venerdì 6 luglio 2018

Impronte di... Giugno


 Recap Mensile 


Buongiorno Inkers e buon venerdì, come state?
Il Rare ormai è passato e io sono qua a struggermi perché uno, voglio andare sia a quello di Parigi sia a quello di Londra e meh, i soldi non ci sono. Due, con la scusa che ho letto così tanto per il Rare... ho lasciato indietro tantissime novità del 2018 e titoli anche più vecchi che ora recuperare sarà difficilissimo.
Non che mi dispiaccia, eh, perché ho conosciuto tantissime autrici che altrimenti mi sarebbero rimaste sconosciute.
Parlando invece di Giugno... beh, vediamo un po' com'è andata a letture e co.


Letture e Recensioni

Totale libri letti
12


Recensioni
Totale libri recensiti
10
Romance
Survival of the richest
L'infinito tra me e te
The studying hours
Disgrace
Love, non smettere di amarmi mai
Proibito
M/M
Him
Us
Young Adult
A wish for us
Rebel love
Paranormal Romance
Blood match
Historical Romance
Un cuore senza scandalo
Miglior Lettura
Fuori dal nulla


Letture
Lettura Peggiore
Una famiglia accogliente
          
Citazione del Mese
“But here’s the thing about family, Ryan…blood doesn’t mean shit. You just need to surround yourself with people who do love you, and they become your family.”
---------------
"È questo che devi capire della famiglia, Ryan... la parentela non significa niente. Devi semplicemente circondarti di persone che ti amano e loro diventano la tua famiglia."
Him


ABBANDONATO 
→ Wound Tight: lettura per il Rare tentata che mi ha affondata. Non c'è stato verso che lo stile riuscisse a farmi pensare di poter continuare.


⭐⭐ 
→ Survival of the richest: eh-ehm... sì, beh, ogni tanto la mia vena da pecora nera torna a farsi sentire e che posso dirvi, la Warren sarà pure osannata oltreoceano (e sono sicura al 100% che se mai arrivasse in Italia lo sarebbe pure qui), ma per me è no. Qui la recensione.


⭐⭐⭐ 
→ Us: ehm, sì, okay. No, non è vero, non è okay. Prende tre stelle perché adoro Wes e Jamie e perché oggettivamente il libro è scritto bene, ma non serviva e la storia si regge a malapena in piedi visto com'era finito Him. Ecco, andate a leggere la recensione di Him qui.
→ L'infinito tra me e te: bello, ma poteva andare meglio. Lo slow burn mi piace, ma forse qui è un po' troppo slow... senza contare che cinquecento pagine di libro, senza la voce maschile... meh. Qui la recensione.
Rebel Love: bene, ma non benissimo. Insomma, si legge in fretta, e il protagonista maschile piace senza se e senza ma, però... beh, tutto il resto fa acqua. Tanta, tanta acqua. E no, non di commozione. Qui la recensione.
→ Love, non smettere di amarmi mai: sì, però io mi aspettavo di più. Dai, questi personaggi sono troppo fermi nel limbo dei loro diciotto anni. Dov'è l'effervescenza del libro di Alec, la dolcezza di quello di Kane e il senso di protezione di quello di Ryder? Eh? Qui la recensione.
→ Proibito: insomma Malpas, non ci siamo. Okay le scene erotiche che stimolano le fantasie di una donna, ma il resto? So che sai fare di meglio, quindi non mi arrendo con te. Qui la recensione.


⭐⭐⭐⭐ 
→ The studying hours: che dicevamo dello slow burn che mi piace? Eccolo qua, servito su un vassoio d'argento. Peccato per le macchie che la lavastoviglie non è riuscita a togliere dall'edizione italiana che è piena di obbrobri tra errori di grammatica e traduzioni abominevoli. Qui la recensione.
→ Blood Match: a me i vampiri piacciono. Non posso farci niente, che siano portatori di morte, animali che cedono ai loro istinti primari, pietre che luccicano, streghe che controllano gli elementi... datemi un bevitore di sangue e io sono felice. Se poi la storia è pure intelligente, con personaggi ben caratterizzati, tanto meglio. Qui la recensione.


⭐⭐⭐⭐⭐ 
→ Him: lo amo. Lo sapete. Soprattutto la mia Fede lo sa. Ma quanto sono felice che arrivi in Italia? Tanto. Ma per voi eh, io mi tengo stretta la mia copia in inglese. Certo, non direi comunque di no ad una lettura in italiano, of course. Qui la recensione.
A wish for us: vabbè, ma che ve ne parlo a fare. Quattro libri ho letto di quest'autrice e li ho amati tutti e ovviamente questo non fa differenza. Stupendo, evocativo, fluido, coinvolgente, facile da leggere in lingua... cosa di può volere di più da un libro? Qui la recensione.
→ Un cuore senza scandalo: devo assolutamente decidermi a leggere gli altri libri di questa autrice che ho in libreria perché se sono tutti come i due che ho letto ci sarà da divertirsi. Questo, in particolare, è esilarante come pochissimi altri che ho letto.
→ Disgrace: chi adora la Cherry? Io! E poteva non piacermi la sua ultima creatura? Ovviamente no. Come si fa a non amare un libro che ti fa battere il cuore fin dalla dedica? Qui la recensione.


Nuovi Cartacei in Libreria

E anche Giugno è andato e con lui un po' di soldi hanno fatto bye bye al mio portafoglio.
Ma devo dire che se c'è una cosa di cui non mi pento è spendere soldi in cartacei.
Che sono una che rilegge lo sapete, ma soprattutto ci sono momenti in cui ho fisicamente bisogno di rileggere alcune scene e come faccio senza un libro di carta tra le mani? Mica posso avviare mille libri sul Kobo.
Passando a parlare delle mie entrate cartacee di questa prima parte dell'estate, il primo acquisto è stato improntato al Rare, ed era "A wish for us" di Tillie Cole. E se non avete ancora letto la mia adorazione, potete trovare qui la recensione.
Arrivata a Roma, la mia amica Giulia (Tarquini) mi ha omaggiato del suo primo scritto "Giovani anime antiche", che leggerò sicuramente questo mese.
Durante il Rare, poi, ho comprato - perché li avevo letti in digitale, amandoli, "The Wrong Kind of Love" (qui la recensione) e "Straight up love" (qui la recensione) di Lexi Ryan. Da Lauren Rowe ho comprato "Ball Peen Hammer" ricevendo in omaggio sia "The Club" sia "Countdown to killing Kurtis". Mentre al tavolo di A. Zavarelli ho comprato "Crow" (recensione qui).
Sul fronte omaggi, sempre in casa Rare, ho ricevuto anche "Feel Again" di Mona Kasten e "Queen" di Meghan March.
Tornata a casa da Roma, ho trovato ad aspettarmi la copia omaggio (grazie Sperling & Kupfer) di Paper Kingdom del duo Erin Watt, ma ovviamente non potevo fermarmi lì, così ho chiuso Giugno approfittando dell'offerta di Newton Compton e ho comprato sia "Bastardo fino in fondo" di Penelope Ward e Vi Keeland (qui la recensione), sia "Non ho tempo per amarti" di Anna Premoli (qui la recensione).


Film

THE PRESTIGE
Tutti che lo conoscevano e io che non l'avevo mai visto. Mai nemmeno sentito nominare. Che brutta persona che sono, vero? Comunque, film che mi è piaciuto veramente tantissimo anche se i passaggi tra il passato e il presente erano veramente incasinati.

JURASSIC WORLD 2 - IL REGNO DISTRUTTO
Ancora non mi spiego perché certi genitori portino i bambini al cinema a vedere questi film. Okay che ci sono i dinosauri, ma non è che il primo film fosse proprio adatto, figuriamoci questo. Vi lascio immaginare il piagnisteo che c'era in sala.
A parte questo, a me è piaciuto tanto. Mi ha ricordato il pianeta della scimmie.

CHEF - LA RICETTA PERFETTA
Questo è stato un rewatch di quelli easy. Beh, questo è un film semplice, senza pretese, che però ha un bel messaggio. E, soprattutto, ti lascia una voglia di toast al formaggio che è indecente.

THE EQUALIZER
Abbiamo visto il trailer del secondo, quindi ovviamente abbiamo recuperato il primo. Però... boh, sapete che già non me lo ricordo più? Cioè, se il man non mi dice ogni volta "quello della tavola calda" non collego i puntini.


Anime & Serie Tv

CARD CAPTOR SAKURA CLEAR CARD - completo: 23 di 23
E con questo abbiamo capito che è il caso di leggere il manga perché l'anime non porta da nessuna parte. Però è stato un bel salto nel passato!

CHILDREN OF THE WHALES - in corso: 4 di 12
Non sono andata avanti, sono ferma dov'ero due mesi fa. Tra una cosa e l'altra con la mia amica non siamo andate avanti, ma penso che lo faremo in Agosto.

THE 100 - in corso: 8 di 13
Perché continuano a saltare le settimaneeeeeee. Ecco. Comunque meh, per ora questa stagione mi sta dicendo poco e non è una bella cosa perché fino all'anno scorso era perfetta. Buh. E quei vermi fanno schifo. Basta coi vermi.

SUPERNATURAL - in corso: stagione 5 di 13, episodi 1 di 22
Ho completato giusto lunedì sera la quarta stagione. Non è una brutta serie ma troppi, troppi, troppi episodi che non servono a niente. È come guardare un anime tratto da un manga in cui inseriscono episodi filler per allungare il brodo.


TBR di Luglio

In realtà in questa TBR ci dovrebbero essere anche altri libri, tipo la rilettura di Red Rising, ma siccome sto facendo un check delle letture che ho lasciato indietro, ho preferito non sbilanciarmi troppo.

🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹🔹

E anche Giugno è passato e siamo ufficialmente nella seconda metà dell'anno.
Ci accorgiamo, sì?, che il tempo vola?




4 commenti:

  1. Sai che io e Fede ti aspettiamo al varco per Pierce Brown, vero? xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Glielo ricordo almeno almeno due volte al giorno, un giorno sì e l'altro pure U.U

      Elimina
  2. Ecco The Equalizer l'ho scritto che l'ho visto anche io? No? Si? boh.. era giugno?? Chissà..
    Metterei come commento il ns screen di Telegram dove ci diciamo di aver visto un film bellissimo entrambe ed era The Prestige per entrambe XD

    RispondiElimina
  3. Ho finito Rebel love ieri e sono ancora arrabbiata. Fa veramente acqua da tutte le parti e la protagonista è insopportabile! Mi hai fatto ricordare che devo recuperare Sakura....

    RispondiElimina

Da Non Perdere!