udendola far frusciare le foglie degli alberi attorno a lui. C’erano solo le loro voci e il rumore del traffico dall’altra parte della recinzione a qualche metro dietro le sue spalle.
 «Hai paura.»
 «Di che cosa?»
 «Hai paura perché per la prima volta hai trovato qualcuno che ti vede, per intero. Riesce a vedere le crepe, i pezzi mancanti, quelli troppo distrutti per essere recuperati, e nonostante tutto vuole ancora stare con te. [...]»

Le scene di squadra non mancano. Il cameratismo che lega questi colleghi, questi amici, questa famiglia è sempre presente e in questo terzo capitolo vediamo delinearsi le linee di quelle che saranno poi le storie di "Contro ogni logica" (qui la recensione) e di "Nel centro del mirino" (qui la recensione).
Ogni volta che leggo delle scene in cui c'è tutta la squadra penso che quelli sono gli amici che vorrei. Persone che sanno ridere e parlare di tutto, che sanno quando correre e quando farsi indietro.

Per quanto riguarda lo sviluppo della trama, tutta l'azione è concentrata alla fine che ci lascia con un cliffhanger che... beh, fate in modo di avere in mano anche il quarto volume quando leggerete questo.

«So che sembrerà melenso, ma quando ti sei presentato alla mia porta ubriaco marcio e così sofferente, ero fritto, amico. Mi piacerebbe dire che non so cosa ci sia in te che mi abbia fatto fare un tuffo ad angelo in una piscina vuota, ma lo so.»
 «Dimmelo,» disse Sloane a bassa voce, non voleva solo saperlo ma aveva bisogno di saperlo. Le sue dita accarezzarono la mascella di Dex, sentendo la barba corta che stava crescendo. Il suo partner stava bene con quel look trasandato.
[...]
«E che mi dici di Lou? Siete stati insieme quattro anni.»
 «Lo so. E gli volevo bene. Molto. Ci tenevo davvero a lui. Ma non ero innamorato. Non mi ha mai fatto venire le farfalle nello stomaco solo guardandomi. Non mi ha mai fatto sentire come un adolescente eccitato e voglioso di toccarlo ogni volta che lo vedevo. Quando era via per lavoro, sì, mi mancava, ma non mi sono mai sentito come se si fosse portato via una parte di me.»


🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Forza, dopo quattro recensioni, cinque con questa, anche se un po' sparse, non potete dirmi che ancora non vi ho convinti a dare una chance a questa serie!




2

domenica 22 aprile 2018

Prossime Uscite dal 23 al 29 Aprile


 Prossime Uscite 


Buonasera Inkers e buona domenica, come state? Com'è andato il vostro weekend?
Io ho cominciato a vedere Vikings e boh, non ho ancora deciso se mi piace. Nel frattempo, però, ho spostato in fondo all'armadio i pantaloni pesanti e benvenuta estate. Non so da voi, ma qui sono quattro giorni che abbiamo temperature altalenanti tra i 27 e i 29 gradi, insomma, estate ad Aprile.
Comunque ecco la lista delle uscite in libreria ed e ebook dal 23 al 29 Aprile 2018!


Clicca qua per vedere la lista delle uscite in libreria ed e ebook dal 23 al 29 Aprile 2018!

0

venerdì 20 aprile 2018

Recensione: Six of Hearts di L.H. Cosway


 Ink Magic English 


Buongiorno Inkers e buon venerdì, come state? Io sono quasi in semi ferie, infatti lavorerò ancora lunedì e martedì e poi farò telelavoro fino al 2, quanto sono felice?
Non ho ancora capito se alla fine il boss mi manda al Salone di Torino per il lavoro, ma vabbé.
Parlando di libri, invece, in realtà non volevo pubblicare la recensione di questo libro, ma ho guardato il calendario e siccome mi sono resa conto che non farò in tempo a finire "Gli eroi perduti" alla fine ho optato per parlarvi di "Six of Hearts" di L.H. Cosway.



TRAMA:
SIX OF HEARTS
HEARTS #1
L.H. Cosway

⭐⭐⭐⭐

Editore: Autopubblicato
Prezzo: Cartaceo 13,51€ | Ebook 2,99€
Pagine: 385
Data uscita: 1 Marzo 2015 (inedito)
Genere: Romance, New Adult
Fate un passo avanti e incontrate Jay Fields: illusionista. Mentalista. Ingannatore.

Io ragiono in triangolo. Tu ragioni in linea retta.
Io posso mostrarti un tavolo e farti credere che sia una sedia.
Fumo e specchi, giochi di prestigio, depistaggio. Io illudo, inganno.
Ma, più di tutto, metto su un magnifico spettacolo.
Il mondo pensa che io abbia ucciso un uomo, ma non è così. Abbiate pazienza. Fa tutto parte del gioco.
Quello che voglio è la vendetta. La voglio per me e la voglio per lei.
La voglio per noi sei.
Non si ricorda di me, ma è lei la ragione dietro a tutto. Alla fine, sarà lei il mio premio - se riesco a far valere la mia forza di volontà. Magari scivolerò un poco, forse ne sentirò il sapore, giusto un assaggio.
Quindi, forza, fatevi avanti e pescate una carta. Entrate e godetevi lo spettacolo. Guardate le mie mani, osservatele così attentamente da perdervi cosa sta succedendo davvero mentre voi siete concentrati sul guardare. Distruggerò il vostro mondo proprio da questo punto, sotto i riflettori.
Non mi vedrete arrivare finché non sarà troppo tardi.
Ho un solo cuore, e dopo che avrò svelato l'imbroglio, lo darò a lei.
Quindi, mettetevi comodi, rilassatemi, e lasciate che la mia ragazza vi racconti la nostra storia. State per affrontare un gran bel viaggio.

SERIE: HEARTS
1. Six of herts (inedito)
1,5. Macabre Magic (inedito)
2. Hearts of fire (inedito)
3. King of hearts (inedito)
4. Hearts of blue (inedito)
5,5. Thief of hearts (inedito)
5,75. Cross my heart (inedito)
6. Hearts on air (inedito)


Dunque dunque dunque, cosa posso dirvi di questo libro? Forse che mi aspettavo qualcosa di più, visti i commenti eccezionali, ma capisco che sia proprio un mio limite: ormai io e i new adult non ci parliamo più.

La cosa bella di "Six of Hearts", però, è che, per essere un new adult, si distacca abbastanza dalla tua etichetta e tende più verso il contemporary, mantenendo però quella nota ingenua tipica del suo genere.
Parlando di ciò che mi è piaciuto, sicuramente c'è l'ambientazione: l'Irlanda non fa spesso da sfondo ai romance, ma soprattutto ciò che non avevo mai letto prima era il tema dell'illusionismo e ammetto che l'autrice è stata molto, ma molto brava al riguardo.
Il lavoro da illusionista di Jay non è solo un escamotage per far far al personaggio qualcosa di diverso dal solito, ma è una parte importante del libro e della vita del personaggio.
Ci viene mostrato il duro lavoro dietro alla preparazione di un numero e come sia, più o meno, sguazzare in quelle acque.

I once read that people who have imaginary friends never reach out to touch them. There’s some part of their brain that subconsciously knows it will break the spell. That’s what it feels like with Jay. He entrances me in a way that makes me feel like he must not be real. Someone so incredible could only be a figment of my imagination.
----------------
Una volta ho letto che le persone che hanno amici immaginari non allungano mai la mano per toccarli. C'è una parte della loro mente che inconsciamente sa che la cosa romperà l'incantesimo. È questo che provo con Jay. Lui mi tocca in un modo che lo fa sembrare irreale. Qualcuno di così incredibile può essere solo un parto della mia immaginazione.

I personaggi sono ben caratterizzati e anche se la storia è raccontata dal pov di Matilda, il protagonista indiscusso è Jay.
Jay che nasconde un segreto. Jay intorno al quale gira un mistero. Jay che è il burattinaio.
Ho apprezzato molto la parte - passatemi il termine e notate le virgolette - "mistery" anche se, Jess e Fede mi sono testimoni, ho capito tutto (ma proprio tutto) alla fine del prologo, al 6% del libro.
Matilda è un po' più stereotipata come personaggio, non negativamente, ma diciamo che non resta impressa.
Il mistero attorno a cui gira la storia è gestito bene e, se non si fanno delle ipotesi basate sugli infiniti romance già letti, subito in principio, non è immediato capire dove andrà a parare.

In generale è stata una lettura piacevole, grazie anche al fatto che lo stile della Cosway resta semplice nonostante quel tocco di slang del nord.

Epic love.
 All of a sudden, it comes to me. The epic love I’ve always wanted was with me all along, and it’s nothing like what I imagined. It’s better, because it’s real. It’s not perfect or pretty. It’s full of mistakes and sacrifices, and sometimes even ugliness.
---------------
L'amore epico.
All'improvviso, me ne rendo conto. L'amore epico che ho sempre voluto era con me per tutto il tempo, e non è assolutamente come lo avevo immaginato. È meglio, perché è reale. Non è perfetto o bellissimo. È pieno di errori e sacrifici, e a volte anche di cose brutte. 

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Che ve ne pare?
Se mai arriverà in Italia lo leggerete?




8

giovedì 19 aprile 2018

BlogTour | Burn With You di Letizia Venturini


 BlogTour 


Buongiorno Inkers e buon giovedì, come state? Io oggi sono di nuovo in ufficio, ieri e martedì ho lavorato da casa e non vedo l'ora del 24 quando sarò in ferie barra lavoro da casa fino al 2.
Detto questo, oggi vi porto la sesta tappa "L'importanza delle emozioni" del BlogTour dedicato a "Burn With You" di Letizia Venturini.



TRAMA:
BURN WITH YOU

Letizia Venturini



Editore: Autopubblicato
Prezzo: Cartaceo --,--€ | Ebook 5,00€
Pagine: 595
Data uscita: 26 Aprile 2018
Genere: Young Adult
Australia. Sydney.
Chase Carter aveva tutto quello che una persona può desiderare: la passione per la musica, gli amici migliori del mondo, l'amore di una ragazza davvero speciale. Un tutto che non è riuscito a tenersi stretto.
Leah Lewis ha l'anima distrutta e fa di tutto pur di proteggere quel che ne rimane. Come Madison, sua amica da una vita. Insieme hanno condiviso così tante cose da non riuscire più a distinguere dove finisca l'una e inizi l'altra. Sono più che sorelle. Sono una il sostegno dell'altra, per affrontare quella vita che gliene ha fatte passare davvero tante.
Come tanto hanno dovuto affrontare anche Luke, Michael e Aidan, tre amici che, nonostante il tempo e nonostante ciò che hanno vissuto, sono ancora uniti.
Tutti e sei sono passati dentro inferni che non vorrebbero più rivivere. E non hanno intenzione di cadere ancora a causa di quello che la vita potrebbe portare sulla loro strada.
Una vita che non ha smesso di sorprendere.
Perché quando Leah e Chase si incontrano, cambia tutto, radicalmente. Segreti più grandi di loro torneranno alla luce, nonostante gli sforzi che compieranno, sia insieme, sia da soli. Segreti che cambieranno tante, forse troppe cose.
Nessuno di loro vuole crollare. Ma saranno forti abbastanza per affrontare tutto quanto?


Dall'autrice

Come penso abbiate capito dalle tappe precedenti, la storia di "Burn with you" non è allegra né semplice. È una storia difficile, in cui i personaggi si ritrovano ad affrontare tanto, anche senza volerlo, anche se non sono pronti fino in fondo. Compiono un viaggio dentro loro stessi, dentro ciò che tengono nascosto alle persone care, dentro i pesi che si portano dietro da tempo, dentro ciò che provavo, ciò con cui non vorrebbero avere più niente a che fare, ciò che vorrebbero provare.
In "Burn with you", le emozioni giocano un ruolo estremamente importante. Prima di tutto perché, durante la scrittura, mi hanno aiutata a capire i miei stessi personaggi e a costruirli passo dopo passo. Secondo, perché è grazie alle emozioni stesse dei personaggi se la storia è nata.
Oltre a creare una trama diversa dal solito, volevo esplorare il mondo interiore dei miei personaggi: spogliarli di tutto, osservarli con la lente di ingrandimento e il microscopio. Volevo provare a descrivere le loro emozioni e sensazioni in un modo che non avevo mai visto nei libri che ho letto nel corso degli anni. Non so se ci sono riuscita, non è compito mio dirlo.
So soltanto che, andando a fondo in ciò che provano i protagonisti, mi ha aiutata tantissimo. Soprattutto a sfogare me stessa, a capirmi meglio e a superare il periodo che stavo passando. Oltre a un viaggio dentro ai ragazzi che si incontrano nelle pagine, parlare delle loro emozioni è stato, di riflesso, un viaggio anche dentro me stessa. Avevo bisogno di chiarezza, di ripulire la testa. E parlare delle tempeste interiori che i protagonisti vivono nella storia mi è stato di grande aiuto e, in qualche modo, anche di conforto.
Altra cosa a cui puntavo mentre cercavo di sviscerare ogni più piccola parte dei personaggi era il fatto che volevo dar loro più naturalezza/umanità possibile. Volevo descrivere le cose come le avevo sentite quando ero adolescente. Volevo creare personaggi in cui i giovani lettori potessero ritrovarsi completamente, nella gioia e nel dolore, nelle amicizie e negli amori, nel rapporto con la famiglia e, ancora più importante, nel rapporto con se stessi. Volevo dar loro una voce in più, un modo per sfogare tutto quello che si portano dentro e che non riescono a dire.
Le emozioni sono la chiave di tutto. Sono ciò che muove i personaggi, sono ciò che li lega e li allontana, sono il perno su cui gira tutto il resto. Emozioni, sensazioni, pensieri. Un mix a cui ho provato a dare voce.
E spero davvero di essere riuscita nel mio intento.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Contatti autrice:

Instagram: (@alittlenerdsshelf) https://www.instagram.com/alittlenerdsshelf/

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

Giveaway

Qui le regole del giveaway. Chi vuole partecipare, deve:
1. commentare ogni tappa del tour e lasciare la propria mail
2. diventare lettori fissi (o iscriversi alla newsletter per chi non ha l'opzione "diventa lettore fisso") dei blog partecipanti
3. mettere "Mi piace" alle pagine Facebook dei blog partecipanti

a Rafflecopter giveaway




4